info@cralniguarda.com

02 64442327

MARTEDI-GIOVEDI-VENERDI

9:30-12-30


Corso Magenta 24, Milano
Informazioni: 02.86.45.45.45 - biglietteria@mtmteatro.it - www.mtmteatro.it


Estate al Castello 2024


Questo... non s'ha da fare

da I promessi sposi di Alessandro Manzoni – testo Valeria Cavalli – regia Claudio Intropido – collaborazione didattica Prof.ssa Simonetta Muzio – con Andrea Robbiano e Flavia Marchionni –  scenografia Marco Muzzolon  – costumi Francesca Biffi – direzione di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

I promessi sposi che romanzo! Lo abbiamo letto, riassunto, visto in tv, ne sono stati fatti sceneggiati, parodie, fumetti. E quindi come fare a raccontarlo ancora?
Noi ci abbiamo provato con il dovuto rispetto e un po' di disubbidienza che non guasta mai. Abbiamo immaginato come possa essere nata l'idea di un romanzo così famoso, abbiamo divagato andando fuori tema e abbiamo scoperto la sua modernità.
È nato quindi uno spettacolo che non vuole essere un bigino dei trentotto capitoli ma un gioco fra i due protagonisti, Andrea Robbiano e Flavia Marchionni, che porterà le pagine de I promessi sposi lontano dai banchi di scuola e i ragazzi a scoprire l'importanza della lettura dei classici.
Questo... non s'ha da fare, il titolo già lo racconta, esce dai binari e ci è piaciuto affrontare questa sfida ma, per citare lo stesso Manzoni, "se vi annoieremo, non s'è fatto apposta".


Castello Sforzesco
venerdì 5 luglio

Cortile delle Armi 
Piazza Castello


SCOPRI DI PIÙ


ACQUISTA




Il gioco dell'amore e del caso


di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux – nuova traduzione di Michele Zaffarano – adattamento e regia Antonio Syxty – con Gaetano Callegaro, Francesca Massari, Francesco Martucci, Jasmine Monti, Filippo Renda – regista assistente Filippo Renda –  scene Guido Buganza – costumi Valentina Volpi – disegno luci Fulvio Melli –  staff tecnico Ahmad Shalabi e Stefano Lattanzio – delegate di produzione Lisa Metelli, Sofia Tieri – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


Il gioco dell'amore e del caso di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux è una commedia teatrale molto simile a un prezioso ingranaggio. Questo capolavoro, esaltato come uno dei vertici della drammaturgia francese, cattura l'attenzione degli spettatori con un intricato intreccio di travestimenti, inganni e amori segreti.
Silvia ama Dorando, ma per studiarne la virtù decide di vestire segretamente i panni della sua cameriera Lisetta. Ma anche Dorando ha avuto la stessa idea e si traveste dal suo servo Arlecchino. La commedia si conclude con un doppio matrimonio tra Silvia e Dorando e tra Arlecchino e Lisetta.
Rappresentato per la prima volta nel 1730 dalla Comédie italienne, il testo esplora le sfumature dell'amore attraverso lo scambio di ruoli tra i personaggi, offrendo una vivace girandola di emozioni e colpi di scena. L'opera, ambientata a Parigi, si distingue per la brillantezza delle interpretazioni e la profondità psicologica dei personaggi.
Attraverso questa commedia, Marivaux offre uno sguardo penetrante sulla metafisica del cuore, evidenziando il trionfo della passione sull'egoismo e le convenzioni sociali, incantando il pubblico con il suo intrigo avvincente e la sua raffinata analisi dell'amore e della società.

Teatro Litta
24 giugno - 13 luglio
lunedì / sabato ore 20.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

Teatro Litta
24 giugno - 13 luglio
lunedì / sabato ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ


ACQUISTA





Vacanze da Grock

Campus estivi tra divertimento e teatro


Eccoci arrivati alle ultime settimane di scuola.
Hai voglia di viaggiare e pensare alle cose belle dell'estate?
il Teatro è qui per te!
Insieme impareremo a raccontare storie meravigliose grazie allo spazio, ai piedi, alle mani e al respiro; proveremo il brivido di lasciarci emozionare da uno sguardo e, contemporaneamente far emozionare quello stesso sguardo che ci osserva; ci riabitueremo a sbagliare e a pensare che sia necessario e bellissimo non dover essere bravi; proveremo la meravigliosa sensazione di essere liberi, sbagliati e non giudicati.
Lungo questo viaggio sperimenterai training, improvvisazioni teatrali e drammaturgia collettiva, ma soprattutto... incontrerai nuovi amici!

 
L'attività è rivolta a:
Gruppi di PREADOLESCENTI dagli 11 ai 13 anni
Gruppi di ADOLESCENTI dai 14 ai 17 anni

Dove:
MTM Grock – Scuola di Teatro
via Emanuele Muzio, 3 Milano

Quando:
Dal 17 al 21 giugno
Dal 24 al 28 giugno


Le iscrizioni sono aperte a partire dal giorno 16 aprile 2024

Si prega cortesemente di contattare MTM Grock – Scuola di teatro 
scrivendo a scuolagrock@mtmteatro.it oppure WhatsApp 3334060707


SCOPRI DI PIÙ


GROCK - SCUOLA DI TEATRO





Il gioco dell'amore e del caso


di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux – nuova traduzione di Michele Zaffarano – adattamento e regia Antonio Syxty – con Gaetano Callegaro, Francesca Massari, Francesco Martucci, Jasmine Monti, Filippo Renda – regista assistente Filippo Renda –  scene Guido Buganza – costumi Valentina Volpi – disegno luci Fulvio Melli –  staff tecnico Ahmad Shalabi e Stefano Lattanzio – delegata di produzione Sofia Tieri – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


Il gioco dell'amore e del caso di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux è una commedia teatrale molto simile a un prezioso ingranaggio. Questo capolavoro, esaltato come uno dei vertici della drammaturgia francese, cattura l'attenzione degli spettatori con un intricato intreccio di travestimenti, inganni e amori segreti.
Silvia ama Dorando, ma per studiarne la virtù decide di vestire segretamente i panni della sua cameriera Lisetta. Ma anche Dorando ha avuto la stessa idea e si traveste dal suo servo Arlecchino. La commedia si conclude con un doppio matrimonio tra Silvia e Dorando e tra Arlecchino e Lisetta.
Rappresentato per la prima volta nel 1730 dalla Comédie italienne, il testo esplora le sfumature dell'amore attraverso lo scambio di ruoli tra i personaggi, offrendo una vivace girandola di emozioni e colpi di scena. L'opera, ambientata a Parigi, si distingue per la brillantezza delle interpretazioni e la profondità psicologica dei personaggi.
Attraverso questa commedia, Marivaux offre uno sguardo penetrante sulla metafisica del cuore, evidenziando il trionfo della passione sull'egoismo e le convenzioni sociali, incantando il pubblico con il suo intrigo avvincente e la sua raffinata analisi dell'amore e della società.


Teatro Litta
24 giugno - 13 luglio
lunedì / sabato ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ


ACQUISTA



Tu sei la bellezza

drammaturgia e regia Alberto Milazzo – con Giuseppe Lanino e Alessandro Quattro – scene Guido Buganza – costumi MSGM  – luci Luna Mariotti  – direzione tecnica Fulvio Melli  – produzione Manifatture Teatrali Milanesi – con il contributo di Next 2022 – testo vincitore del premio di drammaturgia Carlo Annoni 2021 – vincitore del premio Artista per la mente 2022


Andrea e Leonard vivono in un appartamento di una città italiana non meglio specificata. 
Andrea è un drammaturgo, e per la sera di Capodanno è stata organizzata la prima del suo ultimo testo teatrale. 
Leonard è un libraio trasferitosi dall'Inghilterra per seguire il compagno Andrea. A Leonard è ispirato il testo appena andato in scena. Sempre a Leonard è stata diagnosticata la sindrome bipolare di tipo 2.
Fra Andrea e Leonard si aggira quello che loro chiamano "il cane di Churchill". Sì, perché Churchill chiamava "cane" la sua depressione. Solo Leonard può vederlo, ma Andrea si è abituato ad averlo intorno come fosse un cane vero. Dovranno farci i conti, perché il cane di Churchill non è mai stato così ringhioso come adesso.


Teatro Litta

2-12 maggio
martedì/sabato ore 20.30 / domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!




Quasi una serata

Tre atti unici

di Ethan Coen – regia Davide Marranchelli – con Stefano Annoni, Paui Galli, Davide Marranchelli, Simone Severgnini – scene Anna Bonomelli – realizzazione scene Andrea Verga – produzione Il Giardino delle Ore, Mumble Teatro, Manifatture Teatrali Milanesi

Quasi una serata è una riflessione irriverente sul rapporto tra l'essere umano e il mistero dell'esistenza.
Dalla penna di Ethan Coen (già acclamato regista cinematografico insieme al fratello Joel) nascono situazioni esilaranti e surreali dove è il divino a essere a nostra immagine e somiglianza, non viceversa.
La struttura dell'opera è un gioco di teatro nel teatro e il lavoro registico è consistito nell'aggiungere un'ulteriore scatola teatrale intorno all'opera di Coen per rendere questa "quasi serata" memorabile.
Ridere amaramente, riflettere col sorriso, riconoscersi e sorridere delle nostre immense piccolezze. Quasi una serata è un gioco e Coen ne è pienamente consapevole: un "aldilà" a immagine e somiglianza degli inferni di questa terra, discussioni fra coppie che potremmo essere noi ieri sera, dibattiti accesi tra dèi che amano e dèi che giudicano, ma comunque dèi che menano. Si affrontano smaccatamente temi altissimi, quasi intoccabili: domande esistenziali, l'eternità, il rapporto con Dio e con la propria coscienza, le relazioni e i sentimenti.


Teatro Leonardo

3 - 5 maggio

venerdì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!






Le troiane


da Euripide – con Francesca Biffi, Carola Boschetti, Cinzia Brogliato, Eleonora Iregna, Benedetta Marigliano, Claudio Orlandini, Alessandro Simonini – scene e costumi Valentina Volpi – musiche originali Gipo Gurrado – luci Alessandro Bigatti – regia Claudio Orlandini – produzione Comteatro

Quel che fa sì che ancora oggi abbia senso portare in scena Le troiane è la profondissima intuizione di Euripide di raccontare un catastrofico episodio storico andando alla radice della contesa, elevando così la guerra di Troia a emblema di ogni conflitto.
L'opera diventa così un grande inno affidato alle donne che cantano ciò che era e ora non è più: le troiane, apparentemente sconfitte eppure così fiere nel dichiarare la loro appartenenza alla polis da identificarsi con la sua distruzione.
Addentrandoci nel cuore di queste donne ci si imbatte in una tragedia psicologica, come se la guerra si giocasse anche su un terreno più sottile e allo stesso tempo più profondo, dentro agli animi di queste donne, quasi fosse concessa solo a loro questa ricchezza umana.


Nella messinscena di Claudio Orlandini il pubblico sarà fatto accomodare ai lati del palcoscenico, a stretto contatto con le artiste e gli artisti in scena, per creare una relazione intima e collettiva.


Teatro Leonardo - I posti non sono numerati
16 - 21 aprile
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!





La vita al contrario

Il curioso caso di Benjamin Button

 

di Francis Scott Fitzgerald – elaborazione teatrale Pino Tierno – regia Ferdinando Ceriani – con Giorgio Lupano e Lucrezia Bellamaria – ideazione scenica Lorenzo Cutuli – colonna sonora Giovanna Famulari e Riccardo Eberspacher – costumi Laura dè Navasques/costumEpoque – foto Franco Oberto – produzione Artisti Associati 

In una messinscena onirica e suggestiva, Giorgio Lupano dà anima e corpo alla storia dell'uomo nato anziano che ha vissuto la sua vita all'incontrario. Per dirci che ognuno è speciale.
Nato ottantenne nel corpo di un bambino, Nino Cotone vive (ma solo nell'aspetto) una vita inversa. Vittima di un curioso scherzo del destino, affronta l'infanzia come se fosse un anziano e la vecchiaia come se fosse un bambino.
Ha con sé una valigia in cui ha raccolto i ricordi della sua strana vita. Vuole raccontarla prima di dimenticare, prima di cadere in un eterno presente, quello dei neonati che non hanno la percezione del tempo che passa. Nell'adattamento di Pino Tierno, la straordinaria favola moderna di Francis Scott Fitzgerald, che s'interroga sul significato della vita, si svolge in Italia, dall'Unità ai primi anni Settanta.
Dal romanzo di Fitzgerald nel 2008 è stato tratto il film di David Fincher Il curioso caso di Benjamin Button con Brad Pitt e Cate Blanchett.

 

Teatro Litta

9 - 14 aprile
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

ACQUISTA!

 






Le notti bianche


da Fëdor Dostoevskij – ideazione e regia Stefano Cordella – drammaturgia Elena C. Patacchini – con Alma Poli e Diego Finazzi – disegno Luci Fulvio Melli – scene e costumi Francesca Biffi – assistente alla regia Sofia Tieri – staff tecnico Stefano Lattanzio, Ahmad Shalabi – direzione di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


Il sognatore è un fantasma che crea e disfa storie nella sua testa. Perso nei suoi viaggi mentali, spesso si dimentica del mondo reale.
La solitudine è il motore della sua immaginazione che lo porta a vagare di notte, cercando incontri che possano nutrire la sua fantasia. Vive così intensamente le sue allucinazioni da non riuscire ad aprirsi agli altri, terrorizzato dallo scontro con la realtà. Gli unici dialoghi sono con le case e gli edifici che lo circondano. Dà vita agli oggetti inanimati pur di non confrontarsi con le persone. Si sente inadeguato, inadatto alle dinamiche relazionali che lo obbligherebbero a mettere in discussione il suo mondo immaginario.
L'incontro con Nasten'ka arriva per caso, in una notte bianca che si confonde con il giorno. Nonostante le raccomandazioni della ragazza, il sognatore si innamora e di fronte a questo sentimento autentico la timida fantasia si mostra per quello che è: "Schiava di un'ombra, di un'idea". E invano il sognatore fruga nei suoi vecchi sogni cercandone uno che possa scaldarlo come l'emozione che sta provando nell'incontro con Nasten'ka. Perché anche la più elaborata delle allucinazioni non può competere con la vita che esplode.


La Cavallerizza 
4 - 14 aprile
martedì/domenica ore 19.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!





Text...

Sogno di una notte di mezza estate

 

di William Shakespeare – adattamento e regia Silvia Giulia Mendola – con Livia Castiglioni, Angelo Di Figlia, Ermes Frattini, Silvia Giulia Mendola, Dario Merlini, Erica Sani, Matteo Sartini, Francesca Ziggiotti – danzatrice Elisa Bertoli – scene e costumi Mina Marea – grafica Carlo Sabbatucci – produzione PianoinBilico e Geco.B Eventi

 

Un fitto bosco di equivoci e malintesi, un re e una regina in discordia, creature magiche, giovani innamorati sono gli ingredienti di questa commedia frizzante, ricca di poesia e delicatezza, al tempo stesso elegante e inquietante.
Le visioni notturne, il sovrapporsi di atmosfere che galleggiano tra il sonno e la veglia ci fanno fare un tuffo nel fantastico, un'incursione nell'ambiguo immaginario della mente umana.
Sarà rievocata una foresta metallica fatta di tubi innocenti e di piani differenti, tutti possono essere tutto, come in un sogno. Personaggi, sedie, somari, fate, ma anche strumenti, musica con i loro corpi e le loro voci.
Alla danza sarà affidato il ruolo di evocare la magia.

 

Teatro Leonardo
4 - 7 aprile
giovedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

ACQUISTA!

 



Papaveri rossi

Il viaggio dalla Siberia all'Italia del Generale Anders, dei suoi soldati e della più grande compagnia teatrale itinerante della Seconda Guerra mondiale

progetto e regia Sergio Maifredi – drammaturgia Massimiliano Cividati e Sergio Maifredi – con Massimiliano Cividati – consulenza storica Krystyna Jaworska – musiche originali eseguite dal vivo da Gennaro Scarpato  e Andrea Zani  – coproduzione Teatro Pubblico Ligure e Istituto Adam Mickiewicz di Varsavia – cofinanziato dal Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale della Repubblica di Polonia – con il patrocinio dell'Ambasciata di Polonia a Roma e del Consolato Generale di Polonia in Milano – con la collaborazione dell'Istituto Polacco Roma

Fucili e mitragliatrici, ma anche libri di scuola, spettacoli teatrali, donne alla guida dei camion, bambini e soldati insieme. Tutto questo è il Secondo Corpo d'Armata Polacco guidato dal Generale Władysław Anders.

Nel 1939 la Polonia viene invasa da nazisti e sovietici, che deportano gli oppositori nei campi di concentramento. Nel giugno 1941, con il cambio di alleanze, sono in parte liberati ed è loro proposto di far parte di un esercito polacco dipendente dal governo di Londra. Anders viene chiamato a costituire l'esercito. Accetta, a patto di portare con sé anche le donne, i bambini e gli anziani: se fossero rimasti nei gulag sarebbero andati incontro a morte certa. Così nasce il 2° Corpo d'Armata Polacco. Il lungo cammino contempla anche lezioni scolastiche, concerti, teatro perché il generale sa che la resistenza passa attraverso la cultura.

Dopo aver attraversato l'Asia centrale e il Medio Oriente nel dicembre del 1943 la colonna arriva in Italia, il 18 maggio 1944 combatte a Montecassino e sfonda la linea Gustav: sconfiggono i tedeschi e aprono la strada agli alleati verso la liberazione dell'Italia. Da allora Montecassino fa parte della storia della Polonia. Fra i soldati c'erano poeti, scrittori, attori, musicisti, intellettuali che si erano opposti ai totalitarismi e alla dittatura. Uno di loro, Feliks Konarski, la notte della battaglia finale scrive "Papaveri rossi a Montecassino", destinata a diventare la più popolare canzone di resistenza antinazista e antisovietica in Polonia.


Teatro Litta
27 marzo
mercoledì ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!





Io, Vincent Van Gogh




progetto, regia e interpretazione Corrado d'Elia – scene e grafica Chiara Salvucci – assistente alla regia Sabrina De Vita – tecnico luci Christian Laface – tecnico suono Matteo Gobbi – produzione Compagnia Corrado d'Elia

La normalità è una strada lastricata. È comoda per camminare, ma non vi cresce nessun fiore.
Vincent Van Gogh

Van Gogh è l'artista puro, il genio, quello che più di altri ha fatto della sua pittura una necessità. Quello che gronda anima ed emozione oltre che colore: lui non descrive ma interpreta, ricercando la sua verità. Proprio per questo è uno degli uomini cui l'arte e la sensibilità moderna devono di più. C'è qualcosa in lui che tocca una corda universale.
A partire da queste suggestioni nasce un autentico flusso emotivo in soggettiva, che pare comporsi piano piano, proprio come un quadro, a grandi pennellate. Ecco dunque la sua vita, le sue riflessioni, gli anni di Parigi, il rapporto epistolare col fratello Theo, la vita ad Arles, l'amicizia travagliata con Gauguin, il manicomio e in ultimo il grande mistero che ancora avvolge la sua morte.
Non ci importa sapere se davvero Van Gogh fosse pazzo. La sua arte ancora oggi continua a emozionarci e raccontarci la sua grande, incompresa umanità. È sempre il cuore quello che ci colpisce, e sarà proprio questo che andremo a raccontare.


Teatro Leonardo
14 - 24 marzo
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

SCOPRI DI PIÙ!


​​​​​​​ACQUISTA!





Niente panico!

 

scritto da Paolo Hendel e Marco Vicari – con Paolo Hendel – regia Gioele Dix – foto Fabrizio Fenucci – produzione Agidi

 

Si sa, ogni epoca ha i suoi disastri, ma finora la nostra sopravvivenza su questo pianeta non era in dubbio.
Ogni volta i più ottimisti potevano sperare che la follia umana di una guerra a un certo punto sarebbe passata lasciando che gli uomini seguitassero a popolare la Terra. Ti potevi permettere il lusso di avere un briciolo di ottimismo e alla fine si viveva abbastanza serenamente.
Ma le cose stanno rapidamente cambiando e ora anche il meteo, con il disastro ambientale in corso, è causa continua di ansie. Niente panico! è un viaggio comico tra paure pubbliche e private. Tra un futuro traballante e un presente che tira brutti scherzi, con la nostra fragilità di fronte alle pandemie e la rinnovata minaccia della terza guerra mondiale.
Ancora una volta ridere di tutto questo è l'antidoto più efficace contro le tante paure di questa nostra non facile epoca. Alla fine le cose non cambiano, ma almeno si dorme un po' meglio.

 

Teatro Leonardo
7 - 10 marzo
giovedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

 

ACQUISTA!

 

Text...




Che ci faccio qui

in scena

 

di e con Domenico Iannacone – musiche live Francesco Santalucia – installazioni video Raffaele Fiorella – coordinamento tecnico Eva Sabelli – coordinamento artistico Stefano Sabelli – produzione Teatro del Loto / Teatri Molisani

Le storie più straordinarie sono quelle che ci passano a fianco senza che ce ne accorgiamo.
Il racconto televisivo neorealistico di Domenico Iannacone si cala nel teatro di narrazione e trasforma le sue inchieste giornalistiche in uno spazio intimo di riflessione e denuncia. Il palcoscenico diventa luogo ideale per portare alla luce quello che la televisione non può comunicare.
Iannacone prende per mano lo spettatore e lo accompagna nei luoghi che ha attraversato. Lo spinge a condividere le emozioni, i ricordi, la bellezza degli incontri e la rabbia per quello che viene negato.
Il racconto teatrale è in grado di ricucire la mappa dei bisogni collettivi, dei diritti disattesi, delle ingiustizie e delle verità nascoste. Mentre le immagini aprono squarci visivi, le parole dilatano la nostra percezione emotiva e ci permettono di entrare nelle viscere del Paese.

 

Teatro Leonardo

1 - 2 marzo

venerdì e sabato - ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

ACQUISTA!

 



Baccanti

Il regno del dio che danza


da Euripide – drammaturgia e regia Filippo Renda – con Maria Canal, Gaia Carmagnani, Silvia Guerrieri, Filippo Renda, Sarah Short, Alice Spisa – dj performer Sofia Tieri – scene e costumi Eleonora Rossi – aiuto costumista Katerina Stavrou – disegno luci e direzione tecnica Fulvio Melli – assistenti stagiste Gaia Barili, Susanna Giancristofaro – staff tecnico Stefano Lattanzio, Ahmad Shalabi – foto Sara Meliti – trucco Carla Curione – direzione di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Baccanti, il regno del dio che danza è un viaggio fra mito antico e riscoperta del rito.
Un inno alla potenza del corpo femminile come strumento di rivoluzione e cambiamento.
La fonte di partenza è la contrapposizione tra ordine civile ed estasi rituale, in un conflitto tra Dioniso e Apollo, tra dominati e dominanti.
Cuore pulsante dello spettacolo è la musica, potente veicolo catartico capace di trasportare il pubblico in un viaggio emotivo e spirituale.
La psytrance, con le sue radici profonde nella cultura della trance e della musica elettronica, incarna in modo perfetto l'essenza del progetto, un connubio tra l'antico e il moderno, tra il rituale e l'innovazione.


Teatro Litta
27 febbraio - 24 marzo
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!




Il rivoluzionario errante

 

Vite, utopie e fallimenti di Nikolaj Sudzilovskij

di Tommaso Urselli – liberamente ispirato al libro di Claudio Facchinelli Lumpatius Vagabundus. Sulle tracce di Nikolaj Sudzilovskij medico e rivoluzionario – con Mario Sala e Angelo Tronca – regia Alberto Oliva – scenografia Marco Muzzolon – costumi Stefania Pravato – disegno luci Fabrizio Visconti – musiche originali Ivan Bert – assistente alla regia Fabrizio Kofler – produzione A.M.A. Factory

Nel silenzio di un paesaggio tropicale c'è un uomo nel suo elegante completo di lino chiaro, colto nel momento di concedersi una tregua e fare i conti con se stesso. È Nikolaj Sudzilovskij, medico e rivoluzionario pressoché sconosciuto, protagonista di molte battaglie – spesso donchisciottesche – intraprese in quattro continenti.
In questo luogo in cui il tempo sembra non esistere, mentre è in compagnia dell'inseparabile pappagallo Polly che si è portato dalle Hawaii, vediamo alternarsi le sue sfaccettate personalità. L'uomo di medicina che oggi definiremmo "democratica", il politico poco avvezzo al compromesso, il poeta, il filosofo.
Ognuna rievoca eventi, desideri, visioni e fallimenti che spingono il protagonista verso un ulteriore interrogarsi, ma non certo ad abbandonare la visione utopica che lo ha guidato fin qua.

 

La Cavallerizza
20 - 25 febbraio
martedì/sabato ore 19.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

ACQUISTA!

 



Forbici & follia


di Paul Pörtner – allestimento originale americano Bruce Jordan e Marylin Abrams – versione italiana Marco Rampoldi e Gianluca Ramazzotti – regia Marco Rampoldi – con Max Pisu, Nino Formicola, Giancarlo Ratti, Lucia Marinsalta, Roberta Petrozzi, Giorgio Verduci – scene Alessandro Chiti – costumi Adele Bargilli – produzione Artisti Associati in collaborazione con Rara Produzione

Forbici & follia è uno spettacolo con due nature che si rafforzano a vicenda.
C'è il giallo che deve portare a capire chi sia l'assassino, e la comicità che scaturisce dal gioco di interazione col pubblico, unico possibile giudice, che stabilirà il colpevole con un finale diverso ogni sera.


Teatro Leonardo
7 - 25 febbraio
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30
mercoledì 21 febbraio riposo

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!





LE PAROLE DI DRINA

Dalla testimonianza di Drina Bavestrello scritto e interpretato da Laura Laterza – regia di Claudio Orlandini e Cinzia Brogliato – luci di Alessandro Bigatti – costumi di Anna Bertolotti e Floriana Setti – foto di scena Daniela Parisi – da un'idea di Carola Boschetti e Roberto Ceriani – produzione Comteatro

La protagonista racconta il dramma vissuto in prima persona, appena quindicenne, durante il Golpe militare del 1973 in Cile. È la mattina dell'11 settembre quando, proprio di fronte a casa sua alle primissime ore del giorno, sente scoppiare una bomba posta all'interno dell'Università Tecnica dello Stato. Da quel momento termina una parte importante della sua vita serena e spensierata, che tocca l'apice della gioia sotto il governo di Salvador Allende e inizia una vita difficile e dolorosa che va dall'arresto del padre, che subisce in due anni di prigionia continue torture, dalla ricerca di sua sorella militante socialista in fuga continua, fino all'abbandono della sua amata terra cilena per approdare all'Italia solidale degli anni Settanta dove si sentirà accolta e metterà nuove radici.

ACQUISTA QUI!

 





LA LOCANDIERA

di Carlo Goldoni – regia Corrado d'Elia – con Corrado d'Elia e gli attori della compagnia – produzione Compagnia Corrado d'Elia

Uno degli spettacoli più divertenti di Corrado d'Elia, La Locandiera, in un allestimento coloratissimo, di grande energia, comicità e dal ritmo scoppiettante. Una commedia ambientata in un mondo di plastica, simbolo moderno dell'artificio, coloratissimo e smaccatamente finto.
Mirandolina sinuosa, affascinante, ironica, donna emancipata e moderna, vestita di rosa shocking e dai capelli biondo platino fa letteralmente impazzire d'amore tutti gli avventori della sua locanda.
Da una parte archetipo e modello indiscusso di femminilità, dall'altro pratica e calcolatrice donna d'affari conduce il suo gioco.
Un orologio di precisione, così come lo aveva scritto Goldoni, in versione moderna.
E' una Locandiera finalmente comica, ricca di energia, d'emozione e ritmo, di atmosfere e scambi vivaci, il prezioso e aspettato incontro tra un grande testo e un regista dal personalissimo e incisivo punto di vista.
Questa è davvero una locandiera come non l'avete mai vista!

Teatro Leonardo
8-19 febbraio
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30




ACQUISTA QUI





#POURPARLER


di Annagaia Marchioro – in collaborazione con Giovanna Donini – si ringrazia per la consulenza Gabriele Scotti – con Annagaia Marchioro – video NCSP – produzione Brugole&CO

#POURPARLER si ispira alla stand-up americana, declinandola in una modalità personalissima.
In scena un microfono ed un'attrice. E poi una serie di contributi video, interviste e testimonianze di uno stuolo di personaggi esilaranti. Personalità folli, esperte di diversity, influencer, odiatori compulsivi, religiosi in stato di grazia ed eminenti studiose di linguistica. Voci diverse nel tentativo di costruire un'indagine comico-scientifica sulla grande potenza del linguaggio, per cercare di carpire il segreto di ogni comunicazione. E soprattutto per capire qualcosa del mondo in cui stiamo vivendo usando una ironia sagace e pungente.
#POURPARLER è uno spettacolo in continua trasformazione, possono aggiungersi ogni sera parole nuove, e nuove storie. Per dare spazio al qui ed ora dell'attualità. E se è vero che oggi si comunica qualunque cosa, alle volte addirittura il nulla, #POURPARLER è all'esatto opposto, uno spettacolo alla disperata ricerca di un senso. E di un centro di gravità permanente. O anche solo di Battiato nei peggiori bar di periferia. Uno spettacolo virale, destinato a propagarsi ovunque, come un virus su TikTok. Nell'era dell'odio digitale, uno spettacolo che serve a combatterlo anche dentro di noi, quando neppure ci accorgiamo di averlo introiettato. Una serata alla ricerca delle parole giuste per amare senza distinzione di sesso, di razza di lingua e di religione.

Teatro Leonardo
9-12 marzo
giovedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


NATALE #POURPARLER

PROMO ONLINE: clicca su ACQUISTA e inserisci codice 2512 (16€ +prev.)
Promozione valida fino al 27 dicembre!



ACQUISTA!






 

OBLOMOV SHOW

 

ideazione e regia Stefano Cordella – con Martina De Santis, Francesca Gemma, Francesco Meola, Dario Sansalone, Umberto Terruso – scrittura scenica collettiva – testo Dario Merlini – aiuto regia Noemi Radice – scene e costumi Stefano Zullo – sound design e musiche originali Gianluca Agostini – disegno luci Martino Minzoni – organizzazione Carolina Pedrizzetti, Irene Romagnoli – con il sostegno di Centro di Residenza della Toscana (Armunia – CapoTrave / Kilowatt) – produzione Oyes/La Corte Ospitale

Il lavoro è ispirato a Oblomov di Ivan Goncarov, uno dei più importanti romanzi russi di fine Ottocento. L'intuizione di Goncarov è quella di portare alle estreme conseguenze una condizione esistenziale che risuona più che mai nel nostro contemporaneo, tanto che alcuni critici letterari hanno definito il romanzo "un inno all'apatia". Il protagonista Oblomov, l'antieroe per eccellenza, nelle prime cento pagine del romanzo non si alza neanche dal letto, cercando ogni scusa possibile per rimandare la vita al giorno successivo. Nella riscrittura di Oyes, Oblomov è un uomo vicino ai quarant'anni con brillanti trascorsi artistici. Dopo alcune delusioni lavorative e sentimentali ha però scelto di isolarsi nella vecchia casa di famiglia con il fratello Zachar, lontano da colleghi, passioni e da qualunque tipo di ambizione. A loro si aggiunge Agafia, una conoscenza estiva di Zachar che da un giorno all'altro invade la casa di Oblomov, creando i primi disequilibri nella quotidianità dei due fratelli. Ma è solo grazie al ritorno dell'amico d'infanzia Stolz che Oblomov ricomincerà a confrontarsi con il mondo fuori. Sarà proprio Stolz a presentargli Olga, la donna di cui Oblomov si innamora follemente. Riuscirà a ricostruirsi una vita felice insieme a Olga? O la paura di fallire lo riporterà nell'apatia del suo divano? La pandemia ha obbligato la maggior parte della popolazione a rivedere le proprie abitudini modificando profondamente la qualità dei rapporti sociali e le possibilità di incontro. In questa riscrittura contemporanea, Oyes si muove sul delicato confine tra dimensione mentale e vita reale, provando a raccontare in chiave tragicomica la fatica di ricominciare, la paura di rimettersi in gioco.

Teatro Litta
9-12 febbraio
giovedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

 

NATALE SHOW

PROMO ONLINE: clicca su ACQUISTA e inserisci codice 2512 (12€ +prev.)
Promozione valida fino al 27 dicembre!

 

 

ACQUISTA!

 




IL VENDITORE DI SIGARI

Gennaio 26 (Giovedì) - Febbraio 5 (Domenica)

di Amos Kamil – traduzione Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva – regia Alberto Oliva – con Gaetano Callegaro e Paolo Cosenza – direzione di produzione Elisa Mondadori –  produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Berlino 1947, ore sei e trenta. Nella Germania appena uscita dalla guerra, tutte le mattine alla stessa ora, due uomini si incontrano: un professore ebreo che vuole partire per fondare lo Stato di Israele e il proprietario di una tabaccheria, dall'aspetto tipicamente tedesco. Sono sopravvissuti alla tragedia che ha appena sconvolto e quasi annientato un popolo intero. Si attaccano, si rinfacciano colpe reciproche e recriminano sui torti subiti, fino a scoprire dolorosamente quanto gli obblighi della Storia possano condizionare il modo di agire dei singoli individui. A quali compromessi un essere umano, da solo, è disposto a scendere quando si trova sull'orlo dell'abisso? Lo spettacolo, partendo dalla questione ebraica in un momento cruciale della sua evoluzione, parla a tutti, perché tutti prima o poi siamo chiamati a fare i conti con la nostra identità e a scegliere i tempi e i modi della nostra partecipazione sociale.


 

 

Revolutionary Road

da Revolutionary Road di Richard Yates – di Renato Gabrielli – con Rossella Rapisarda, Stefano Annoni, Daniele Gaggianesi – regia e disegno luci Fabrizio Visconti – scene Marco Muzzolon – costumi Mirella Salvischiani – musiche originali Marco Pagani – aiuto regia Camilla Violante Scheller – un progetto La Gare – con il sostegno di Regione Lombardia – Progetto NEXT 2019 – produzione Eccentrici Dadarò

LEI e LUI. Belli, intelligenti, piuttosto colti, innamorati. Una casa "carina" e accogliente. Un lavoro noioso ma sicuro per LUI. Blandi impegni domestici per LEI, che ha tempo per coltivare come hobby la sua antica passione d'attrice. Ma LEI e LUI vogliono, o almeno sognano, altro. Si ritengono entrambi superiori all'ambiente mediocre e piccolo borghese che li circonda e imprigiona; e questo senso di superiorità, chissà quanto fondato, li tiene uniti e segretamente complici. Finché...
Revolutionary Road esplora, alternando i punti di vista di LEI, LUI e NOI, gli umanissimi slanci, meschinità, successi illusori e prevedibili disfatte di personaggi che ambiscono a essere felici, ma rimangono invischiati nelle menzogne che raccontano a sé stessi e agli altri pur di tirare avanti.

Teatro Litta
12-22 Gennaio
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545

 

PROMO REVOLUTIONARY

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1423 (12€ +prev.)

 

 

ACQUISTA!

 


 

ANTICIPAZIONE: IL GRANDE RITORNO DI MAX PISU AL TEATRO LEONARDO!

IL ROMPIBALLE

 

di Francis Veber – regia di Marco Rampoldi – con Max Pisu e Claudio Batta – con la partecipazione di Claudio Moneta, Stefania Pepe, Roberta Petrozzi e di Giorgio Verduci – scena di Marco Rossi e Mattia Bordoni – costumi di Francesca Faini – regista assistente Paola Ornati – produzione Rara Produzione

Max Pisu, dopo il grande successo ne La cena dei cretini, torna a interpretare la 'maschera' di Francois Pignon, protagonista di tutti i testi di Francis Veber, di cui riesce a incarnare in modo esemplare la goffaggine, il candore e l'innata capacità di distruggere i piani dei suoi 'carnefici' che diventano inevitabilmente vittime. Nel Rompiballe (termine italiano scelto per rendere l'intraducibile Emmerdeur) Pignon veste i panni del fotografo di un'agenzia incaricato di riprendere dalla finestra di un albergo un uomo politico che si appresta a fare delle rivelazioni sconvolgenti. Ma nella camera accanto un killer (interpretato in modo esilarante da Claudio Batta) deve cercare di uccidere lo stesso uomo, per impedirgli di parlare. Ovviamente Pignon, che cerca di coinvolgere il sicario nei suoi tentativi di riconquistare l'ex moglie fuggita con il suo psichiatra, renderà il compito assolutamente arduo. In un continuo crescendo di equivoci che coinvolgono anche una cameriera invadente ed un poliziotto poco attento (Giorgio Verduci).

 

Teatro Leonardo
13 - 22 gennaio
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

 

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545

 

SCOPRI DI PIÙ!

 

PROMO ROMPIBALLE

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1303 (15€ +prev.)

 

ACQUISTA

 

 



NATALE A GROCK - SCUOLA DI TEATRO


Regalati un corso di teatro Grock
Per Natale metti sotto l'albero il tuo desiderio di espressione

Propedeutico, Dizione, AdoLab, SeniorLab e Canto sono alcuni dei corsi in partenza a gennaio.

Ti regaliamo una lezione di prova gratuita per farti fare l'esperienza del teatro insieme a noi.
Diventa protagonista per Natale. Metti sotto l'albero il tuo desiderio di espressione.
Scoprirai che il Teatro fa bene alla vita. Anche alla tua.
 
Scopri il calendario delle lezioni di prova gratuite e i corsi in partenza.

Per informazioni sulla scuola
Chiama o manda un Whatsapp al 333 406 0707

Oppure Scrivi a scuolagrock@mtmteatro.it

SCOPRI DI PIÙ!




Perfetta? Quasi perfetta

uno spettacolo sui disturbi alimentari

di Valeria Cavalli – regia Claudio Intropido – consulenza scientifica Dr.ssa Maria Barbuto – con Claudia Veronesi – collaborazione didattica Prof.ssa Simonetta Muzio – direttore di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Alice, vittima di sé stessa e del bisogno di modificare il suo corpo per adattarsi alle regole del mondo social, dimentica l'importanza del vivere il reale e il contatto con l'altro. Lo sviluppo del sintomo si fa strada a poco a poco nella testa di Alice, che diventa schiava del suo progetto di perfezione che prende il sopravvento sulle sue giornate che scorrono scandite da regole precise, impossibili da trasgredire. Sono passati quasi 20 anni dal debutto di Quasi Perfetta, il mondo è cambiato, una pandemia ha sconvolto tutto il mondo e i disturbi alimentari sono vertiginosamente aumentati. L'isolamento sociale ha incrementato l'utilizzo dei social e l'immagine esibita sugli schermi deve essere quindi il più possibile aderente a standard di perfezione.


TEATRO LEONARDO

16 - 17 dicembre 

venerdì e sabato - 20:30

Per info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it/0286454545


ACQUISTA!



PROMO PERFETTA

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1250 (12€ +prev.)




 

Novecento

di Alessandro Baricco – diretto e interpretato da Corrado d'Elia – produzione Compagnia Corrado d'Elia

"Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia, e qualcuno a cui raccontarla"

Novecento è sicuramente una buona storia, scritta dal miglior Baricco e raccontata da Corrado d'Elia con intensità poetica e con la leggerezza di un sogno, suonando con magia una partitura di fini emozioni. La storia, incredibile, fantastica, quasi irreale di Danny Boodmann T.D. Lemon Novecento, il più grande pianista del mondo, nato su una nave e lì vissuto per tutta la vita, senza mai scendere.
L'uomo che sapeva suonare una musica... indefinibile, soprattutto quando suonava in terza classe, per chi non se la poteva permettere.
La dimensione è quella del ricordo, denso, intenso, come accade con le grandi storie che parlano di un tempo andato e riempiono le ore lunghe, magari ascoltate dalla rauca voce di un marinaio in una bettola in un porto, tra incanto e incredulità, tra verità e allucinazione. Il tempo della storia sono i meravigliosi Anni Venti, a cavallo tra le due guerre, l'età del jazz, quando ogni cosa sembrava muoversi seguendo quel ritmo irresistibile e gradevolmente denso di quando le parole e la musica si incontrano in accordo e si scambiano i ruoli: le parole diventano musica e le note racconto indispensabile, fino a comporre una partitura originale, unica.
Il luogo, è una nave, il Virginian, dal nome che sa di lontano, che fa la spola dall'Europa alla sognata America e che racchiude in sé tutte le storie del mondo. Per tutto questo Novecento non è un monologo, ma un incarnato di perfezione, una favola struggente e bellissima da raccontare con la stessa malinconica voluttà che lui usava quando accarezzava le curve di un ragtime.

 

Teatro Litta
6-18 dicembre
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

 

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545

 

 

ACQUISTA!

 


 

UNO, NESSUNO E CENTOMILA

 

di Luigi Pirandello - adattamento Renato Gabrielli - con Gaetano Callegaro, Stella Piccioni, Mario Sala - regia Lorenzo Loris - musiche originali realizzate da Filippo Ferrari, Alessandro Papaianni, Pietro Rodeghiero allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado del corso di Composizione (IRMus) - scene Luigi Chiaromonte e Lorenzo Loris - costumi Nicoletta Ceccolini - interventi visivi Stefano Sgarella - luci Luigi Chiaromonte
maschere Gianluca Sesia - COPRODUZIONE TEATRO OUT OFF E MTM – MANIFATTURE TEATRALI MILANESI

In questo romanzo atipico il protagonista Vitangelo Moscarda, per un fatto del tutto fortuito, un giorno si rende conto che la propria moglie nota che il suo naso ha delle caratteristiche diverse da quelle che lui ha sempre percepito guardandosi allo specchio.
Inizia così un progressivo percorso di destrutturazione della propria identità.
Vitangelo Moscarda, uno dei personaggi più complessi del mondo pirandelliano, nella rielaborazione drammaturgica di Renato Gabrielli si triplica, dando vita a tre personaggi distinti.
"Non si rappresentano" dice Gabrielli "i personaggi che nel libro circondano il narratore/protagonista Moscarda, bensì tre incarnazioni dei "centomila" Moscarda in cui costui si avverte moltiplicato. Queste figure portano avanti l'azione scenica, evocando a turno i personaggi esterni, alternandosi e spesso contraddicendosi a vicenda nel racconto"

Spettacolo inserito nell'abbonamento Invito a Teatro

TEATRO OUT OFF
dal 1 al 22 dicembre 2022
da martedì a sabato ore 19.30 – domenica ore 16.00


Acquista online o telefonicamente al 0234532140

 Hai diritto a due biglietti a 10€ cad. (+ prev.) per tutte le repliche dall'1 al 22 dicembre.

Per prenotare inserisci il codice sconto PROMO4 in fase di acquisto online dopo aver selezionato il posto in pianta e cliccato su "acquista" 

 

ACQUISTA!

 


 

Alcesti, una donna

 

da Euripide – drammaturgia e regia Filippo Renda – con Beppe Salmetti, Filippo Renda, Irene Serini, Luca Oldani – scene e costumi Eleonora Rossi – disegno luci Fulvio Melli – suono Dario Costa – consulenza Maddalena Giovannelli – assistente alla regia Virginia Landi – fotografia manifesto Sara Meliti – direttore di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi/in collaborazione con Idiot Savant – con il contributo di NEXT 2021

Il dramma di Alcesti era chiaro agli ateniesi: si era macchiata di parricidio, e anche se il suo delitto era stato frutto di un inganno combinatole da Medea, la peliade, avendo compiuto materialmente l'omicidio, era ugualmente colpevole. Di fronte alla possibilità e alla volontà di pagare per una colpa che avrebbero ereditato anche i suoi figli, Alcesti era stata convinta a sposare Admeto e a trasferirsi nella sua reggia. Questo antefatto è necessario per comprendere il percorso della protagonista del dramma, e il suo tentativo di liberarsi da una colpa che la schiaccia. Ma il destino condannerà Alcesti a vivere e ad accettare il proprio trauma

Teatro Litta
24 novembre - 4 dicembre
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545

 

ACQUISTA

 



La merda


di Cristian Ceresoli – con Silvia Gallerano – foto Marco Pavanelli – produzione Frida Kahlo Productions/Richard Jordan Productions/Produzioni Fuorivia – in collaborazione con Summerhall e Teatro Valle Occupato – direttore tecnico Giorgio Galliano

La Merda si manifesta come la rivoltante confidenza pubblica di una "giovane" donna "brutta" che tenta con ostinazione, resistenza e coraggio di aprirsi un varco nella società delle Cosce e delle Libertà. Un fenomeno che ha da tempo rotto i confini del teatro ed è seguito come un concerto rock, con un'accoglienza clamorosa in tutto il mondo, da Londra a Vancouver, da Adelaide a Berlino, registrando da sette anni consecutivi il tutto esaurito ovunque.
Il testo di Cristian Ceresoli è stato considerato "straordinario" dal Times ed è valso all'autore il Fringe First Award for Writing Excellence per la scrittura. Per la sua interpretazione "straordinaria, sublime e da strapparti la pelle di dosso" (The Guardian) Silvia Gallerano è la prima attrice italiana a vincere il The Stage Award for Acting Excellence.


Teatro Leonardo
26 novembre
sabato ore 20.30


Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 0286454545



ACQUISTA!




TEATRO LEONARDO DI MILANO

LUNEDI 21 NOVEMBRE - ORE 17 e ORE 21


Il cantautore Walter Di Gemma rende omaggio
al grande Giorgio Gaber con due spettacoli,

un pomeridiano alle ore 17 e un serale alle ore 21.
Organizzato dall’Associazione Artespettacolo,

il récital di canzoni e monologhi del repertorio
Gaber-Luporini è portato in scena con il rispetto dovuto a un artista del calibro di Giorgio Gaber.


Una passione rafforzata dalla storia di amicizia

e stima reciproca che traspare

in ogni brano selezionato per lo spettacolo,

costruito con sapienza perché arrivi al cuore di tutti

con brani noti e meno noti,

attraversandone l'intera opera letteraria

per riproporlo in teatro, la sua dimensione più reale.


Il récital “Grazie, Gaber!” ha debuttato nel 2004 ottenendo un grandissimo consenso

da parte di pubblico e critica,

che ha portato Di Gemma a essere considerato

uno dei migliori interpreti di Giorgio Gaber.


Non si ha mai abbastanza a fuoco,

il messaggio che Gaber ha lasciato in eredità

a intere generazioni che ora lo studiano

sui banchi di scuola.

Alla domanda su cosa lo spinga a misurarsi

con l'arte di Gaber, Di Gemma risponde:

"Necessità di ripercorrerlo,

come un bisogno non fisico ma interiore.
Come fosse una linfa, che ti alimenta, ti sostiene perché ci sono in lui tutti i valori che una persona
onesta vorrebbe raggiungere. Ed è bello

essere stati segnati da Gaber,

vivendo sotto la sua ombra, perché

è impossibile superarlo. E' una protezione,

un punto fermo, un riferimento

per una coerenza del ragionamento, lucido."


PRENOTAZIONI CHIAMANDO IL NUMERO 3405250155 (VIOLETTA)


PREZZI SPETTACOLO:
POMERIDIANO - 20 EURO
SERALE - 30 EURO


il ricavato sarà devoluto alla ricerca per le leucemie

​​​​​​​


 

ART

 

di Yasmina Reza – traduzione Federica Di Lella e Lorenza Di Lella – regia e scene Emanuele Conte – con Luca Mammoli, Enrico Pittaluga, Graziano Siressi di Generazione Disagio – costumi Daniela De Blasio – luci Matteo Selis – attrezzeria Renza Tarantino – assistente alla regia Alessio Aronne – permission granted by Thaleia Productions – produzione Fondazione Luzzati/Teatro della Tosse

Una commedia crudele e divertente sull'amicizia, scritta da Yasmina Reza e tradotta in circa trenta lingue. In una stanza, i tre protagonisti, si confrontano sulla qualità artistica di un quadro completamente bianco discutendo sul prezzo d'acquisto per il quale è stato comprato da uno dei tre. La discussione diviene ben presto un dibattito dai toni accesi sull'arte contemporanea e sfocia in un violento litigio che non riguarda più l'arte ma il rapporto di amicizia tra i protagonisti. L'autrice dimostra quanto anche un rapporto profondo come l'amicizia nasconda insidie insospettabili. I dialoghi serrati raccontano di come i tre amici, non riescano a comunicare realmente, arrivando a incrinare, forse in modo irreparabile il loro rapporto.

Teatro Leonardo
15-20 novembre
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

PROMO ART

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1202  (15€ +prev.)

 

ACQUISTA!

 


 

Ladies Body Show

 

ricerca materiali Francesca Albanese, Silvia Baldini, Silvia Gribaudi, Laura Valli – regia Silvia Gribaudi, Matteo Maffesanti – con Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli – collaborazione drammaturgica Marta Dalla Via – luci Paolo Tizianel – produzione Qui e Ora Residenza Teatrale e Zebra

Ladies Body Show è uno spettacolo nato prima della pandemia, rimasto come tutto il mondo sospeso e tornato a vivere nel 2021. Il corpo e la consapevolezza di come scegliamo sono al centro del lavoro, corpo come carne, guardato, massacrato, giudicato, abbandonato, ricostruito, accettato o allontanato. Una carne, quella dell'essere umano, sempre sotto un giudizio pesante, capace di limitare o esaltare. Come selezioniamo le cose e le persone che ci circondano? I nostri occhi e il nostro cervello operano una selezione in base ai nostri gusti personali, alle nostre emozioni, al nostro vissuto... Quanto siamo influenzati dalle immagini? Dagli stereotipi? Dall'esterno che ci circonda? Quanto vale un attore? Quanto vale un personaggio? Quanto vale il pubblico? Quanto vale scegliere?

Teatro Litta
17 - 19 movembre
giovedì/venerdì ore 20.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 GRIBAUDI X 2 
My place + Ladies bodies show ➡️20€ (+prev) 
Acquista i biglietti per entrambi gli spettacoli e fai un viaggio nel teatro che parla del presente!

 

PROMO GRIBAUDI

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1278 (12€ +prev.)

 

ACQUISTA!

 

ACQUISTA GRIBAUDI X 2!

 


 

My place

il corpo e la casa

 

ricerca materiali Francesca Albanese, Silvia Baldini, Silvia Gribaudi, Laura Valli – regia Silvia Gribaudi – con Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli – assistente alla regia Roberto Riseri – disegno luci Silvia Gribaudi e Domenico Cicchetti – technical care Paolo Tizianel – foto Michela Di Savino – un progetto di Qui e Ora Residenza Teatrale

In scena tre corpi nudi – o meglio in biancheria intima – volutamente messi in evidenza: masse corporee vive e non censurate, vere e ben diverse da quelle che ancora oggi siamo abituati a vedere in mostra sui giornali, su internet, in televisione. Tre donne non più giovani ma non ancora vecchie, certamente non perfette. Ma belle. Perché autentiche. E disposte, in uno show surreale, ad offrirsi al pubblico per quello che sono, corpi senza casa né spazio, sfrattate dal proprio io, lanciate a inseguire, divorare e moltiplicare le proprie ombre. Con passo leggero e sguardo ironico e tragicomico sul femminile. Il corpo – casa è l'immaginario intorno a cui si sviluppa il lavoro di scena, da quel luogo le attrici partono per svelare momenti di fragilità e di bellezza, per restituire spaccati di intimità, per disvelare un posto segreto, un luogo fisico o uno spazio dentro di noi, comunque territorio della visione. Poche parole, quadri visivi, corpi in movimento. Un racconto fisico che va a indagare i luoghi dell'intimo.

Teatro Litta
15 - 16 novembre
martedì/mercoledì ore 20.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

MARTEDÌ 15 NOVEMBRE, al termine della Prima di MY PLACE, Silvia Gribaudi, Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli, attraverso un dialogo con la giornalista Daniela Monti, incontreranno il pubblico presente in sala.

GRIBAUDI X 2 
My place + Ladies bodies show ➡️20€ (+prev) 
Acquista i biglietti per entrambi gli spettacoli e fai un viaggio nel teatro che parla del presente!

PROMO GRIBAUDI

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1278 (12€ +prev.)

 

ACQUISTA!

 

ACQUISTA GRIBAUDI X 2!

 



L'anno sabbatico


di Valeria Cavalli – regia Alberto Oliva – con Arturo di Tullio, Monica Faggiani, Flavia Marchionni – un ringraziamento particolare a Ganci Argenterie, La Sala dei Venti (@artisti7607) e Modelli di Comunicazione – produzione Teatro de gli Incamminati

Nel XVII e XVIII secolo si chiamava "Gran Tour" ed era un viaggio di formazione che i giovani nobili anglosassoni facevano nell'Europa continentale. Ai giorni nostri è "l'anno sabbatico" conosciuto anche come "the gap year" per quelli che non possono fare a meno di usare parole straniere: un periodo dedicato ad accrescere la propria autonomia e autostima, ed esplorare il mondo, acquisendo gli strumenti e la sicurezza per affrontarlo. Ed è proprio il caso di Elisa il cui anno sabbatico post maturità è durato ben 15 mesi e finalmente è attesa al suo ritorno a casa dai genitori impazienti di conoscere non solo le sue esperienze vissute ma anche le sue decisioni in merito al suo futuro. Ma quella che doveva essere un'allegra cena di benvenuto sarà la scintilla che farà scattare sentimenti mai esplicitati, rancori sopiti, sottili ipocrisie fino ad arrivare a svelare scomode verità. E i veri protagonisti, i due genitori che agli occhi del mondo sembravano una coppia collaudata e ben assortita, calano la maschera indossata per anni mostrandosi finalmente per quello che sono.


La Cavallerizza
8 - 13 novembre
martedì/domenica ore 19.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45



ACQUISTA!



 

Profumo

Messa in scena di un'assenza

 

testo Gianpaolo Pasqualino – regia Daniele Turconi – con Salvatore Aronica, Yuri Casagrande Conti, Ludovico D'Agostino, Daniele Turconi e Laura Valli – produzione Manifatture Teatrali Milanesi - Direttore di produzione Elisa Mondadori

Come si rappresenta qualcosa che non c'è più?
Quanto può essere ingombrante una mancanza?
Quattro attori mettono in scena la storia di un'assenza.
La sera prima del matrimonio del fratello Medio, Piccolo e Grande si ritrovano a casa della Madre, sospesi in una lunga notte si confrontano con un presente che non riconoscono più. Persi in quel caos di relazioni che solo la famiglia può creare, ognuno subisce le scelte degli altri, mettendo in discussione una vita coperta dall'ombra di un padre lontano, che forse così lontano non è mai stato.

Teatro Leonardo
3-13 novembre
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


POSTI LIMITATI E NON NUMERATI

PROMO PROFUMO

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1729 (12€ +prev.)

 



ACQUISTA!

 



PARTONO I CORSI DI TEATRO GROCK!!!

Posti in esaurimento!!!


Prenota subito una delle ultime prove gratuite di quest'anno.
Scoprirai che il Teatro rivoluziona la Vita. Anche la tua.
Ecco il calendario di tutte le lezioni programmate settimanalmente in cui sarà data la possibilità, a pochissimi, di fare la prova gratuita.


Lunedì 17/10/2022

Dalle 20 alle 23
Classe condotta da Isabella Perego
1 posto

Lunedì 17/10/2022
Dalle 20 alle 23
Classe condotta da Benedetta Marigliano
2 posti

Martedì 18/10/2022
Dalle 18 alle 21
Classe condotta da Debora Virello
2 posti

Mercoledì 19/10/2022
Dalle 19 alle 22
Classe condotta da Filippo Renda
2 posti

Giovedì 20/10/2022
Dalle 19 alle 22
Classe condotta da Simone Severgnini
1 posto

Venerdì 21/10/2022

Dalle 10:30 alle 13:30
Classe condotta da Tiziana Colla
4 posti

Venerdì 21/10/2022
Dalle 19 alle 22
Classe condotta da Pietro De Pascalis e Isabella Perego
3 posti

Sabato 22/10/2022
Dalle 10:30 alle 13:30
Classe condotta da Fabrizio Bianchi
1 posto


Per iscriverti ad una lezione di prova gratuita
Chiama o manda un Whatsapp al 333 406 0707
Oppure Scrivi scuolagrock@mtmteatro.it
(la prenotazione è obbligatoria)

Grock scuola di teatro
Formiamo attori e artisti dal 1974
Via Emanuele Muzio, 3 – Milano
MM3 - Sondrio
Seguici su instagram e facebook



CORSI GROCK-SCUOLA DI TEATRO!



 

CLUB TEATRO - RADIO BLABLA

 

Trasmissione di Antonio Syxty su RADIO BLABLA NETWORK

Club Teatro è un magazine radiofonico settimanale che va in onda il lunedì su teatro e cultura correlata. Uno spazio per informazioni, notizie, interviste e speciali live con i protagonisti della scena milanese e italiana. Approfondimenti e curiosità sul 'dietro le quinte' della scena e del making of di produzioni di prosa, musical, danza, e performance di tendenza della nuova scena italiana, con i protagonisti amati dal pubblico e uno spazio speciale dedicato al mondo di MTM - Manifatture Teatrali Milanesi e a tutte le sue attività di spettacolo e di formazione teatrale di musical e prosa. Il magazine è condotto in studio da Antonio Syxty, protagonista della scena teatrale milanese e italiana dagli anni '80. Regista e artista visivo, attualmente coordinatore artistico di MTM - Manifatture Teatrali Milanesi.

Tutti i lunedì dalle 18 alle 20 su Radio Blabla Network

 

CONTEST PER TU SEI LA BELLEZZA

Segui la trasmissione LUNEDI' 17 OTTOBRE: i primi 3 ascoltatori che si scriveranno a stampa@mtmteatro.it, riceveranno 2 omaggi per lo spettacolo TU SEI LA BELLEZZA!

 


 

Tu sei la bellezza

 

testo e regia Alberto Milazzo – con Giuseppe Lanino e Alessandro Quattro
vincitore del premio di drammaturgia Carlo Annoni 2021 - con il contributo di NEXT 2022 – scene di Guido Buganza – costumi MSGM – immagine locandina "Annunciazione 2018" di Gonzalo Orquin, 90×70, olio su tela – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Andrea e Leonard vivono in un appartamento in una città d'Italia non meglio specificata. Durante la pandemia di Covid, passano la notte di Capodanno in casa, da soli. L'intero palazzo è svuotato di gente. La città sembra quasi abbandonata. Andrea è un drammaturgo. Per la sera di Capodanno è stata organizzata la prima del suo ultimo testo teatrale. La pandemia ha imposto logiche nuove al mondo dello spettacolo e una prima per Capodanno vuole essere un modo per lanciare un messaggio di speranza. All'apertura del sipario, Andrea e Leonard stanno ringraziando e salutando le persone che si sono collegate prima di chiudere soddisfatti il collegamento. Leonard è un libraio, trasferitosi in Italia dall'Inghilterra per seguire il compagno Andrea. A Leonard è ispirato il testo appena andato in scena e scritto da Andrea. A Leonard è stata diagnosticata la sindrome bipolare di tipo 2. Andrea ha scritto il testo per evidenziare le complicazioni che la pandemia ha creato nelle persone con una fragilità psichica come Leonard. Fra Andrea e Leonard si aggira la figura di un cane, che loro chiamano "il cane di Churchill" o anche solo Churchill. Churchill chiamava "cane" la sua depressione. Solo Leonard può vederlo, ma Andrea si è abituato ad averlo intorno come fosse un cane vero. Dovranno farci i conti più che mai durante la pandemia, perché il cane di Churchill non è mai stato così ringhioso come adesso.

Teatro Litta
21 ottobre - 6 novembre

martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

spettacolo inserito in Invito a Teatro tagliando MTM - spettacolo presentato all'interno di Next 2021/22
Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

PROMO BELLEZZA

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1651 (15€ +prev.)

 


ACQUISTA!

 


 

Cirano di Bergerac

 

di Edmond Rostand - traduzione Franco Cuomo - adattamento Corrado d'Elia - con Corrado d'Elia, Chiara Salvucci, Giacomo Martini, Francesco Cordella, Angelo Zampieri, Marco Brambilla, Sara Dho, Marco Rodio, Denise Ponzo, Nikolas Lucchini, Stefano Massari, Andrea Pellizzoni, Marco Possi - regia Corrado d'Elia - assistenti alla regia Marco Brambilla e Marco Rodio - scene Fabrizio Palla - foto di scena Angelo Redaelli - tecnici luci Marco Meola, Alessandro Tinelli - tecnico audio Matteo Gobbi - grafica Chiara Salvucci - organizzazione Valentina Tessari, Afra De Santi - produzione Compagnia Corrado d'Elia

Torna l'attesissimo cult della Compagnia Corrado d'Elia e festeggia 25 anni di successi.
Uno spettacolo che ha fatto la storia, con oltre mille repliche in tutta Italia in circuiti istituzionali e indipendenti, migliaia di fan, centinaia di articoli sui giornali, questo Cirano sembra davvero non sentire gli anni che ha.
Eppure sembra ieri il debutto di questo sorprendente spettacolo in un piccolo teatro milanese che nel tempo ha via via appassionato un numero sempre crescente di pubblico e di fan, diventando prima un vero e proprio manifesto generazionale e poi un autentico cult del teatro italiano.
Virtuoso insuperabile della spada e della parola, Cirano pagherà con la morte la sua diversità e il rifiuto delle convenzioni sociali, dell'asservimento politico e culturale, del conformismo ideologico. Verrebbe da dire un esempio per il nostro tempo.
Con momenti d'intensa fisicità e nella maniera visionaria e sentita cui Corrado d'Elia ci ha abituato, svestito delle piume del romanticismo e delle facili rime, tradotto in prosa, questo Cirano affascina ancora per la fedeltà irremovibile ai suoi sogni.

 

Teatro Leonardo
20-30 ottobre

martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

 

ACQUISTA!

 



Le disobbedienti

e le prove de "Il gabbiano" di Cechov


elaborato finale dei neo diplomati MTM Scuola Grock anno 2021/2022 – drammaturgia e regia a cura di Antonio Syxty e Susanna Baccari – con Rachele Bonini , Maddalena Borghesi, Cecilia Braga, Pietro Cavaglieri, Margherita Caviezel, Nicola Fadda, Elisa Mercurio, Matilda Morosini, Giorgia Paolillo, Ludovica Tagariello, Cecilia Uberti Foppa, Giulia Villa – disegno luci Fulvio Melli – scene e costumi Francesca Biffi – staff tecnico Luna Marotti e Ahmad Shalabi – direttore di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Cecilia e Cecilia, Elisa, Giorgia, Giulia, Ludovica, Maddalena, Margherita, Matilda, Nicola, Pietro, Rachele sono una compagnia di teatro; si definiscono tali dopo aver vissuto insieme per 4 anni studiando il teatro, praticandolo, vivendolo uniti con i propri insegnanti. Si sentono insieme e uniti dal teatro, ma anche dalla vita che il teatro evoca. E alla fine di questa strada si propongono di "disobbedire" alla vita e lo fanno proprio attraverso il teatro. Il teatro è forse ancora una disobbedienza alla vita, perché della vita diventa "lo specchio", una metà oscura e affascinante. C'è anche un'altra disobbedienza, ovvero fare le prove de "Il gabbiano" di Cechov per parlare di arte e vita con e attraverso Nina, Kostja, Arkadina, Dorn e tutti i personaggi coinvolti dalla letteratura e dalla vita personale dello stesso Anton Cechov. Queste "prove" sono a loro volta anche le lettere di Cechov, gli appunti e le "disobbedienze" di Stanislavskij e Nemirovic, le considerazioni di Peter Stein, André Gregory, Luca Ronconi, Marco Bellocchio, ma anche i romanzi di Lidia Avilova e Ivan Bunin.

Elaborato finale dei neo diplomati MTM Scuola Grock anno 2021/2022

Teatro Litta
8-16 ottobre
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


Info e prenotazioni. biglietteria@mtmteatro.it / 02.86.45.45.45


PROMO DISOBBEDIENTI

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 0703 (10€ +prev.)



ACQUISTA!




ISCRIVITI A GROCK!!!

Partecipa alle prossime lezioni dimostrative

Vuoi provare senza impegno il nostro modo di fare Teatro? Hai sempre sognato un posto in cui poter sperimentare il tuo desiderio di espressione? Hai voglia di lasciar vedere tutto il tuo mondo interiore?
Prenota subito la tua lezione di prova gratuita
Scoprirai che il Teatro fa bene alla Vita. Anche alla tua.
 
Ecco il calendario delle lezioni di settembre con corsi di Teatro per tutte le età.
Dai più ludici ai professionalizzanti.
 
Mercoledì 28 settembre 2022
Dalle 17:00 alle 18:00
Lezione di prova corso Preadolescenti
Condotta da Salvatore Aronica
Età: 11/13 anni
 
Dalle 18:30 alle 19:30
Lezione di prova corso Adolescenti
Condotta da Salvatore Aronica
Età: 14/17 anni
 
Venerdì 30 settembre 2022
Dalle 19:00 alle 20:00
Lezione di prova Primo Anno
Condotta da Debora Virello
Età: 18/40 anni
 
Sabato 1 ottobre 2022
Dalle 11:00 alle 12:00
Lezione di prova Primo Anno
Condotta da Pietro De Pascalis
Età: 18/40 anni
 
Grock scuola di teatro
Formiamo attori e artisti dal 1974
Seguici sui nostri canali social

Per iscriverti ad una lezione di prova gratuita
Chiama o manda un Whatsapp al 333 406 0707
Oppure Scrivi scuolagrock@mtmteatro.it

(la prenotazione è obbligatoria)



GROCK SCUOLA DI TEATRO!




FESTIVAL HORS

Bando laboratori gratuiti

Anche quest'anno, dopo la bellissima esperienza della passata edizione, il focus del festival è posto sulla formazione gratuita per artiste e artisti under35 e sul debutto di due spettacoli creati da compagnie emergenti, nel desiderio di rendere tutti gli spazi del Teatro Litta sempre più un luogo di scambio artistico, professionale e umano.

Dal 19 settembre al 1 ottobre, quattro realtà artistiche della nuova scena italiana, proporranno altrettanti laboratori gratuiti per artiste e artisti under35. Lo stesso farà Stratagemmi con un laboratorio di critica teatrale. Giovedì 29 e venerdì 30 settembre debutteranno i nuovi spettacoli della compagnia radiceibrida e Ksenija Martinovic e sabato 1 ottobre festeggeremo la conclusione del festival con un djset nel cortile del Teatro Litta.

Stefano Cordella e Filippo Renda

PROGRAMMA DEI LABORATORI GRATUITI
(per artisti under 35 – Il bando di iscrizione ai laboratori scade il 10 settembre!)

dal 19 al 23 settembre
Shitstorm
Frigoproduzioni

dal 19 al 23 settembre
Home: nostalgia
Stefano Cordella

dal 26 al 30 settembre
Ars moriendi
Domesticalchimia (Francesca Merli e Laura Serena)

dal 26 al 30 settembre
Amour, encore
nO (First dance. Think later) – Elena Gigliotti/Claudia Monti

dal 19 al 30 settembre
Il taccuino in sala prove: raccontare i processi creativi
Stratagemmi


Partecipa anche tu al Festival del teatro indipendente

Manda la tua candidatura entro il 10 settembre: festivalhors@gmail.com




SONO IN VENDITA GLI ABBONAMENTI PER LA NUOVA STAGIONE!


MTM La cura e l'artificio

Acquista l'abbonamento MTM La cura e l'artificio entro il 31 Agosto, per te un biglietto omaggio per La cena dei Cretini.


PROMO ESTATE


Prenota il tuo biglietto omaggio scrivendo a biglietteria@mtmteatro.it a partire da settembre!



 

La cena dei cretini

di Francis Veber – traduzione di Filippo Ottoni – regia Nino Formicola – con Nino Formicola, Max Pisu, Pietro De Pascalis, Claudio Intropido, Alessandra Schiavoni – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Questo testo è magico. Questo è uno dei pochi spettacoli che il pubblico all'uscita consiglia agli amici di andare a vedere. È una macchina comica perfetta, il "cretino" che come un elefante in un negozio di cristallerie distrugge la vita alla carogna che voleva farsi beffe di lui, unita a un risvolto tenerissimo che porta a un finale inaspettato. Chi non l'ha mai vista ha l'obbligo di venire a veder una delle commedie più divertenti mai scritta.
Chi l'ha già vista torni a rivederla, perché questo testo consente ai comici, quella cosa che il pubblico ama di più, l'improvvisazione.

La commedia "LA CENA DEI CRETINI" di FRANCIS VEBER è rappresentato dall'Agenzia Drama – Suzanne Sarquier – 24 rue Feydeau, 75002 Paris – Francia ed in Italia dall'Agenzia D'Arborio – Paola D'Arborio – Via San Godenzo, 79 – 00189 Roma

 

Teatro Leonardo
dal 21 Settembre al 16 Ottobre
mercoledì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

 

Per info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 02.86.45.45.45

 

ACQUISTA

 

PROMO CRETINI 

PROMO ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1703 (15€ +prev.)

 



LEZIONI DIMOSTRATIVE GROCK SCUOLA DI TEATRO

Prenota la tua lezione dimostrativa

Dal mese di giugno fino ad ottobre apriamo le porte della nostra Scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare Teatro.
Scoprirai che fa bene alla Vita. Anche alla tua.
Scegli la lezione di prova giusta per te.
 
CALENDARIO LEZIONI DI PROVA GRATUITA MESE DI SETTEMBRE
 

Giovedì 8 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Bimbi
Condotta da Chiara Pellegatta
Dagli 8 ai 10 anni

Venerdì 9 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Preadolescenti
Condotta da Chiara Pellegatta
Dagli 11 ai 13 anni
Se questo è il corso che stavi cercando clicca qua

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Adolescenti
Condotta da Salvatore Aronica
Dai 14 ai 18 anni

Sabato 10 settembre 2022

Dalle 10.30 alle 13.30
Workshop di prova Primo Anno
Condotto da Benedetta Marigliano e Simone Severgnini
Dai 18 ai 40 anni

Lunedì 12 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Bimbi
Condotta da Giulia Marchesi
Dagli 8 ai 10 anni
Se questo è il corso che stavi cercando clicca qua

Dalle 20.00 alle 21.00
Lezione di prova Corso Senior
Condotta da Tiziana Colla
A partire dai 40 anni

Martedì 13 settembre 2022

Dalle 19.00 alle 20.00
Lezione di prova Primo Anno
Condotta da Isabella Perego
Dai 18 ai 40 anni

Mercoledì 14 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Teatro Danza Adolescenti
Condotta da Susanna Baccari
Dai 15 ai 18 anni

 Dalle 18.30 alle 19.30
Lezione di prova Teatro Danza Base
Condotta da Susanna Baccari
Dai 18 ai 40 anni

Giovedì 15 settembre 2022

Dalle 17.00 alle 18.00
Lezione di prova Corso Preadolescenti UK
Teatro in lingua inglese
Condotta da Alessandro Guetta
Dagli 11 ai 13 anni

Dalle 18.00 alle 19.00
Lezione di prova Corso Adolescenti UK
Teatro in lingua inglese
Condotta da Alessandro Guetta
Dai 14 ai 17 anni

Venerdì 16 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Adolescenti
Condotta da Salvatore Aronica
Dai 14 ai 17 anni

Domenica 18 settembre 2022

Dalle 17.00 alle 21.00
Happening Grock
Con i docenti dei primi e dei secondi anni
Dai 18 ai 40 anni

Durante l'happening ci saranno molte lezioni, ma soprattutto la possibilità di parlare con gli insegnanti e quella di incontrare gli allievi in corso che stanno facendo l'esperienza. Un modo totalmente immersivo di vivere la realtà della scuola e capire se Grock è quello che stai cercando. E chissà che altro...

Lunedì 19 settembre 2022

Dalle 17.30 alle 18.30
Lezione di prova Corso Preadolescenti
Condotta da Salvatore Aronica
Dagli 11 ai 13 anni

Martedì 20 settembre 2022

Dalle 20.00 alle 21.00
Lezione di prova Corso Senior
Condotta da Tiziana Colla
A partire dai 40 anni


Per prenotare la tua lezione dimostrativa gratuita
Chiama o manda un Whatsapp al 333 406 0707

Oppure Scrivi scuolagrock@mtmteatro.it
(prenotazione obbligatoria)



 

Cyrano sulla luna

di Luca Chieregato – regia di Luca Chieregato e Pietro De Pascalis – con Pietro De Pascalis – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

 

Abbiamo preso Cyrano, quello del naso, quello dell'apostrofo rosa fra le parole ti e amo, quello di Rossana, il poeta spadaccino, e l'abbiamo mandato sulla Luna. Lui ha sempre sognato di andarci lassù. Ora che è morto da poco, le sue parole ancora sfiorano l'eco dell'aria...e finalmente arrivano lì. Lei, la Luna, non lo riconosce e fa domande bambine: che cos'è il teatro? E la verità? Cos'è il vento? Hai amato davvero? A riascoltarla così, questa storia, non sembra nemmeno la stessa. A riannodare il filo tessuto di parole, una per una...le parole appunto. Quante parole, in amore. Cyrano ripercorre tutta la sua storia, naviga lieve nella memoria e ricorda, dimentica, rivive. In scena c'è solo lui, Cyrano; gli altri sono fantasmi, ombre, guizzi di luce. A fargli compagnia c'è una luce di Luna, una terra azzurra immersa nel buio da spiare da lontano, e le sue parole.

Teatro Leonardo
27 Giugno - 9 Luglio

lunedì/sabato ore 20.30
Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

PROMOCYRANO

Promozione online: 10€ (+ prev.) - CODICE SCONTO: 1237

 

ACQUISTA

 


Una favola sulle punte

Le Milanesi – Sciure, gagarelle e...ariose

dedicato a Filippo Crivelli – a cura di Valeria Cavalli – con Monica Faggiani e Valentina Ferrari – voce e chitarra Lorenzo Castelluccio – pianoforte e tastiere Carlo Zerri – grafica realizzata da Andrea Finizio

C'era una volta Carolina Fracci che, proprio come Cenerentola, quando è ammessa nella prestigiosa scuola di ballo della Scala, sopporta a testa alta le prese in giro di chi si divertiva a storpiare il suo nome in Carla Stracci e con tenacia, determinazione e tanto talento diventa una star internazionale applaudita in tutti i più importanti teatri, ma anche nei tendoni, nelle piazze, nelle chiese. Carla Fracci interpreta i più grandi balletti della tradizione classica, volando sulle sue leggendarie punte, e si lancia con coraggio anche nel repertorio contemporaneo, difende i diritti degli artisti ed è amata non solo dal pubblico, ma anche da poeti come Montale o Eduardo e registi come Visconti, Fellini e Bolognini. La Carla sapeva che indossare quei vaporosi tutù era il premio per la fatica, il sudore e le ore e ore che passava, disciplinatamente, in sala prove a ripetere quel passo, a migliorare quell'arabesque, a provare ancora una volta quella variazione. E la favola della Carla, lo spinazitt con la schiena dritta e i capelli raccolti in una stretta crocchia, comincia così: davanti alla Scala, alla fermata del tram 1 guidato dal suo papà Luigi.

La Cavallerizza
dal 17 al 19 Giugno 

venerdì/domenica - ore 19.30
Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45


PROMOCARLA

Promozione online: 10€ (+ prev.) - CODICE SCONTO: 1048



 

LA CURA E L'ARTIFICIO

ANTICIPAZIONI STAGIONE 2022/23

Il Presidente Gaia Calimani e tutti noi di MTM siamo felici di invitarvi alla nostra festa, per raccontarvi la prossima stagione e brindare con voi.

Protagonisti:
i curatori artistici di MTM – Antonio Syxty, Gaetano Callegaro, Valeria Cavalli
Assessore alla Cultura del Comune di Milano – Tommaso Sacchi
Alcuni artisti della stagione

A seguire dj set di Filippo Renda
Chiacchiere, aperitivo e festeggiamenti!
 

Martedì 21 Giugno
dalle 18 in poi

 

MTM TEATRO LITTA, Corso Magenta 24

 



Festival Amleta

Immaginare il possibile


Quattro giorni di festa con momenti di spettacolo, incontri, eventi, approfondimenti dedicati alle donne proposti e coordinati dalle attrici di Amleta:

26 maggio ore 19.30

Vedere è Potere- ConTest Amleta

Vedere è Potere, drammaturgia femminile in Europa | Panel Amleta – Pav/Fabulamundi
Ospiti Denise Duncan e Helena Tornero (Spagna), Anne Jelena Schulte (Germania), Elise Wilk (Romania) e Nathalie Fillion (Francia).

Premiazione ConTest Amleta
Giuria: Maria Rosa Cutrufelli, PAV/Fabulamundi, Giacomo Ferraù, Tobia Rossi, Luce Santambrogio, Gruppo Test Amleta.

Reading Drammaturgia vincitrice del contest a cura delle attrici di Amleta

27 maggio ore 19.30

Sulla nostra pelle- Apriamo le stanze di Barbablù

La rappresentazione della violenza
Marina Senesi "Doppio taglio"
Silvia Gallerano, progetto "Svelarsi".

L'impegno di Amleta contro la violenza
Giulia Morello – Never Again – il contest contro la vittimizzazione secondaria.

Apriamo le stanze di Barbablù
lettura di alcune testimonianze emerse dalla campagna apriamo le stanze di Barbablù.

28 maggio ore 19.30
Essere nel mondo- Appartenenza e rivendicazione

Proiezione cortometraggio d'animazione "HairLove" di Matthew A. Cherry (Oscar al miglior cortometraggio d'animazione 2020) a seguire, intervento dell'attrice Ira Fronten

Spettacolo "Le Rinchiuse"
a cura di Tiziana Bergamaschi

A seguire Talk
Intervento Amnesty International
Lettura del dodecalogo di Amleta: Come sopravvivere a un attacco razzista

29 maggio
ore 16.00 Fiabe di ogni genere

Laboratorio interattivo sulle fiabe e sui ruoli di genere condotto da Amleta

ore 19.30 Sterile, nubile, vedova e orfana. Declinazioni di un'attrice
Letture a cura delle attrici di Amleta

Presentazione pubblica dei risultati del questionario sulla genitorialità realizzato da Amleta

Teatro Leonardo
dal 26 al 29 Maggio

da giovedì a domenica

Prossimamente in vendita

SCOPRI DI PIÙ!



 

 

Blue Thunder

"La mia vita è quella in cui si ha paura che succeda qualcosa e poi succede".

 

regia Mauro Lamanna – drammaturgia Padraic Walsh – con Marco Cavalcoli, Mauro Lamanna, Gianmarco Saurino – traduzione Maurizio Pepe – sonorizzazione del vivo Daniele Greco – disegno luci Andrea Jose Di Pasquale – organizzazione generale Pietro Monteverdi – produzione Divina Mania srls

1 taxi. 3 uomini. 40 minuti per salvare una famiglia.
Sono le 3 del mattino in una piccola città dell'Irlanda. Il nightclub è chiuso e Brian non prenderà altre corse fino a domani. Ma, quando i suoi figli ubriachi si presentano chiedendo un passaggio a casa, diventa chiaro che la notte è appena iniziata. Avviene tutto nel suo taxi. Stasera Brian e i suoi due figli parleranno di come sistemare le loro vite mentre, in piena fame chimica, mangiano il loro cibo spazzatura da asporto.
L'opera teatrale di Padraic Walsh, fortemente coinvolgente, pone una lente di ingrandimento su una famiglia ormai in frantumi della media borghesia irlandese. Divertente e straziante a fasi alterne, Blue Thunder esamina i concetti di virilità, di salute mentale, e cosa succede quando la vita non va secondo i piani.

 

Teatro Leonardo
dal 19 al 21 Maggio

giovedì/sabato ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

 

 

ACQUISTA!
 

 

PROMOBLUETHUNDER: 12€ (+ prevendita)

ONLINE - clicca su ACQUISTA e inserisci il codice: 1764

 



Le sorelle Diabolike

Le Milanesi – Sciure, gagarelle e...ariose


dedicato a Filippo Crivelli – a cura di Valeria Cavalli – con Monica Faggiani e Valentina Ferrari – voce e chitarra Lorenzo Castelluccio – pianoforte e tastiere Carlo Zerri – grafica realizzata da Andrea Finizio

È il primo novembre del 1962. Esce in edicola un nuovo fumetto dal titolo Il re del terrore. Il protagonista, Diabolik, è un ladro crudele e un avventuriero che non esita a commettere crimini efferati pur di portare a termine colpi milionari. A crearlo Angela e Luciana Giussani, due "signorine di buona famiglia" che mostrano da subito un temperamento indipendente staccandosi dal modello femminile dominante di quegli anni. Donne creative che si affermano in un mondo maschile sfidando gli uomini sul terreno di narrazioni intrise di violenza e di cattiveria, dove i personaggi femminili aprono un nuovo corso a donne indipendenti ed emancipate. Non verranno fermate dagli attacchi della censura e dall'accusa di produrre un fumetto diseducativo; la loro casa editrice Astorina diventa sempre più forte e autonoma e si dimostrerà sempre al passo con i tempi e con l'Italia che cambia. I protagonisti del fumetto diventeranno testimonial di numerose campagne sociali e le loro autrici affronteranno temi importanti quali eutanasia, droga e omosessualità. Angela e Luciana prendono spesso posizioni decise a favore dei diritti civili: Diabolik sarà l'unico fumetto in cui verrà pubblicato l'invito a votare a favore del divorzio. Imprenditrici di successo, donne volitive ed indipendenti, creatrici visionarie e appassionate: raccontare la loro storia sarà un privilegio.

Teatro La Cavallerizza
dal 13 al 15 Maggio

venerdì/domenica ore 19.30

PROMODIABOLIKE 10€ + prevendita

nfo e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1221



ACQUISTA!



 

La Scienza in Valigia
#Scienzacolo

 

L'obiettivo del progetto è comunicare concetti difficili con parole semplici, raccontando la scienza dal Big Bang ai giorni nostri attraverso musica ed esperimenti che coinvolgono il pubblico per spiegare concetti scientifici come gli atomi (per esempio rappresentando un atomo gigante con le persone), l'energia, la rete e i social

voce e chitarra Marco Santarelli – voce Nicole Massanisso – chitarra Maurizio Paludi – basso Francesco D'Alessandro – coordinamento e relazioni esterne Valentina De Iuliis – comunicazione Noemi Narcisi
all'interno del Festival Margherita Hack 2022 – Divulgazione Scientifica dal Vivo

La Scienza in Valigia è un progetto di divulgazione scientifica nato negli anni di collaborazione e amicizia tra Margherita Hack e Marco Santarelli, direttore generale della Fondazione Margherita Hack, che si sviluppa in diverse modalità, dal libro (Ed. Arkhè), al format tv, che conduceva Santarelli, (andato in onda su Marcopolo, AlmaTv, al canale 5065 di Sky e al 65 del dgt, Rai 4, Rai 5 e ora in onda su BFC Video – Sky 511, Tivusat61, 260 dgt – e in streaming su www.ilsole24ore.com e www.bfcvideo.com), al cd musicale e allo spettacolo teatrale #Scienzacolo.

 

Teatro Leonardo
11 maggio

mercoledì ore 20.30

PROMOBARBASCURA - 12€ + prevendita 

se porti in cassa il biglietto acquistato per la prima serata del
Festival Margherita Hack "Amore bestiale" di Barbascura X 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

 

ACQUISTA!

 


 

ABBAdream
the ultimate Abba Tribute Show

 

Scalda la voce, sfoggia il tuo outfit anni 70 preferito e preparati a scatenarti sulle note delle fantastiche canzoni degli ABBA!
"Mamma mia!", "Dancing Queen", "Waterloo" e tutte le più grandi hits della band che ha segnato un'epoca interamente cantate e interpretate dal vivo in un tributo per omaggiare il famoso gruppo pop svedese.

produzione Rockopera & Stage 11

Gli ABBA sono stati il gruppo musicale pop svedese di maggior successo. Si stima che abbiano venduto oltre 375 milioni di dischi in tutto il mondo, rendendoli uno dei gruppi più popolari nella storia della musica leggera. 
ABBAdream è un vero e proprio fenomeno: 15.000 amici su Facebook e i fan della band svedese che accorrono in teatro per rivivere le emozioni attraverso canzoni indimenticabili. Il primo tour teatrale di ABBAdream ha registrato sold-out a Milano, Firenze, Padova e le serate sono occasione di grande divertimento ... tutti in piedi ... a teatro si può anche ballare!
 
Da non perdere!

RADIO DIMENSIONE SUONO SOFT è Radio Partner

Teatro Leonardo
dal 4 al 6 maggio
mercoledì/venerdì ore 20.30

 

PROMOABBA 1 biglietto a 15€ + 2,20 € di prevendita fino al 18 maggio compreso per le date 4/5 maggio

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

 

ACQUISTA!

 



La vita salva


Ci fa sorridere e ci commuove, ci avvicina così tanto a quello che racconta da farci venire un dubbio: riguarda anche noi tutto questo?

di e con Silvia Frasson – patrocinio A.I.D.O. Toscana – produzione Archetipo/in collaborazione con il Festival Montagne Racconta/Tedavi98

Un gruppo di ragazzi che corrono. Una giovane donna riceve una proposta inaspettata. Un fratello che non vuole tornare a casa per cena, una ragazzina scrive i sogni su un quaderno, una signora si tinge i capelli perché vuole cambiare vita. Ci sono scelte da fare e il tempo è poco. Ci sono mani che si stringono e paure che si vincono. Qualcuno che aspetta, qualcun altro viene colto dall'imprevedibile, qualcuno non ha scelta, a qualcun altro viene data un'altra possibilità. Insomma, c'è la vita, sempre e nonostante tutto. La storia è l'incrocio di più storie, di più vite, di più personaggi. Ne seguiamo col fiato sospeso l'avvicendarsi, la trama si snocciola piano piano, si scopre pezzo dopo pezzo e ci lascia in apnea. La vita e la morte passano di mano in mano a tutti i personaggi, li attraversano, in momenti diversi, in modi diversi, con richiami diversi. In scena un'attrice, da sola, ci trasporta attraverso tutte queste vite, tutte queste storie. 

Teatro La Cavallerizza
dal 3 al 4 maggio

martedì e mercoledì ore 20.30

PROMOVITASALVA 10€ + prev. 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA e inserisci codice 1459



 

La merda

 

Ritorna Silvia Gallerano, la prima attrice italiana a vincere
The Stage Award for Acting Excellence.

di Cristian Ceresoli – con Silvia Gallerano – foto Marco Pavanelli – produzione Frida Kahlo Productions/Richard Jordan Productions/Produzioni Fuorivia – in collaborazione con Summerhall e Teatro Valle Occupato – direttore tecnico Giorgio Galliano

La Merda si manifesta come la rivoltante confidenza pubblica di una "giovane" donna "brutta" che tenta con ostinazione, resistenza e coraggio di aprirsi un varco nella società delle Cosce e delle Libertà. Un fenomeno che ha da tempo rotto i confini del teatro ed è seguito come un concerto rock, con un'accoglienza clamorosa in tutto il mondo, da Londra a Vancouver, da Adelaide a Berlino, registrando da sette anni consecutivi il tutto esaurito ovunque.
Il testo di Cristian Ceresoli è stato considerato "straordinario" dal Times ed è valso all'autore il Fringe First Award for Writing Excellence per la scrittura. Per la sua interpretazione "straordinaria, sublime e da strapparti la pelle di dosso" (The Guardian).

 

Teatro Leonardo
3 maggio 
martedì ore 20.30

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

 

 

ACQUISTA!

 


 

Urlando furiosa: 
un poema etico

Vale la pena battersi per battaglie considerate perse?
"Cos'è un gesto Epico?" chiese Urlando alla Luna.
"è un'impresa più grande di te che sai che potrebbe anche finire male ma che decidi ugualmente di compiere"
"ah" rispose Urlando e tornò a dormire.

scritto da Domenico Ferrari, Riccardo Piferi, Riccardo Pippa e Rita Pelusio – regia Riccardo Pippa – con Rita Pelusio – produzione PEM Habitat Teatrali/Anna Marcato

Vale la pena battersi per battaglie considerate perse?
"Cos'è un gesto Epico?" chiese Urlando alla Luna.
"è un'impresa più grande di te che sai che potrebbe anche finire male ma che decidi ugualmente di compiere"
"ah" rispose Urlando e tornò a dormire.
Urlando Furiosa è un buffone poetico e irriverente nato dalla fantasia di Rita Pelusio, attrice e autrice che da anni sperimenta un teatro che sappia essere al contempo comico e civile. Lo spettacolo che gioca con l'immaginario dell'epica, ci presenta un'eroina all'incontrario, piena di dubbi, in crisi, perennemente bastonata dalla realtà. Attraverso le sue riflessioni e il racconto delle sue battaglie perse si interroga sulle contraddizioni del presente e si chiede se ha ancora senso credere nell'incredibile, sfidare il cini¬smo e la disillusione, immaginare il futuro con più incanto.

Teatro Leonardo
Dal 27 al 29 aprile 
mercoledì/venerdì ore 20.30

PROMO URLANDO2022 15€ + prev. 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

 

 

ACQUISTA!

 



Donne nell'esplorazione spaziale


Una storia di discriminazione, sessismo e la battaglia per le pari opportunità sopra e sotto il cielo

di Adrian Fartade

Nel 1963, 2 anni dopo che Yuri Gagarin diventò il primo essere umano nello spazio, Valentina Tereshkova diventava la prima donna nello spazio! Ma il primato fu solo quello perché il programma spaziale sovietico non ebbe più donne ammesse fino agli anni '80. Per gli USA la prima donna nello spazio arrivò solo nel 1983 ed anche oggi rimangono circa 90% maschi gli astronauti che abbiamo lanciato nello spazio. Il problema è strutturale e culturale ed affonda le radici nel modo in cui pensiamo a ruoli di genere da secoli. Una visione, questa, che sta andando in crisi sempre di più, grazie anche a battaglie e traguardi ottenuti anche in ambito spaziale, tanto che la prossima persona a mettere piede sulla Luna dopo le missioni Apollo, quando alle donne era vietato fare le astronaute, sarà una donna e probabilmente è una di quelle che già fa l'astronauta!


Teatro Leonardo 
martedì 26 aprilre ore 20.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 


SCOPRI DI PIÙ!


ACQUISTA!



Text...

Getsemani (terzo cammino) Resurrezione

Voi chi dite che io sia?

È il terzo capitolo di un progetto che si è presentato in forma di performance relazionale, cercando – con quanti sono venuti a parteciparvi, il pubblico – di instaurare una relazione personale silenziosa e misteriosa.

progetto di performance relazionale site-specific di Antonio Syxty – con la collaborazione di Susanna Baccari – con Alberto Colombo, Carola Dehò, Flavia Marchionni, Ivana Petito, Gabriele Scarpino, Nicole Zanin – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Nel dicembre del 2019 – nel freddo dell'inverno – abbiamo scrutato il cielo distesi in terra, ci siamo abbracciati e commossi guardandoci negli occhi. A luglio del 2021 – nella calura estiva – abbiamo attraversato il tempo del Gòlgota, della croce e del sacrificio, rinunciando al contatto e alla prossimità fisica per via delle norme di sicurezza sanitaria. Nel 2022 il corpo galleggerà nel vuoto della Resurrezione, appeso alle travi del teatro, mentre chi vorrà venire e partecipare sarà sdraiato in terra sul palcoscenico del teatro, come in un letto di fortuna, come quando ci si rifugia nelle palestre dopo i disastri, su brande da campo. In alto, nel vuoto della torre scenica del Teatro Litta, i corpi degli attori/performer saranno sospesi in aria. Getsemani/Resurrezione vuole mettere in atto il concetto di "rinascita" non legata al corpo o alla vita eterna, ma in riferimento all'esperienza nuova alla quale possiamo tutti aspirare.

 

 

 

PROMOGETSEMANI 10€ + prev. 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 


Dal 23 aprile all'1 maggio 
da lunedì a domenica ore 21.00

 

SCOPRI DI PIÙ!

 


AVVISO AL PUBBLICO

CI SCUSIAMO PER IL DISAGIO

 

A causa di un problema tecnico riscontrato al Teatro Litta di Milano – lo spettacolo DECAMERON - una storia vera, debutterà venerdì 25 marzo 2022 al Teatro Leonardo.

Gl'Innamorati - il Musicarello sarà posticipato dal 5 al 10 aprile sempre al Teatro Leonardo.

Sarà nostra premura tenervi aggiornati sui prossimi spettacoli che avrebbero dovuto avere luogo al Teatro Litta.

Grazie
Lo Staff di MTM 

 



Decameron, una storia vera


In un'epoca in cui sembra essersi perso il senso del tragico noi che cosa abbiamo paura di perdere? Quale segno vorremmo lasciare prima che tutto finisca?

progetto e regia Stefano Cordella – drammaturgia Filippo Renda – con Salvatore Aronica, Sebastiano Bottari, Martina Lovece, Greta Milani, Filippo Renda, Daniele Turconi – aiuto regia Noemi Radice – scene e costumi Eleonora Rossi – light design Fulvio Melli – composizioni originali e sound design Gianluca Agostini – direttore di produzione Elisa Mondadori – staff tecnico Luna Mariotti, Ahmad Shalabi – si ringrazia Irene Toniolo – coproduzione Manifatture Teatrali Milanesi/TrentoSpettacoli

Il 19 settembre 2020 a Union Square, New York City, un enorme timer ha cominciato il proprio conto alla rovescia partendo da 7 anni, 95 giorni, 2 ore e 36 minuti: il tempo che, secondo gli esperti, separa l'umanità dal disastro ambientale. Da quando si è posto il problema della fine, l'essere umano ha vissuto da un lato con terrore la possibilità che tutto finisca, dall'altro desiderando perversamente di poter essere spettatore del più grande spettacolo di tutti i tempi. Nel 1300, mentre una pandemia incurabile dimezzava la popolazione europea, Boccaccio scrive di dieci giovani che scelgono di sfuggire al contagio rinchiudendosi in una tenuta fuori città, e forse un po' per esorcizzare la sfortunata contingenza, decidono, per dieci giorni, di raccontarsi storie. Ogni giorno uno dei villeggianti, eletto re, propone un tema, stimolando i compagni a raffigurare le contraddizioni della società del loro tempo. Settecento anni dopo, nel pieno di una nuova pandemia globale, sei artisti decidono di mettere in scena l'ultima festa prima della fine del mondo, dopo aver vissuto un loro personalissimo Decameron.


Teatro Litta
dal 22 marzo al 3 aprile
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30


PROMOPRIMAVERA

Solo per te 2 biglietti a 12€ cad. + prevendita, per tutte le date, fino ad esaurimento posti

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA! e inserisci codice 1307

​​​​​​​


ACQUISTA!



 

Semplicemente Franca

Le Milanesi – Sciure, gagarelle e...ariose

 

dedicato a Filippo Crivelli – a cura di Valeria Cavalli – con Monica Faggiani e Valentina Ferrari – voce e chitarra Cino Bottelli – pianoforte e tastiere Carlo Zerri – grafica realizzata da Andrea Finizio

A parte il risotto giallo e la Madunina tuta dora e piscinina, non c'è nulla di più milanese di lei, della Franca che nasce Norsa e poi decide di chiamarsi Valeri in onore del poeta Paul Valery. Ci ha regalato ritratti di signorine più o meno snob, di Cesire e signore Cecioni, tutte quante attaccate alla cornetta del telefono a raccontare la loro vita fatta di piccole cose che facevano e fanno ancora sorridere. Franca che ha ironia, intelligenza, garbo e naturalmente buon gusto come gli abiti di Roberto Capucci che indossa anche in scena. Franca vera melomane fin da bambina e Franca amante degli animali al punto di avere ben sette cani. Franca che non ha il physique du role della diva ma diva lo è sempre stata. Franca che recita in teatro, che appare in televisione, che è corteggiata dal cinema, che dirige opere liriche, che scrive libri. Poliedrica, unica, indimenticabile o se preferite semplicemente Franca.

La Cavallerizza, Corso Magenta 24
dall'11 al 13 marzo 2022
venerdì/domenica ore 19.30

 

PROMOFRANCA 
porta in cassa il biglietto per "Semplicemente Franca" avrai una promo speciale a 10€ più prevendita sugli altri spettacoli della rassegna

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45
Scarica l'App di MTM Teatro e acquista con un clic

 

ACQUISTA!

 


 

Mercurio

In occasione della Prima dell'8 marzo, una promozione esclusiva per te!

 

progetto e regia di Corrado d'Elia – da Mercurio di Amélie Nothomb – con Chiara Salvucci, Giovanna Rossi e Gianni Quillico – assistente alla regia Luca Ligato – scenografia Giovanna Angeli – costumi Stefania Di Martino – tecnico luci Christian Laface – tecnico audio Gabriele Copes – produzione Compagnia Corrado d'Elia.

Mercurio può sembrare una favola dark, una storia romantica sull'amore, ma quasi subito ci accorgiamo di avere a che fare con un gioco perverso dove nulla davvero è come appare, un labirinto da cui si può uscire ma nessuno esce mai. L'invito è quello di entrare nel gioco e di farne parte. La regola è chiara. Siamo tutti nello stesso tempo vittime e carnefici di noi stessi e degli altri.
Benvenuti a Morte Frontiere...

Teatro Litta, Corso Magenta 24
dall'8 al 20 marzo 
martedì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

 

PROMO8MARZO
valida esclusivamente per martedì 8 marzo 2022

un biglietto a 15€  più prevendita  
Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA! e inserisci codice 1412 

 

 

ACQUISTA!

 


     

      Gl'Innamorati - il Musicarello

                    
             Dal 30 marzo al 10 aprile 2022



Gli innamorati volteggiano scomposti tra tenerezze e rabbia, con una grazia pericolosa che racconta tutta la tempesta che hanno nel cuore.

con Gaetano Callegaro, Pietro De Pascalis, Loris Fabiani, Jacopo Fracasso, Valeria Girelli, Isabella Perego

Produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Uomini e donne che si alternano a mascherette, falsità e realtà che fanno lo stesso movimento: quello del gioco. Il tutto accompagnato da quell'amore di cui noi spesso abbiamo bisogno. Un amore folle, che fa ammattire tutti quelli che stanno intorno perché i nostri innamorati all'amore ci sanno solo giocare. Tra di loro si parlano ma non si capiscono, a volte nemmeno si vedono, stupendosi di ritrovarsi l'uno addosso all'altro. Se tutti cantano, gli innamorati cantano due volte; cantano canzoni che fanno innamorare, che aprono i cuori, li spalancano rendendoli più delicati. Ed è per questo che il mondo del Musicarello ci è venuto subito incontro, perché tutti abbiamo bisogno di cantare quando proviamo emozioni e ci sentiamo felici, ma allo stesso tempo fragili e vulnerabili.



Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45


PROMOPRIMAVERA 

Solo per te 2 biglietti a 12€ cad. + prevendita, per tutte le date, fino ad esaurimento posti

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA! e inserisci codice 1307


 




MORIREMO TUTTI!


Storie di come abbiamo immaginato la fine del mondo 

di Adrian Fartade

Da asteroidi che si stanno per schiantare sulla Terra come nel film Armageddon, ad invasioni di alieni come in Independence Day, fino a guerre nucleari come nei videgiochi Fallout, l'idea di una fine del mondo è una delle più usate nella fantascienza in tutti i media. In questo spettacolo parliamo insieme di alcuni degli esempi più iconici immaginati nel tempo e di quanto sono credibili scientificamente. Nel migliore dei casi ci faremo insieme una risata per dimenticarci per un attimo che davvero moriremo tutti, nel peggiore invece, avrete comunque indizi su come potervi davvero proteggere da zombie, alieni e bombe nucleari quando l'apocalisse arriverà!


Teatro Leonardo

22 febbraio 2022 

martedì ore 20.30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45
Scarica l'App di MTM Teatro e acquista con un clic


ACQUISTA!



 

Battisti, la storia 
Tributo a Lucio Battisti 

direttore Emiliano Galigani – chitarre Giampiero Morici, batteria Alessandro Pellegrini – basso Alessandro Nottoli – tastiere Simone Giusti – voci Terry Horn / Matteo Giusti / Susanna Pellegrini – produzione Stage 11

Lo spettacolo che ricrea le atmosfere della carriera di un'artista seminale. Stage11 mette in scena la carriera indimenticabile di Lucio Battisti, dai successi degli anni '60 fino a quelli dei primi anni '80, dai brani più energici e divertenti come "Acqua azzurra/Acqua chiara" a quelli capaci di sviscerare le fragilità e le ansie del quotidiano come "Emozioni", "Mi ritorni in mente" e molti altri. Grazie a proiezioni video originali e contenuti visuali di repertorio, lo spettacolo cattura l'attenzione dello spettatore fino all'ultimo brano, regalando una serata indimenticabile. Battisti, La Storia è un viaggio intenso e rispettoso nel percorso artistico di uno dei cantautori più amati e controversi della tradizione italiana, con le sue canzoni iconiche suonate da musicisti formidabili.

RADIO DIMENSIONE SUONO SOFT è Radio Partner

 

Teatro Leonardo
Unica data, 19 febbraio 2022 
sabato ore 20.30

 

 

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 


 

L'uomo dal fiore in bocca

Il protagonista di questo atto unico di Luigi Pirandello è un uomo dal destino segnato.

di Luigi Pirandello – installazione e regia Antonio Syxty – con Francesco Paolo Cosenza, Nicholas De Alcubierre – disegno luci Fulvio Melli – costruzioni Ahmad Shalabi – produzione Manifatture Teatrali Milanesi

Questa condizione personale, fatale e inaspettata, lo spinge a riflettere sul mistero della vita tentando di penetrarne la sua essenza e il suo mistero. Per chi, come lui, sa che la morte è vicina, tutti i particolari e le cose, insignificanti agli occhi degli altri, assumono un valore e una collocazione diversa. L'altro personaggio di questo perfetto e famosissimo dramma borghese di Pirandello è un avventore di un caffè in una ipotetica stazione ferroviaria, dove si svolge tutta la scena.

 

Teatro Litta

Dal 17 al 27 febbraio

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

PROMOFIORE 

un biglietto a 15€  più prevendita  
Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45 
Dalle ore 15 alle ore 19:30 

ONLINE clicca su ACQUISTA! e inserisci codice 1702 

 

ACQUISTA!

 


 

ZITTI TUTTI!

 

In scena un ironico, tragico, matto, comico e nevrotico Gigio Alberti, che racconta la comica follia di un uomo che decide di chiudersi in casa e vorrebbe azzittire il mondo.

di Raffaello Baldini, con Gigio Alberti
regia di Lorenzo Loris 

"Il testo narra il pomeriggio di una giornata qualunque di una persona che ha il problema di non avere problemi. Sembra un gioco di parole, ma a questo mondo succede che la soluzione di un problema possa essere un altro problema".

Raffaello Baldini.

 

Teatro Out Off
dal 16 al 27 febbraio 

PROMO4

biglietti a 10€

 

info e prenotazioni:  info@teatrooutoff.it - 02 34532140

 

ACQUISTA!

 


 

Il condominio

Uno spettacolo superficiale con qualcosa da dire

di e con Cinzia Spanò

In un condominio di Milano, sin dal mattino i vicini di casa si scambiano messaggi per assicurarsi che tutto scorra in maniera ordinata e disciplinata. Sono risoluti ad affrontare il delinquente che continua a buttare la plastica nel contenitore della carta, il disadattato che lascia aperta costantemente la porta dell'ascensore, il provocatore in possesso del termosifone che gorgoglia rumorosamente. Nessun problema è trascurabile per il Condominio, tutto viene affrontato con la massima serietà e mettendo in campo azioni mirate e coordinate alla ricerca di chi attenta alla pace della piccola comunità. La vita condominiale diventa così metafora della condizione umana e delle dinamiche che regolano i rapporti tra le persone.

 

La Cavallerizza

Dal 10 al 13 febbraio 2022

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45



ACQUISTA!

 


 

Vedi alla voce Alma

 

Vedi alla voce Alma è un monologo drag queen che prende spunti da La voce umana di Jean Cocteau e dalla sua trasposizione in opera lirica, musicata da Francis Poulenc, ma anche da uno strano fatto di cronaca che ha per protagonisti una musa e un pittore: Alma Mahler e Oskar Kokoschka

drammaturgia e interpretazione Lorenzo Piccolo – regia Alessio Calciolari – produzione Nina's Drag Queens

In scena, una donna divisa tra l'amore e il disamore, tra la tragedia e la farsa.Tenuta in vita da un filo sottile, il filo di un telefono.

Oscar, abbandonato da Alma, ne fece costruire una bambola a grandezza naturale. Visse con la bambola, la ritrasse, le assegnò una cameriera, la portò in pubblico, finché un giorno, ubriaco, decise di chiudere a suo modo la complicata relazione. La protagonista di Cocteau è, al contrario di Alma, una donna senza nome, senza identità. Il contrasto tra due donne, una mediocre e una eccezionale, si rivela apparente: entrambe le storie parlano di un rapporto che ha perso la bussola, di una violenza insanabile tra due esseri umani.

 

Teatro Litta
Dal 10 al 13 febbraio 2022

PROMOALMA - CODICE VIVATICKET 1002

15€ più prevendita 

Per usufruire della promo contatta biglietteria@mtmteatro.it o chiama lo 02.86.45.45.45

OPPURE

Clicca su ACQUISTA e inserisci il codice Vivaticket a te riservato!

 

ACQUISTA!

 


 

L'agenda

19 luglio 1992

scritto e diretto da Giovanni Gentile – con Barbara Grilli – scenografie collettivo Teatro Prisma – effetti e suoni Fernweher – grafica Sara Cambi – produzione Collettivo TeatroPrisma

Cosa lega la strage di Via D'Amelio a quella avvenuta solo 57 giorni prima a Capaci, in cui perde la vita il Giudice Falcone? Su cosa stava indagando il Giudice Borsellino e perché bisogna fare così in fretta a riempire una FIAT 126 di tritolo e a farla esplodere, facendo a pezzi lui e la sua scorta? Cosa unisce il discorso a reti unificate di Berlusconi alla fine dell'attività stragista di Cosa Nostra? Dov'è L'AGENDA ROSSA da cui Paolo Borsellino non si separa mai e sulla quale, negli ultimi giorni, scrive furiosamente a ogni ora del giorno e della notte? Un'indagine lacunosa, continui depistaggi, ancora poche verità certe, uno Stato che si tira indietro davanti alle proprie responsabilità, un pezzo di Storia d'Italia da riscrivere. Dalla sentenza Borsellino Quater: "uno dei più gravi depistaggi della storia giudiziaria italiana. Sarebbe lecito interrogarsi sulle finalità realmente perseguite dai soggetti, inseriti negli apparati dello Stato, che si resero protagonisti di tale disegno criminoso".

 

Teatro Leonardo 

Data unica

9 febbraio 2022

Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it – 02.86.45.45.45

 

ACQUISTA!

 


 

Farfalle

 

"FarFalle racconta di un circo dagli animali strani, di un uomo che russa male, di numeri sulla pelle, di una lettera mai arrivata, di un bacio alla stazione. E di come le farfalle sono scomparse."

FarFalle è una lavagna su cui scrivere il nome dei buoni e quello dei cattivi. FarFalle racconta di un lager e della memoria ad esso legata. FarFalle è la storia di un uomo chiuso dentro la sua memoria, che intreccia e sbanda. Confonde gli eventi storici e la loro collocazione nello spazio e nel tempo. È il racconto di un uomo a un altro uomo, nella speranza che la memoria non sia solo quella storica di cifre, date ed eventi, ma quella profonda dell'esperienza fisica ed emotiva. Per provare a far sì che quello che è stato non accada più, qualunque sia la faccia del carnefice e qualunque sia la faccia della vittima. Perché una volta entrati in un lager i contorni della vita si perdono nella memoria. FarFalle racconta come.

 

 

Teatro Litta
26/27/28 gennaio 2022
mercoledì/venerdì ore 20:30 

 

PROMOMEMORIA NEWSLETTER 10,00€ più 1,80 di prevendita

 

Per usufruire della promozione Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545 oppure cliccare su ACQUISTA!, PROMOMEMORIA e inserire il codice 2701

ACQUISTA

 


 

Senza Famiglia

 

Finalista al Premio Scenario 2017 

Magdalena Barile – regia Marco Lorenzi – con Christian Di Filippo, Francesco Gargiulo, Barbara Mazzi, Alba Maria Porto, Angelo Maria Tronca – produzione Il Mulino di Amleto

Racconta di una famiglia composta da cinque personaggi, tra conflitti e impossibilità di esprimersi con affetto. Una creazione folle e imprevedibile in cui una nonna, che ha fatto gli anni '70, risorge per convincere la figlia a cambiare vita. A partire da un racconto spietato, esasperato e memorabile dei rapporti familiari, Senza Famiglia narra la storia di un'educazione politica e sentimentale tra generazioni destinata a un grottesco fallimento.

 

 

Teatro Leonardo
Dal 25 al 26 gennaio 2022
martedì/mercoledì ore 20.30

 

 

PROMOMEMORIA NEWSLETTER 10,00€ più 1,80 di prevendita

 

Per usufruire della promozione Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545 oppure cliccare su ACQUISTA!, PROMOMEMORIA e inserire il codice 2501

ACQUISTA

 


 

PapagHeno PapagHena
I pappagalli di Mozart

 

"Su quanto sia giusto appropriarsi dell'opera lirica per giocare, lo lasciamo decidere ai critici. Noi pensiamo che la lirica dovrebbe sì obbedire al suo tempo, ma anche dispiegare la sua magia se questo permette di avvicinarla a tutti".

regia Rita Pelusio – con Compagnia Trioche: Irene Geninatti Chiolero, Franca Pampaloni, Nicanor Cancellieri – assistente alla regia Anna Marcato – produzione PEM Habitat Teatrali

Il titolo dello spettacolo si rifà alla celebre aria dell'opera di Mozart Il flauto magico. Mozart compose quest'opera colorata due mesi prima della sua morte, mai un testamento spirituale fu più gioioso. Chi ha ispirato Mozart mentre componeva? Sono i suoi pappagalli ad imitarlo o lui ha preso ispirazione dalle loro sonorità? In questo continuo cambiamento di prospettiva, come Il flauto magico propone nella sua trama, abbiamo preso in prestito i diversi registri musicali per reinterpretarli. La Compagnia Trioche propone le arie del flauto magico giocando con la lirica, il bel canto e la nobile arte comica.

 

 

Teatro Leonardo
Dal 21 al 23 gennaio 2022
venerdì/sabato ore 20.30 – domenica ore 16.30

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 028645454

 

 

PROMO PIUME biglietto a 10,00€ più prevendita solo per VOI!

Per usufruire della PROMO PIUME contattare la biglietteria oppure fare click su "ACQUISTA!" e inserire il codice 2022 sul tasto PROMO PIUME 

 

ACQUISTA


 

Uno, nessuno, centomila 

Dal 21 gennaio al 06 febbraio 2022

 

Coproduzione Teatro Out OFF - MTM Manifatture Teatrali MilanesiDi Luigi Pirandello – adattamento teatrale di Renato Gabrielli – regia Lorenzo Loris – con Gaetano Callegaro, Stella Piccioni, Mario Sala – coproduzione Manifatture Teatrali Milanesi/Teatro Out Off

In questo romanzo atipico il protagonista, Vitangelo Moscarda per un fatto del tutto fortuito,  un giorno, si rende conto  che la propria moglie, attraverso uno sguardo accidentale che gli rivolge, nota che il suo naso  ha delle caratteristiche diverse da come lui, guardandosi  allo specchio,  lo ha sempre percepito.
Indagando a fondo il rapporto che si stabilisce, da quel momento in poi, fra lui che guarda e coloro che gli vivono  intorno, Vitangelo Moscarda  arriva alla conclusione che quello che siamo è il risultato di quello che gli altri vedono.

 


Teatro Out Off
Via Mac Mahon 16, Milano

Per informazioni chiamare alla biglietteria:

TEATRO OUT OFF: 02 345 32 140 lunedì ore 10.00 › 18.00
martedì › venerdì ore 10.00 › 20.00
sabato ore 16.00 › 20.00
domenica ore 15.00 › 17.00

 



De Andrè, la storia - tributo a Fabrizio De Andrè


"Uno spettacolo sul percorso musicale di uno dei cantautori più importanti e influenti della musica italiana"

De André, la storia vuole aiutare a comprendere come il percorso del cantautore sia stato uno dei primi a portare la canzone italiana verso la modernità. Insieme agli altri autori della scuola genovese ha cambiato le regole delle canzoni, mescolando la storia e l'intelletto con il canto popolare, il sacro e il profano, la cultura alta e bassa. Distinguendosi per una libertà di espressione senza pari e una particolare attenzione per figure socialmente emarginate. Questo spettacolo è l'occasione per ripercorrere la carriera straordinaria di un grande autore, e riconoscere nella sua storia anche po' della nostra storia.


Teatro Leonardo
Dal 27 al 29 gennaio 2022
giovedi/sabato ore 20:30

PROMO NEWSLETTER De Andrè 20€ + 1,80 di prevendita

Per usufruire della promozione contattare biglietteria@mtmteatro.it o chiamare al 0286454545



 

ART

 

Una commedia crudele e divertente sull'amicizia

In una stanza i tre protagonisti si confrontano sulla qualità artistica di un quadro completamente bianco, discutendo sul prezzo d'acquisto per il quale è stato comprato da uno dei tre.

L'autrice dimostra quanto anche un rapporto profondo come l'amicizia nasconda insidie insospettabili. I dialoghi serrati raccontano di come i tre amici, non riescano a comunicare realmente, arrivando a incrinare, forse in modo irreparabile, il loro rapporto.

 

Teatro Leonardo
dal 14 al 16 gennaio 2022

 

info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 02 86454545 
Da lunedì al sabato dalle 15:00 alle 20:00 

 


 

Revolutionary Road

da Revolutionary Road di Richard Yates 

 

Revolutionary Road esplora, alternando i punti di vista di LEI, LUI e NOI, gli umanissimi slanci, meschinità, successi illusori e prevedibili disfatte di personaggi che ambiscono a essere felici, ma rimangono invischiati nelle menzogne che raccontano a sé stessi e agli altri pur di tirare avanti.

 

Teatro Litta

dal 13 al 23 gennaio 2022, lun/sab ore 20:30, dom. ore 16:30

 

info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 02 86454545 
Da lunedì al sabato dalle 15:00 alle 20:00 

 


 

Coproduzione Manifatture Teatrali Milanesi e Teatro Out Off

In questo romanzo atipico il protagonista Vitangelo Moscarda, per un fatto del tutto fortuito,  un giorno si rende conto  che la propria moglie, attraverso uno sguardo accidentale che gli rivolge, nota che il suo naso ha delle caratteristiche diverse da come lui, guardandosi  allo specchio, lo ha sempre percepito.

UNO, NESSUNO, CENTOMILA
di Luigi Pirandello
adattamento teatrale di Renato Gabrielli, regia Lorenzo Loris
Con Gaetano Callegaro, Stella Piccioni, Mario Sala

 

Teatro OUT OFF

dall'11 gennaio al 06 febbraio 2022, lun/sab ore 20:30, dom. ore 16:30

 

info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 02 86454545 
Da lunedì al sabato dalle 15:00 alle 20:00 

 


 

Io, Moby Dick 

 

Il Capitano Achab, al comando della baleniera Pequod, è alla ricerca di Moby Dick, la terribile balena bianca

Progetto e regia di Corrado d'Elia, liberamente ispirato a "Moby Dick" di Hermann Melville, con Corrado d'Elia, produzione Compagnia Corrado D'Elia
 
A metà tra Ulisse e Caronte, Achab diventa una figura archetipica, fermo lì ad interpretare la lotta impari dell'uomo contro la natura, la sfida della ragione contro l'abisso e la battaglia spirituale dell'uomo con sé stesso, alla ricerca oggi più che mai di un senso disperato per la propria vita.

 

9 / 19 dicembre - mar. e sab. 20:30 / dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta 24

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 


 

Christmas Pack - Gl'Innamorati

 

L'amore non va in saldo, ma i biglietti per le sue rappresentazioni si!

"Se tutti cantano, gli innamorati cantano due volte; cantano canzoni che fanno innamorare, che aprono i cuori, li spalancano rendendoli più delicati. Ed è per questo che il mondo del Musicarello ci è venuto subito incontro, perché tutti abbiamo bisogno di cantare quando proviamo emozioni e ci sentiamo felici, ma allo stesso tempo fragili e vulnerabili."

 

Acquista il tuo biglietto per il Musicarello a 15€ + prev. (max. 2 a persona)

Per usufruire della promozione contatta la biglietteria allo 0286454545,indicando PROMO LOVE

 

 

ACQUISTA



ANGELO FAUSTO COPPI

di Sabina Maria Negri
con Sabina Maria Negri e Nino Formicola
regia Lorenzo Loris


Il racconto del mito sportivo e la vita dell'uomo in una confessione dalla cadenza drammatica, che prende il via dal processo per adulterio.

In scena lui, Fausto Coppi  che ricorda e ancora soffre e gioisce, e la Dama Bianca, figura silenziosa che a un certo punto si trasforma nel pubblico ministero. Scorrono dunque, nella mente e nella memoria del "campionissimo", i giorni della gloria e quelli dell'infamia, i volti degli avversari e dei famigliari, i momenti e i personaggi che hanno segnato la sua esistenza e anche la storia italiana.



Dal 30 nov al 5 dic - mar/sab 20:30 - dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta, 24 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



 

Modern family 1.0

 

drammaturgia di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro, Virginia Zini
con Annagaia Marchioro, Virginia Zini
produzione Le Brugole

 

Modern family 1.0 è uno spettacolo comico che racconta la storia di una donna che ama le donne, ma che ama anche l'idea di avere una famiglia con la propria compagna.

 

Dal 30 novembre al 2 dicembre - mar/sab 20:30
Teatro Leonardo, Via Ampère, 1 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 



Fuori misura


di Valeria Cavalli
collaborazione al testo Claudio Intropido
regia Valeria Cavalli, Claudio Intropido
con Andrea Robbiano
Produzione MTM Teatro


Una bizzarra ma coinvolgente lezione nella quale si mescoleranno poesie, riflessioni personali, interazioni con la platea e, attraverso l'opera di Giacomo Leopardi, il professor Roversi toccherà temi e problemi legati all'inadeguatezza, al desidero e alla paura d'amare, alla sensazione di essere sbagliati, di essere "fuori misura". Un monologo originalissimo, divertente, appassionato che, in questo suo terzo anno di repliche ha già superato le 200 repliche in tutta Italia. In scena un bravissimo Andrea Robbiano che grazie a una qualità comunicativa fresca, spontanea ed emozionante ci trasporta nel mondo della poesia, dell'arte accompagnandoci con stralunata dolcezza da quella siepe all'infinito.



27 / 28 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30

Teatro Leonardo, Via Ampère, 1 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



PROMO SPECIALE: biglietti a 15 € + prevendita





Alcesti


"Non essere così crudele da abbandonarmi, te ne prego, per gli dei, per questi figli che lascerai orfani. Non cedere, fatti coraggio!

Se tu muori io non sono più niente: solo per te esisto e vivo."

da Euripide
drammaturgia e regia Filippo Renda
con Beppe Salmetti, Filippo Renda, Irene Serini, Luca Oldani
MTM Teatro

La generazione dei figli di fronte a quella dei padri. Figli delusi e isolati da un lato, padri narcisi e distanti dall'altro.


Dal 18 al 28 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta, 24 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545




L'ultimo vecchio sulla terra


"Cosa hanno in comune Davide Toffolo e Remo Remotti?

Cosa lega un musicista ossessionato dal fumetto a una delle voci più originali della cultura italiana?"


di Remo Remotti e Davide Toffolo
con Davide Toffolo
La Tempesta Concerti

Nato dall'ammirazione e dalla curiosità di Toffolo nei confronti del leggendario outsider romano, questo spettacolo è stato per lui l'occasione di specchiarsi nella roboante figura di Remotti. L'infanzia borghese, la giovinezza da pittore cosmopolita, la passione per la poesia (e per le donne che la ispirano), il vizio della performance e la tardiva scoperta del cinema: ogni scelta della vita di Remotti sembra dettata dalla passione. In queste pagine, Davide ha preso alcune delle storie vissute, scritte e sognate da Remo e le ha illustrate.


18 novembre - gio 20:30 -
Teatro Leonardo, Via Ampère, 1 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



FINE FAMIGLIA -

di Magdalena Barile

regia Aldo Cassano
con Matteo Barbè, Natascia Curci, Nicola Stravalaci, Debora Zuin
assistente regia e musiche Antonio Spitaleri
produzione Animanera



"UNA COMMEDIA ACRE E GRAFFIANTE!"
Renato Palazzi

La storia di una famiglia italiana nella sua più dannosa e nefasta accezione. Fine Famiglia è un rito natalizio di separazione. Una festa che si celebra per la fine di un'istituzione, la famiglia italiana, votata al fallimento; un luogo asfittico dove per quanto si aprano le finestre, l'aria resta intrisa di sugo e rancore.


Dall'11 al 14 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Leonardo, Via Ampère, 1 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


PROMO FAMIGLIA:
biglietti a 15,00 € + prevendita per tutte le date 



 

ELETTRA -

di Giovanni Testori

regia Pasquale Marrazzo
con Emanuela Villagrossi, Rossana Gay e Alessandra Salamida
produzione Noi Film

 

"DA QUANTO TEMPO SONO QUI AD ASPETTARE?

L'attesa è il luogo mentale dove agisce la riflessione e si maturano odi e amori. Il dramma esistenziale delle due protagoniste, Elettra e Clitennestra, anticipa e distrugge quello amletico immergendolo nella pura e violenta azione, risolvendolo con il sangue. Le due donne si misurano confondendosi l'una nell'altra, si fanno da specchio, riflettendo le proprie angosce e paure in un rimbalzo continuo fra morale ed etica. Nessuno chiede di nascere, ma le madri, si sa, rivendicano una ricompensa come regalo assoluto per aver creato esistenza. Elettra vuole salvare il fratello mentre la madre vuole la sua morte, i drammi, ci ricorda la più giovane, non sono una costruzione volontaria ma una semplice conseguenza dell'esistenza come corollario della vita.

 

 

Dal 09 al 14 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta, 24 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 

 



Antigone

da un'idea di Gianpaolo Pasqualino
con Ludovico D'Agostino, Maria Silvia Greco, Giulia Mancini, Tano Mongelli, Eleonora Pace, Gianpaolo Pasqualino
produzione Diapason / Compagnia Corrado d'Elia


La storia del teatro, e in parte anche quella della politica, ha via via manipolato e ricostruito il mito d'Antigone. Ma se Antigone è innocente e Creonte è innocente, cosa accade? La Tragedia, appunto. Motivo per il quale verrà chiesto "l'aiuto del pubblico" per riscrivere il mito e decidere le sorti dei personaggi. Non per mettere in piedi un semplice gioco teatrale, ma perché sia indispensabile passare integralmente e in "prima persona" attraverso la complessità della scelta "tragica" per far rivivere Antigone in tutta la sua potenza. E ricominciare ad innamorarsi di lei per l'eternità.


Dal 02 al 07 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta, 24 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



 

 

Le allegre Comari di Windsor

di William Shakespeare, adattamento Edoardo Erba – regia Serena Sinigaglia – con Annagaia Marchioro, Chiara Stoppa, Cristina Parku, Virginia Zini

coproduzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini e ATIR Teatro Ringhiera

 

 

In scena solo la signora Page, la signora Ford, la giovane Anne Page e la serva Quickly, che danno parola anche ai personaggi maschili, assenti ma molto presenti: mariti, amanti, e, soprattutto, il più grande, non solo per stazza, Falstaff.

Da lui tutto comincia e con lui tutto finisce. Le lettere d'amore che il Cavaliere invia identiche alle signore Page e Ford sono lo stimolo per trasformare il solito barboso e very british pomeriggio di tè in uno scatenato gioco dell'immaginazione, del desiderio, del divertimento.

"Punire" quel porco di Falstaff, che osa far loro esplicite richieste d'amore, diventa il grimaldello per sentirsi ancora vive. Senza Falstaff, non ci sarebbe divertimento o sfogo per le signore Page e Ford, che, come le Desperate Housewives, sono donne di mezza età, borghesi, annoiate e un pizzico bigotte, con routine consolidate, mariti assenti e desideri sopiti.

 

 

Dal 02 al 07 novembre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Leonardo, Via Ampère, 1 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


 

CONFIRMATION

di Chris Thorpe
traduzione Jacopo Gassman
regia Claudio Autelli - con Woody Neri

Un monologo aperto al pubblico sul "bias di conferma"
 

Con il termine "Bias di conferma" intendiamo in psicologia il fenomeno cognitivo umano per il quale le persone tendono a muoversi entro un ambito delimitato dalle loro convinzioni acquisite. In altre parole è la nostra tendenza a leggere i fatti del reale secondo le nostre convinzioni preconcette. L'argomento diventa di stringente necessità quando si comincia ad interrogarsi su un possibile scambio di idee con estremista di destra, un negazionista dell'olocausto. Gradualmente il testo di Thorpe è capace di cambiare registro e portarci dentro il racconto di questo incontro tra un progressista (interpretato dallo stesso autore) e un estremista che si autodefinisce nazista.

 

 

Dal 26 al 31 ottobre - mar/sab 20:30 dom 16:30
Teatro Litta, Corso Magenta, 24 Milano

Info e prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 


Corrado d'Elia porta in scena il genio di Steve Jobs


"Ai folli, agli anticonformisti e ai ribelli. A chi si sente indipendente e libero. Ai rompiscatole, ai piantagrane, 
a tutti coloro che vedono le cose a modo loro, in un modo diverso. A quelli che non amano le regole e i regolamenti."
                                     
                                                                        Steve Jobs

Una prima Nazionale.

Oltre un anno di studio e di scrittura per restituirci il ritratto vivido e sconvolgente del genio di Cupertino.

A 10 anni dalla sua morte, una storia originale, folgorante, commovente.

Dal 22 al 31 ottobre al Teatro Leonardo di Milano, Corrado d'Elia torna in scena con IO, STEVE JOBS. 

Vero e proprio inno alla creatività, lo spettacolo è dedicato ai mille volti del talento di Jobs: il genio, il ribelle, l'anticonformista, l'uomo che ha saputo innestare l'anima alla tecnologia, ma anche Steve il solitario, il visionario, il cocciuto e l'idealista, colui che pur in difficoltà ha saputo rialzarsi in maniera eccezionale. L'uomo che ha saputo trasformare ogni lancio di prodotto in un evento memorabile.
 
L'uomo incapace di gestire i più semplici rapporti umani eppure in grado di circondarsi dei migliori collaboratori al mondo. L'abilissimo comunicatore che pensava che la tecnologia ci avrebbe reso più umani e che ci ha insegnato che quando la tecnologia è bella, anche noi lo diventiamo. Colui che non ha mai distinto sogno, utopia e realtà.
L'uomo partito dal niente, che alla fine ha avuto tutto.
 
In quel discorso indimenticabile, quell'appello partito dai giovani dalla Stanford University e arrivato poi a tutto il mondo, che resterà per sempre nel nostro DNA: "siate affamati, siate folli, non omologatevi, osate sempre, siate creatori del vostro destino e del vostro futuro". Così l'uomo è diventato mito.
 
Io, Steve Jobs è una storia unica, pennellata con umanità e visione, un'esperienza coinvolgente e indimenticabile. Un flusso di pensieri, una soggettiva sensibile e commovente, con cui Corrado d'Elia ci racconta una delle figure più controverse del nostro tempo.

IO, STEVE JOBS
Progetto, drammaturgia e regia Corrado d'Elia
Scene Chiara Salvucci
Luci Christian Laface
Musiche Gabriele Copes

Teatro Leonardo
22/31 ottobre 2021


Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it



Il faldone completo di tutte le invettive di APS attraverso la sua voce potente, calma, spietata

Non uno spettacolo di spensierato cabaret televisivo.
Non uno show in cui si ride per dimenticare.
Non una stand-up comedy.
Rìding Tristocomico è ...

Un incentivo ad accendere piccoli focolai di sommossa intellettuale e a risvegliare, attraverso l'arma del sorriso, le menti assopite dalla mondezza mediatica a cui siamo sottoposti quotidianamente.

Per farlo la scrittrice e performer romana emigrata sugli Appennini liguri, parte da un repertorio vasto e composto da pezzi dal cinismo integralista, dal sarcasmo come filtro per ogni racconto e dal ripristino della cara, vecchia grammatica italiana, per non dimenticare le altezze del nostro paese.

RIDING TRISTOCOMICO
di e con Arianna Porcelli Safonov

Teatro Leonardo
16 ottobre 2021


Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it

 


Uno spettacolo ispirato alla strage di Isla Vista, California

Il fenomeno degli INCEL nella trasposizione teatrale di Filippo Renda per la prima volta a Milano con la regia di Stefano Cordella e gli attori della compagnia di MTM

 

Sono passati sette anni dalla strage di Isla Vista. A molti questo evento dice poco, come dice poco la parola incel. Eppure l'eccidio per mano di Elliot Rodger è stato il primo apice di un movimento ormai divenuto globale che vede nell'odio di genere uno dei propri capisaldi teorici.

Il massacro di Isla Vista è stata una strage commessa da uno studente universitario, Elliot Rodger il quale uccise 6 persone e ne ferì 14 per poi suicidarsi. Poco prima di compiere la strage, il 22enne Elliot Rodger caricò sul suo canale YouTube un video nel quale anticipava il massacro. A frustrarlo era il fatto di non aver mai avuto una ragazza e di essere ancora vergine.

La storia narrata ne La rivolta dei brutti non racconta direttamente questo evento, ma ad esso si ispira e cerca di comprendere quali siano i comportamenti normalmente accettati dalla nostra società che autorizzano (non sempre tacitamente) al disprezzo e alla mortificazione del genere e del corpo femminile.

È la storia di quattro ragazzi che vivono a Milano, che potrebbero essere i nostri vicini di casa, magari nostri amici o addirittura noi stessi. Non è uno spettacolo che vuole fare la morale ma che si sforza di dare un nome alle cose e di suggerire un approccio critico alle proprie vite.

La storia di Francesco, Viola, Ruggero e Fabrizio non arriva mai all'apice della violenza, ma la suggerisce fino al suo limite. 

La rivolta dei brutti 
testo Filippo Renda - regia Stefano Cordella
con Salvatore Aronica, Francesco Errico, Giorgia Favoti, Filippo Renda

Teatro Litta
14/24 ottobre 2021


Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it

 


Un giorno l'infanzia finisce, e si cade nell'angoscia, fino ad arrivare a un altro cielo...

"MTM è città aperta" presenta

IL GIOCO DEL MONDO
liberamente ispirato a RAYUELA di Julio Cortazar

Elaborato finale dei neo diplomati MTM Grock 
Scuola di Teatro anno 2020/2021

regia di Antonio Syxty e Susanna Baccari
drammaturgia Debora Virello

con Gaia Barili, Nicholas De Alcubierre, Riccardo Festa, Stefania Giammarino, Francesco Giordano, Flavia Marchionni, Carlo Merico, Matilda Morosini, Giacomo Peia, Ludovica Tagariello, Cecilia Uberti Foppa, Giulia Villa

"La vita, come un commento di un'altra cosa che non raggiungiamo, e sta lì, alla portata del salto che non facciamo..."

Teatro Litta
dal 5 al 9 ottobre 2021


Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it



 

GROCK E' PIU' ROCKS CHE MAI

Lezione dimostrative di teatro gratuite

Non perdere tempo la scuola di teatro più Grock d'Italia ha riaperto dal 1° settembre.

Per tutto il mese sono previste lezioni dimostrative gratuite di Teatro per tutte le fasce d'età. Dal vivo. In presenza.

Spalanchiamo finalmente le porte della nostra scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare teatro.

Scoprirai che il teatro fa bene alla vita. Anche alla tua.
 
Corsi per bambini / per ragazzi / per adulti
Teatro danza
Quadriennio professionalizzante per attori

Grock Scuola di Teatro
via Emanuele Muzio 3 – MM3 Sondrio
 

Per partecipare alle lezioni dimostrative gratuite

0266988993 / 3334060707

 

SAVE THE DATE:
 
TEATRO DANZA
con Susanna Baccari
lezione di prova
Martedì 19 ottobre dalle 19:00 alle 20:00
 
PRIMO ANNO CORSO ATTORI
con Pietro De Pascalis
Lezione di prova
Venerdì 22 ottobre dalle 19:30 alle 20:30

 


 

UN NUOVO "GROUND ZERO"

"Un'edizione diversa dalle altre per tornare ad abitare i teatri per troppo tempo rimasti vuoti".

Stefano Cordella e Filippo Renda
(curatori del Festival)

Una piazza non più virtuale, ricca di scambi, confronti e spettacoli e nell'ultimo weekend (1/2 ottobre) due nuovi spettacoli di due giovani compagnie indipendenti: CONSOLE WARS di Fartagnan Teatro e DUE VOLTE TITO di Landi/Mignemi/Paris.

01 ottobre 2021 - ore 20:30
CONSOLE WARS

In quest'epoca davanti a noi, la nascita, il fiorire e la morte delle case di produzione di console come Nintendo, Sega o Atari vengono raccontate come fossero l'Iliade o l'Odissea.

scrittura di Rodolfo Ciulla e Gabriel Favata
con Federico Antonello, Luigi Acquilino, Matteo Giacotto e Michele Fedele
regia collettiva Fartagnan Teatro

02 ottobre 2021 - ore 20:30
DUE VOLTE TITO

Lo spettacolo nasce dall'urgenza di portare alla luce gli aspetti violenti del nostro presente attraverso un'operazione di riscrittura del "Tito Andronico" di Shakespeare.

ideazione Virginia Landi, Francesca Mignemi, Eleonora Paris
drammaturgia Francesca Mignemi, Eleonora Paris
regia Virginia Landi
con Francesco Aricò, Diana Bettoja, Stefano Carannante, Valeria Girelli 

HORS - Casa del teatro indipendente – Festival 2021


MTM – Teatro Litta – corso Magenta 24, Milano
Per informazioni e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.


Con il 35° MiX Festival torna il cinema LGBTQ+ a Milano (e non solo) (16-19/9)

Proiezioni internazionali in anteprima, musica live, incontri e performance... La 35^ edizione è imperdibile!

Il 35° MiX Festival ha aperto i tesseramenti per la sua edizione 2020 con il motto #LoveMatters

Dal 16 al 19 settembre potrai vedere lungometraggi, documentari e cortometraggi a Palazzo Reale, al Piccolo Teatro Strehler, al Piccolo Teatro Studio Melato e in streaming su Nexo+ da tutta Italia! 

 

Informazioni: mixfestival.int@gmail.com

 


 

Festival di poesia ideato e prodotto da Manifatture Teatrali Milanesi

 

Un programma di letture, installazioni, performance, tavole rotonde e dibattiti a cura di Paolo Giovannetti, Andrea Inglese, Italo Testa

L'iniziativa metterà in mostra la poesia contemporanea, sia sul piano artistico che critico, con l'intento di ricordare che la poesia oggi, in Italia e non solo, è una realtà non solo ben viva ma vivace, in grado di entrare in contatto con un pubblico non necessariamente di specialisti.

Il Festival ospiterà anche la cerimonia di premiazione del premio Franco Fortini e ricorderà due poeti milanesi recentemente scomparsi: Franco Loi e Giancarlo Majorino. Fra gli ospiti, segnaliamo la partecipazione di Walter Siti e della poetessa e narratrice Laura Pugno. Dirigerà gli eventi l'artista e regista Antonio Syxty.

Paolo Giovannetti: è professore di Letteratura italiana contemporanea all'Università IULM di Milano, dove dal 2017 dirige il Dipartimento di Comunicazione, arti e media "Giampaolo Fabris".
È uno studioso sia di poesia italiana moderna e contemporanea – con particolare riguardo alla metrica – sia di narratologia, segnatamente dei rapporti fra cinema e romanzo. I suoi interessi accademici comprendono anche gli studi di traduttologia (è codirettore della rivista "Testo a fronte"), la storia dell'editoria (dal 1991 è redattore dell'annuario "Tirature"), la didattica della letteratura. Dal 2016, presso l'Università IULM ha promosso ricerche nel campo degli studi sui periodici. È il direttore della collana editoriale "Comunicazione, arti e media" (per l'editore Mimesis). Fa parte dei comitati editoriali delle riviste "Enthymema" e "Per leggere", e delle collane editoriali "Il cannocchiale rovesciato" (Guida), "QdR / Didattica della letteratura" (Loescher) "Scriba" (Biblion).

Italo Testa: vive a Milano e insegna Filosofia teoretica e teoria critica all'Università di Parma. Tra i suoi libri di poesia: quattro (Oèdipus, 2021), Teoria delle rotonde (Valigie Rosse, 2020), L'indifferenza naturale (Marcos y Marcos, 2018), Tutto accade ovunque (Aragno, 2016), La divisione della gioia (Transeuropa, 2010). Ha curato il volume Habits (Cambridge University Press, 2020). Dirige la rivista L'Ulisse ed è coordinatore del lit-blog leparoleelecose.

Andrea Inglese: milanese di origine, vive nei pressi di Parigi. Poeta, saggista, romanziere e traduttore. Ha pubblicato due romanzi per Ponte Alle Grazie: Parigi è un desiderio (2016; Premio Bridge 2017) e La vita adulta (2021). Tra i suoi libri di poesia, La distrazione (Sossella, 2008; premio Montano 2009) e Lettere alla Reinserzione Culturale del Disoccupato, (Italic Pequod, 2013). Tra le ultime pubblicazioni, il libro di prose Ollivud (Prufrock spa, 2018), la raccolta di saggi La civiltà idiota (Valigie Rosse, 2018) e la riedizione del prosimetro Commiato da Andromeda (Valigie Rosse, Premio Ciampi 2011, 2021). È stato redattore di "Alfabeta2" e GAMMM; è tra i fondatori di Nazione Indiana.

 

Prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 


Al Teatro Litta un weekend intero all'insegna della Poesia


Segue l'intero programma dell'evento

SABATO 25 SETTEMBRE
Teatro Litta

h. 15-16.30
Tavola rotonda
Poesia / Prosa / Narrazione


Paolo Giovannetti, Andrea Inglese, Massimiliano Manganelli, Martin Rueff,
conduce ItaloTesta

h. 17.00-18.00
Letture dei poeti


Maria Borio, Tommaso Di Dio, Rita Filomeni, Francesca Genti, Renata Morresi

h. 18.30-19.30
Progetto per una casa


di Giulio Marzaioli (Manufatti Poetici, Zacinto edizioni 2020)
a cura di Antonio Syxty

h 21.00
Poesia e musica


Vòltess, omaggio musicale a Franco Loi
Musiche di Tommaso Leddi
Voce Umberto Fiori – Chitarra Tommaso Leddi
Concerto di Umberto Fiori e Tommaso Leddi su testi di Franco Loi
(Franco Loi, Vòltess, poesia musicate da Tommaso Leddi per la voce di Umberto Fiori, con cd audio, Donzelli, 2021)
Presentazione di Giancarlo Consonni e Paolo Giovannetti

h. 22.00
Poetry performing


A cura di Antonio Syxty
Su testi di Giancarlo Majorino, Antologica, testi scelti da Andrea Inglese
Marlene NourbeSe Philip (Zong, Benway Series Editore 2021)

h. 15.00-22.00
Sala La Cavallerizza
Alcesti allo specchio


Installazione site-specific | Rito scenico
a cura di Fabio Orecchini

DOMENICA 26 SETTEMBRE
Teatro Litta

Premio Franco Fortini
h. 11.00


Lectio Magistralis di Bernardo De Luca, Guerra e tempo in Fortini

h. 12.00
Letture dei finalisti e premiazione


Alessandra Carnaroli, da Poesie con katana (Miraggi Edizioni 2019)
Luciano Cecchinel, da Sponda a sponda (Arcipelago itaca 2020)
Lorenzo Mari, da Querencia (Oèdipus Edizioni 2019)
Roberto Minardi, da Concerto per l'inizio del secolo (Arcipelago itaca 2020)
Laura Pugno, da Noi (Amos Edizioni 2020)

Membri della giuria: Christian Sinicco (Presidente), Giuseppe Nibali (Segretario), Maria Borio, Bernardo De Luca, Tommaso Di Dio, Carmen Gallo, Paolo Giovannetti, Luca Lenzini, Fabrizio Lombardo, Francesca Marica, Niccolò Scaffai, Francesco Terzago e Italo Testa (Componenti).

h. 14.30-15.30
Contro l'impegno?


Gilda Policastro e Antonio Tricomi dialogano con Walter Siti

h. 16.00
Letture dei poeti


Biagio Cepollaro e Florinda Fusco

h. 16.30-18.30
Tavola Rotonda: Poesia e politica


Biagio Cepollaro, Florinda Fusco, Rino Genovese, Renata Morresi, Gilda Policastro, Walter Siti, Italo Testa
conduce Andrea Inglese

h. 19.00
Letture dei poeti


Carmen Gallo, Massimo Gezzi, Fabrizio Lombardo, Laura Pugno, Stefano Raimondi

h. 21.00
Poetry performing
Mi rimangono poche cose da dire


a cura di Gianluca Codeghini – suoni
e Andrea Inglese – testo

Onda statica

melologo per voce amplificata e supporto digitale
Cesare Saldicco – musica e regia del suono
Italo Testa – script
Veleria Mastrosova – voce recitante

Poetry performing

A cura di Antonio Syxty
Su testi di
Alessandro Broggi (Noi, Tic Edizioni, 2021)
Michele Zaffarano Quattro serie di istruzioni politico-morali (all'indirizzo dei nostri giovani poeti sul reperimento e sulla assimilazione dei concetti nuovi) Tratto da: Istruzioni politico-morali, di prossima pubblicazione per [dia•foria.

h. 22.00
Dis-lam. Cinque antidoti al dispiacere


a cura di Dome Bulfaro
con Beatrice Achille, Dome Bulfaro, Nicolas Cunial, Giuliano Logos, Paola Turroni

h. 15.00-22.00
Sala La Cavallerizza
Minima Oralia


Installazione sonora
a cura di Gabriele Stera



Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili


Contatti: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



 

La nuova stagione teatrale di Manifatture Teatrali Milanesi

Intitoliamo la stagione "è città aperta" perché vogliamo rappresentare, noi del teatro, la prima città da abitare, dopo quella del lavoro, dell'educazione e della sanità.

Una stagione da vivere con voi, nella nostra città aperta, da settembre a luglio, al Teatro Litta, a La Cavallerizza e al Teatro Leonardo con ...


HORS Festival di Teatro Indipendente – Il gioco del mondo – La rivolta dei brutti – Riding Tristocomico – Io, Steve Jobs – Confirmation – Le allegre comari di Windsor – Antigone – Elettra – Fine Famiglia – L'ultimo vecchio sulla terra – Alcesti, una donna – Fuori misura – Modern Family 1.0 –  Angelo Fausto Coppi – Io, Moby Dick – Scateniamo l'inferno! – Gl'Innamorati, Il musicarello – Uno, nessuno, centomila – Revolutionary Road – ART – PapagHeno PapagHena! – Senza Famiglia – Farfalle – De Andrè, la storia – Not mine no more/Blue, solo per i tuoi occhi – Le Milanesi – Il condominio – Vedi alla voce Alma – L'agenda – L'uomo dal fiore in bocca – Battisti, la storia – Moriremo tutti! – La merda – La cena dei cretini – Mercurio – Decameron, una storia vera – Happy Hour – Getsemani (terzo cammino) Resurrezione – Donne nell'esplorazione spaziale – Urlando furiosa – La vita salva – ABBAdream – Sognando la Kamtchatka – Oblomov Show – Festival di divulgazione scientifica – Festival di Amleta – Cyrano sulla luna

 

Prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545

 


Un nuovo Ground Zero


Casa del teatro indipendente – Festival 2021: direzione artistica a cura di Stefano Cordella e Filippo Renda

Nel desiderio di rispondere al difficilissimo anno vissuto dal teatro italiano - e in particolar modo dal teatro indipendente - e all'altrettanto difficile anno che probabilmente ci aspetta, il festival HORS verrà proposto quest'anno in un'edizione speciale: attraverso la formazione gratuita desideriamo ricreare una piazza non più virtuale nella quale protagonisti siano lo scambio, il confronto e il dibattito, e nella quale siano gli strumenti del teatro a fare da canale per questo confronto.

L'ultimo weekend del festival verrà dedicato al debutto dei nuovi spettacoli di due compagnie emergenti del territorio, Fartagnan Teatro (1 ottobre) e Landi/Mignemi/Paris (2 ottobre) e a una giornata finale di restituzione, confronto e festa (3 ottobre).
 
Il festival HORS quest'anno propone 5 workshop gratuiti ad artiste e artisti under 35.

I laboratori si svolgeranno negli spazi del Teatro Litta di Milano e saranno condotti da:


  • Filippo Renda (dal 20 al 25 settembre)
  • Stratagemmi (rivolto a nuovi critici - dal 20 al 23 settembre e dal 29 settembre al 3 ottobre)
  • Teatro dei Gordi (dal 27 settembre al 3 ottobre)
  • Eco di Fondo (dal 29 settembre al 3 ottobre)
  • Nina's Drag Queen (dal 29 settembre al 3 ottobre)
  • Tutti i laboratori sono gratuiti. La scadenza del bando è mercoledì 15 settembre


Mail: festivalhors@gmail.com
Telefono: 02.80.55.882




Grock è più Rocks che mai

Per il 47° anno di formazione attorale 

Non perdere tempo la scuola di teatro più Grock d'Italia riapre il 1° settembre.
Da lunedì 13 a sabato 18 settembre 2021 ci sono lezioni di prova gratuite di teatro.

Dal vivo.

In presenza.

Spalanchiamo finalmente le porte della nostra scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare teatro.

Scoprirai che il teatro fa bene alla vita. Anche alla tua.


Per partecipare alle lezioni dimostrative gratuite compila il seguente form, verrai richiamato al nostro rientro. Oppure contattaci! 0266988993 / +393334060707 / scuolagrock@mtmteatro.it


Arrivederci a settembre con una nuova magica stagione di teatro
Stagione 2021.2022 work in progress...


Prossimi eventi


25 / 26 settembre
un'idea di Antonio Syxty (Produzione MTM)
La cosa fra le cose"Poesia, azione pubblica"


01 ottobre
Fartagnan Teatro
Console Wars (HORS 2021)


02 ottobre
Landi, Mignemi, Paris
Due volte Tito: sopravvivere alla tragedia


04 / 09 ottobre
Saggio IV anno MTM Scuola Grock (Produzione MTM)
Il gioco del mondo


14 / 24 ottobre
Renda / Cordella (Produzione MTM)
La rivolta dei brutti


16 ottobre
Arianna Porcelli Safonov
Riding tristocomico


22 / 31 ottobre
Corrado d'Elia
Io, Steve Jobs


26 / 31 ottobre
Lab 121
Confirmation


02 / 07 novembre
ATIR - Teatro Bellini - Teatro di Napoli
Le allegre comari di Windsor


02 / 07 novembre
(Produzione Diapason)
Antigone


09 / 14 novembre
Pasquale Marrazzo
Elettra


11 / 14 novembre
Animanera
Fine famiglia


18 / 28 novembre
Filippo Renda (Produzione MTM)
Alcesti - una donna


24 / 28 novembre
Cavalli, Intropido, Robbiano (Produzione MTM)
Fuori misura


30 novembre / 05 dicembre
Nino Formicola
Angelo Fausto Coppi


09 / 19 dicembre
Corrado d'Elia
Io, Moby Dick


10 / 12 dicembre
(Produzione MTM)
Scateniamo l'inferno


17 / 31 dicembre
(Produzione MTM)
Gl'innamorati - il musicarello



MTM TI AUGURA UNA SPLENDIDA ESTATE!

Seguici sui social anche ad agosto, noi non ci fermiamo mai!



Lezioni di teatro gratuite

Prenota subito il tuo posto, non è mai stato così facile

Non perdere tempo la scuola di teatro più Grock d'Italia riapre il 1° settembre.
Hai dagli 8 ai 99 anni?

Da lunedì 13 settembre 2021 parte 1 settimana di lezioni di prova gratuite di teatro.

Dal vivo.

In presenza.

Spalanchiamo finalmente le porte della nostra scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare teatro.

Scoprirai che il teatro fa bene alla vita. Anche alla tua.

Per partecipare alle lezioni dimostrative gratuite compila il seguente form, verrai richiamato al nostro rientro. Oppure contattaci! 0266988993 / +393334060707 / scuolagrock@mtmteatro.it


Prima di partire per le vacanze...

Prenota la tua lezione di prova gratuita!



Non perdere tempo la scuola di teatro più Grock d'Italia riapre il 1° settembre.
Hai dagli 8 ai 99 anni?

Da lunedì 13 a sabato 18 settembre 2021 parte la prima tranche di lezioni di prova gratuite di teatro.

Dal vivo.
In presenza.

Spalanchiamo finalmente le porte della nostra scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare teatro.

Scoprirai che il teatro fa bene alla vita. Anche alla tua.


Per partecipare alle lezioni dimostrative gratuite compila il seguente form, verrai richiamato al nostro rientro.

Oppure contattaci! 0266988993 / +393334060707 / scuolagrock@mtmteatro.it


Grock Scuola di Teatro
via Emanuele Muzio 3
mm3 Sondrio
riapertura 1° settembre



In occasione della nuova edizione del festival teatrale, Scateniamo l'inferno sbarca in Toscana


SCATENIAMO L'INFERNO
di Valeria Cavalli e Claudio Intropido
con Andrea Robbiano e Antonio Rosti
produzione Manifatture Teatrali Milanesi

SEI ANNI DOPO LEOPARDI, IL PROF. ROVERSI SI MISURA CON IL SOMMO POETA DANTE ALIGHIERI E IL SUO CELEBERRIMO INFERNO



"Nel DNA di Manifatture Teatrali Milanesi, c'è da sempre una vocazione educativa di altro profilo, e non stupisce che Valeria Cavalli e Claudio Intropido, con Scateniamo l'inferno, abbiano colto a volo l'occasione, anche sulla scia di un'analoga, riuscita operazione su Giacomo Leopardi, Fuori misura, realizzata qualche anno fa.

Ciò che in quel lavoro era un esilarante a solo di Andrea Robbiano, in questa sorta di sequel si declina in un duetto con Antonio Rosti, duttile interprete della precedente generazione, qui impegnato nell'ambigua, polimorfa figura di un bidello, quasi reincarnazione di un antico professore di italiano di Andrea, il supplente di prima nomina che deve affrontare la sua nuova classe con una lezione su Dante.

Secondo la formula felicemente sperimentata con Leopardi, lo spettacolo non entra immediatamente in argomento, ma ci mostra inizialmente una schermaglia fra l'anziano bidello e il giovane, spaesato principiante. Gustoso il tentativo di strizzare l'occhio agli stilemi espressivi propri della cultura giovanile, con una versione rap del primo canto dell'Inferno, dove Robbiano recupera la sua verve di stampo quasi cabarettistico.

Poi, a mano a mano che al simulacro del bidello si sovrappone l'autorevole figura dell'anziano studioso, che incoraggia con affettuosa saggezza il giovane collega, la parola di Dante esplode in tutta la sua trascinante potenza, corredata dagli strumenti tipici della scena: luci, suoni, che trasformano una lettura interpretativa in un evento teatrale a tutto tondo, di apprezzabile spessore culturale e didattico.

L'uso dei social media è entrato in modo invadente anche nel mondo del teatro ragazzi: ora attraverso il filtro critico dell'ironia; ora come elemento connaturato al linguaggio teatrale e come strumento di interazione col pubblico".

Claudio Facchinelli, Eolo Ragazzi – per Festival Segnali



Scateniamo l'inferno / Lucca Teatro Festival
Venerdì 6 agosto ore 21

Arena estiva del comune di Montecarlo (LU)
Ingresso gratuito


Per informazioni scrivere a prenotazioni@luccateatrofestival.it




APERTE LE ISCRIZIONI


Grock Scuola di teatro

Lezioni di prova gratuite


Da lunedì 5 a sabato 17 luglio 2019 ci sono le 2 settimane di lezioni dimostrative gratuite di teatro più attese dell'anno. Le lezioni di teatro con il Metodo Grock.
Dal vivo. In presenza. Apriamo finalmente le porte della nostra Scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare Teatro.

Scoprirai che il Teatro è Vita.



A chi è rivolto? A tutte le persone dai 18 ai 99 anni


Per info e iscrizioni
Fisso 02 66 98 89 93
Cell +393334060707
Mail scuolagrock@mtmteatro.it



Nella cornice di Palazzo Litta continua il cammino...

Getsèmani, un sentiero da percorrere, un cammino da fare, una relazione da intraprendere

A distanza di più di un anno 'vissuto pericolosamente' il nostro incontro continua, il nostro cammino riprende. Staremo ancora in silenzio, insieme a voi, ci guarderemo negli occhi, ci sdraieremo in terra, guarderemo il cielo nel tepore della notte di questo luglio del 2021 e cercheremo di interpretare i segni dei tempi. Chi è già venuto può dirlo a chi non è ancora venuto. Noi saremo lì ad aspettarvi anche questa volta, per un secondo cammino.

 



Getsèmani (secondo cammino), Golgota
una performance di Antonio Syxty e Susanna Baccari

con: Carola Deho, Susanna Russo, Massimo Sansottera, Gabriele Scarpino, Bruna Serina de Almeida, Nicole Zanin
installazione luminosa: Fulvio Melli
disegno dello spazio e del comportamento: Susanna Baccari
installazione e opere: Antonio Syxty
costruzioni: Ahmad Shalabi

Debutto Nazionale
14/24 luglio 2021
Teatro Litta – Spettacolo itinerante
da lunedì a sabato ore 21.00 – Domenica riposo

 

Promozione ACQUISTA PRIMA!*

Biglietti a 10€ per tutte le repliche anziché 20€

 

 

Contatta la biglietteria allo 0286454545 e acquista direttamente al telefono il tuo biglietto scontato.

Affrettati, i posti sono limitati!

 

 

*La promozione è valida fino al 10 luglio 2021 e non è attiva la prenotazione. La biglietteria MTM è aperta dal lunedì al sabato dalle ore 15:00 alle 20:00

 



Il rendez - vous teatrale più atteso dell'Estate Sforzesca

Con gli allievi delle scuole MTM Accademia LITTA e Grock


In una serata interamente condotta dalle nostre aspiranti attrici e dai nostri aspiranti attori, si avvicenderanno sul palco scene tratte da musical e teatro, che compongono uno spettacolo dal titolo emblematico, preso a prestito dal bellissimo brano dei Queen, interpretato dal leggendario Freddie Mercury nel lontano 1978.

Un sogno quindi che diventa realtà, come nelle parole del famoso brano magicamente interpretato dalla voce di un mito del rock di tutti i tempi:

"Tonight I'm gonna have myself a real good time, I feel alive. And the world I'll turn it inside out, yeah. I'm floating around in ecstasy. So, (don't stop me now), (Don't stop me) 'Cause I'm having a good time, having a good time."

DON'T STOP ME NOW

Cortile delle Armi - Castello Sforzesco di Milano
26 giugno 2021 - ore 19:00


Posto unico € 10,00
Durata dello spettacolo: 75 minuti circa

Biglietti disponibili solo su mailticket



Una storia vera


Settecento anni dopo Boccaccio sei artisti decidono di mettere in scena l'ultima festa prima della fine del mondo

Il 19 settembre 2020 a Union Square, New York City, un enorme timer ha cominciato il proprio conto alla rovescia partendo da 7 anni, 95 giorni, 2 ore e 36 minuti: il tempo che, secondo gli esperti, separa l'umanità dal disastro ambientale. 

Da quando si è posto il problema della fine, l'essere umano ha vissuto da un lato con terrore la possibilità che tutto finisca, dall'altro desiderando perversamente di poter essere spettatore del più grande spettacolo di tutti i tempi.

Nel 1300, mentre una pandemia incurabile dimezzava la popolazione europea, Boccaccio scrive di dieci giovani che scelgono di sfuggire al contagio rinchiudendosi in una tenuta fuori città, e forse un po' per esorcizzare la sfortunata contingenza, decidono, per dieci giorni, di raccontarsi storie. Ogni giorno uno dei villeggianti, eletto re, propone un tema, stimolando i compagni a raffigurare le contraddizioni della società del loro tempo.

Settecento anni dopo, nel pieno di una nuova pandemia globale, sei artisti decidono di mettere in scena l'ultima festa prima della fine del mondo, dopo aver vissuto un loro personalissimo Decameron. In un'epoca in cui sembra essersi perso il senso del tragico noi che cosa abbiamo paura di perdere? Quale segno vorremmo lasciare prima che tutto finisca?

DECAMERON, UNA STORIA VERA

progetto e regia Stefano Cordella
drammaturgia Filippo Renda
di e con Woody Neri, Alice Redini, Filippo Renda, Daniele Turconi, Nicolò Valandro, Silvia Valsesia

Coproduzione MTM Teatro / TrentoSpettacoli



Teatro Litta
23 giugno / 10 luglio 2021 ore 20:00

PROMO APERITIVO A PALAZZO 25 €


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


Paolo Faroni con...

UN'ORA DI NIENTE

 

Un monologo comico sul conflitto tra natura e spirito, tra eccezionalità e quotidianità, tra bisogni e sogni e di come tutti questi conflitti trovino nell'amore il loro campo di battaglia.

Mescolando narrazione e stand up comedy, cabaret e prosa, Paolo Faroni si avventura in un flusso di coscienza potentemente comico e poetico che non fa sconti a nessuno, in primis a se stesso: dagli amori platonici alle perversioni sessuali, il monologo racconta il continuo sballottamento tra desiderio di elevarsi e istinto animale dell'autore, all'insegna di un'esistenza che è insieme "paradiso e schifezze". 


Quando?
15 e 16 giugno 2021
martedì e mercoledì ore 20:00


Dove?
Teatro Litta

 

Posto unico € 12,00
Diritto di prevendita € 1,80


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it / 02-86454545

 



SOGNO DI UNA NOTTE A BICOCCA

Un esilarante SOGNO di Shakespeare "catanesizzato" trasforma la già divertente commedia del Bardo in una sorta di burla continua con momenti di comicità surreale.

UNO SPETTACOLO SELEZIONATO DAI VISIONARI MTM

testo e regia Francesca Ferro
con Francesca Ferro, Agostino Zumbo, Rosario Minardi, Mario Opinato, Renny Zapato, Francesco Maria Attardi, Marco Fontanarosa, Giovanni Maugeri, Antonio Marino, Neculai Cattaneo, Dany Break
produzione Teatro Mobile di Catania.

Undici attori in scena.

Il carcere sembra il posto meno adatto a sognare, la detenzione lontano dal mondo esterno e dagli affetti, aliena l'essere umano, lo priva del tempo e dello spazio così come lo conosciamo noi, liberi, perciò nasce l'esigenza di uscire, superare le mura e pensarsi in un altro luogo, protagonisti di una storia che non è la propria, magari dentro un bosco in una notte d'estate.

"Sogno di una notte di mezza estate" di William Shakespeare reinterpretato da un gruppo di detenuti diretti da una regista che ha il duro compito di lasciare che il teatro ritorni alla sua antica funzione, quella catartica per le vite e le coscienze di ogni componente della compagnia.


"SOGNO DI UNA NOTTE A BICOCCA"
TEATRO LITTA
25-26 maggio 2021, ore 20


Posto unico € 12,00 – Diritto di prevendita € 1,80
CONTATTI: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545


MTM sostiene il DDL ZAN


Un'offerta speciale per chi si presenta in biglietteria con la scritta DDL ZAN sul palmo della mano.


Siamo anime diverse. Siamo l'arcobaleno di Doroty nel magico regno di Oz, ma non solo quello. Per questo vogliamo invitarvi a teatro, per questo nuovo inizio che si possa essere davvero in molti. Ci saremo anche noi e saremo insieme per una causa in cui crediamo. Vi aspettiamo!

#ddlZan #temposcaduto #mtmteatro

Un ingresso a 10 €* per chi si presenta in biglietteria con la scritta DDL ZAN sul palmo della mano

*Il servizio di prenotazione prevede la prevendita di 1,80€
Contatti: biglietteria@mtmteatro.it / 0286454545



 

E' aperto il Boccascena café

 

I tavoli distanziati, i menù prelibati, i vini da stappare e la primavera!

 

Dopo il falso allarme della scorsa settimana, la primavera sembra essere finalmente sbocciata! Il Boccascena Cafè riapre con entusiasmo e vi aspetta nel suo magnifico e spazioso cortile a Teatro Litta per servirvi squisite pietanze e gustosi drink all'aperto, a qualsiasi ora del giorno e nel rispetto del distanziamento. Allora che fate, venite?
Buon inizio settimana!

 

BOCCASCENA CAFE C/O TEATRO LITTA
Corso Magenta 24, Milano


Corpi al vento - Arianna, Fedra, Pasifae: le donne di creta

 

Uno spettacolo selezionato dai nostro Visionari!

di e con Ilaria Gelmi e Antonella Ruggiero
con il sostegno di Teatro Evento
Terramare Teatro B.R.A.C.T
Campsirago Residenza
 
Donne cretesi, "le luminose" le chiamavano, tutte accomunate dallo stesso destino. Tutte fragili di fronte alle passioni d'amore, tutte vittime della stessa maledizione. Fragili, come la creta. Noi siamo tutti fatti di creta. Un mito classico in chiave personale, femminile, ironica e contemporanea. 

LINEE GUIDA SULLE MISURE SANITARIE

Obbligatoria mascherina Chirurgica o FFP2 

Controllo della temperatura all'ingresso

Mantenimento della distanza di sicurezza

 

Teatro Litta
17-18 maggio 2021, ore 20
Posto unico € 12,00 – Diritto di prevendita € 1,80


Parole in trincea -
Non esistono guerre giuste


Uno spettacolo selezionato dai nostro Visionari!

drammaturgia e regia Carmen Pellegrinelli
con Michele Eynard e Federica Molteni
produzione Luna e GNAC Teatro – Residenza Initinere

Una donna, una partigiana, ricostruisce in un grande viaggio della memoria la storia della sua famiglia, sconvolta all'inizio del secolo dalla Prima Guerra Mondiale. I protagonisti di quotidiane storie di resistenza all'inizio del secolo tornano a noi, come in una piccola antologia di Spoon River: sono Il Bepo, l'Alessandro, la Sandra, l'Angelina, Natale, Tullio e Nimis.

LINEE GUIDA SULLE MISURE SANITARIE

Obbligatoria mascherina Chirurgica o FFP2 

Controllo della temperatura all'ingresso

Mantenimento della distanza di sicurezza


Teatro Litta
15-16 maggio 2021, ore 20
Posto unico € 12,00 – Diritto di prevendita € 1,80

​​​​​​​


 

Troia City -
La verità sul caso Aléxandros

 

Uno spettacolo selezionato dai nostro Visionari!

liberamente ispirato ai frammenti dell'Aléxandros di Euripide
testo di Antonio Piccolo
ideazione e regia Lino Musella
con Antonio Piccolo e Marco Vidino (cordofoni e percussioni)
produzione Teatro in Fabula, Quartieri dell'Arte, Galleria Toledo

Una lavagna, dei gessetti, la sabbia, un cavalluccio rosso. Sulle tracce di una tragedia perduta, un investigatore compie un'indagine per metterne insieme i pezzi, fare luce sui vuoti, ricostruirne la vicenda e i personaggi. Il testo di partenza è «Aléxandros», opera di Euripide che ci è giunta incompleta, sorta di "prequel" della guerra di Troia. E chi sarà mai questo Alessandro?

LINEE GUIDA SULLE MISURE SANITARIE

Obbligatoria mascherina Chirurgica o FFP2 

Controllo della temperatura all'ingresso

Mantenimento della distanza di sicurezza

 

Teatro Litta
13-14 maggio 2021, ore 20
Posto unico € 12,00 – Diritto di prevendita € 1,80

 


 

Torniamo a teatro nel rispetto delle norme anti - COVID 19

Se vi siamo davvero mancati venite a trovarci!

 

La biglietteria di MTM è aperta al Teatro Litta dalle 15 alle 20 tutti i giorni feriali. Sono disponibili i biglietti della stagione in corso e l'abbonamento Teatrerò. Vi aspettiamo!

"Ci manca il teatro. Quando riaprite i teatri? Abbiamo bisogno di cultura, di bellezza, di commuoverci e ridere insieme... - Quante volte ho sentito queste parole in questi 400 e più giorni di chiusura dei nostri teatri. Ecco, adesso, riapriamo. Un gesto semplice che diventa enorme in un momento come questo, dopo che abbiamo continuato a lavorare a porte chiuse, per programmare gli spettacoli che ci accompagneranno fino a dicembre 2021. Vi confesso che ho paura che vi siate abituati a vedere le nostre porte chiuse per troppo tempo. Per questo mi chiedo e vi chiedo: se vi siamo mancati davvero venite a trovarci, telefonateci, passate, entrate nelle nostre sale teatrali, così come entrereste in qualunque altro posto della vita di tutti i giorni. Sarà bello, come sempre. Noi ci siamo, le luci sono accese e gli attori stanno per entrare in scena."

GAIA CALIMANI, PRESIDENTE DI MTM - MANIFATTURE TEATRALI MILANESI

Biglietteria MTM C/O Teatro Litta
Corso Magenta 24, Milano

 



L'incanto del teatro torna a MTM

Dal 13 maggio ripartono gli spettacoli al Teatro Litta


Prima di scoprire la nuova programmazione acquista TeaTreRò, la carta libera a scalare valida per 3 ingressi a soli 35€. Da usare fino a fine anno! 

Torniamo ad incontrarci e ad emozioniamoci insieme


TeaTreRò è una carta libera a scalare del valore di 35 € + prevendita valida per tre ingressi da usare come si vuole su tutte le sale di MTM fino al 31.12.2021


ACQUISTA TEATRERO'

​​​​​​​


Conferenza stampa online
Mercoledì 14 aprile 2021 ore 12:00 
diretta Facebook – @Invitro.coop


Potrai seguire la conferenza stampa in diretta streaming sulla pagina Facebook @Invitro.coop

Invitro è una stagione teatrale on demand: sette spettacoli, messi in scena appositamente da sette teatri cooperativi lombardi, disponibili on line e fruibili attraverso computer, smartphone e tablet. Gli utenti scelgono se acquistare gli accessi per una singola opera teatrale oppure l'intero abbonamento (7 spettacoli) on line per la durata della stagione (fino al 30 settembre 2021). 

Invitro è un esperimento cooperativo al quale hanno aderito i teatri milanesi Teatro dell'Elfo, Teatro del Buratto, MTM Manifatture Teatrali Milanesi, Teatro Menotti, Teatro della Cooperativa, Teatro Magro di Mantova e Industria Scenica di Vimodrone. 

I Teatri Cooperativi Lombardi (e non solo) vivono da tempo una situazione economicamente instabile a causa di diversi fattori, che l'emergenza sanitaria ha gravemente accentuato. Invitro vuole essere uno strumento utile per affrontare il presente e al contempo, un'occasione per ripensare il futuro. 

Interverranno in conferenza: Attilio Dadda, presidente Legacoop Lombardia - Paola Leati, coordinatore del progetto, vice presidente Coopservizi - Andrea Bertolazzi, presidente di Gnucoop I 7 teatri: Teatro dell'Elfo, Fiorenzo Grassi - Teatro del Buratto, Lucia Salvati - Teatro Menotti, Emilio Russo MTM _ Teatro Litta, Gaia Calimani - Teatro Magro, Fabio Dorini - Industria Scenica, Ermanno Nardi - Teatro della Cooperativa, Renato Sarti



Per seguire la diretta clicca sul pulsante dedicato

segui la diretta​​​​​​​


Per tutte le informazioni: info@invitro.coop


Lezioni dimostrative gratuite di pasqua

PIETRO DE PASCALIS


La Pasqua si avvicina e noi abbiamo pensato di farti un piccolo regalo. Cosa abbiamo nascosto nell'uovo? Quale sorpresa ti porta il coniglietto Grock? Se hai meno di 40 anni puoi partecipare ad una serie di sessioni di lavoro gratuite con uno degli insegnanti più pasquali della nostra Scuola. 
 
Se vuoi quindi farti o fare un regalo post pasquale non devi far altro che iscriverti e prenotare il tuo posto attraverso il form allegato. La lezione di 1 ora sarà rigorosamente on line su zoom.


CALENDARIO
 
Mercoledì 7 aprile 2021
dalle 21 alle 22
 
Mercoledì 14 aprile 2021
Dalle 21 alle 22



Prenota la tua lezione pasquale compilando il seguente form



 

PNG - Personaggi Non Giocanti

Scoprire il teatro attraverso il Gioco di Ruolo

 

Corso Base
Come si crea un personaggio? Cos'è il Gioco di Ruolo e come può interagire con il teatro? Il corso di PNG risponde a queste domande mettendo insieme Teatro e Gioco di Ruolo. Nel gioco di ruolo i giocatori assumono uno o più ruoli e creano insieme uno spazio immaginario in cui far interagire i propri personaggi.

 

Destinatari: Ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni.
 
Quando: Tutti i sabati dalle 15:00 alle 17:00


Per info e iscrizioni
Cell +393334060707
Mail scuolagrock@mtmteatro.it



La Finestra di Antonio Syxty incontra i teatri di Milano che aderiscono a INVITO A TEATRO

Dopo un anno insieme, per il teatro di domani


Partecipano Mimma Guastoni (presidente Teatri per Milano), Gaia Calimani (Manifatture Teatrali Milanesi), Renata Coluccini (Teatro del Buratto), Fioravante Cozzaglio (Centro d'Arte Contemporanea Teatro Carcano), Maria Eugenia D'Aquino (PACTA . dei Teatri SALONE viaDini), Elio De Capitani (Elfo Puccini Teatro d'arte contemporanea), Corrado D'Elia (Compagnia Corrado D'Elia), Luca Doninelli (Teatro De Gli Incamminati), Bruno Fornasari (Teatro Filodrammatici di Milano), Rossella Lepore (Elsinor- Teatro Fontana), Claudio Longhi (Piccolo Teatro di Milano – Teatro d'Europa), Stefano Marafante (Teatro Martinitt), Renzo Martinelli (Teatro i), Emilio Russo (Tieffe Teatro Menotti), Renato Sarti (Teatro della Cooperativa), Arianna Scommegna (ATIR – Teatro Ringhiera), Andrée Ruth Shammah (Teatro Franco Parenti ), Roberto Traverso (Teatro Out Off), Umberto Angelini (Triennale Teatro Milano).
 
Modera Antonio Syxty

La scelta simbolica del 27 marzo 2021, come Giornata Mondiale del Teatro, si trasforma prima di ogni altra cosa in testimonianza. I teatri di Invito a teatro sono i primi testimoni, oltre che i primi cittadini, incaricati di alimentare e interpretare civicamente la vita intellettuale, politica e spirituale di tutti.

I teatri sono sempre la testimonianza di vita di una città e i teatri di Milano sono stati testimoni delle storie, dei costumi culturali, delle idee, delle riflessioni sul presente, le visioni del futuro, la maestria degli artisti e dei tecnici di scena. Nei teatri di Milano è passata la vita della città in oltre 40 anni di storia recente. Per questo i teatri continuano a testimoniare il loro ruolo civile nello svolgere il proprio lavoro, perché i teatri sono sempre "aperti", anche quando sono fisicamente chiusi, perché in loro scorre la vita attraverso le storie degli uomini.

Sabato 27 marzo 2021 ore 21.00


In diretta streaming su Facebook e Youtube



Marzo Rosa by MTM su La finestra di Antonio Syxty


Quattro straordinarie artiste, e che artiste, si raccontano in diretta sui canali social di MTM Teatro.

Gillian Bruce, coreografa e docente di musical performer e insegnante di danza classica, modern jazz, tip tap e carattere.

Paola Vismara, docente dell' Accademia Teatro alla Scala di Milano.

Giulia Staccioli, coreografa e direttrice artistica e fondatrice della Kataklò Athletic Dance Theater.

Mitzi Van Walfgang, insegnante e fondatrice di Burlesque School Milano, la prima scuola di burlesque e cabaret in Italia.

​Marzo Rosa by MTM, l'11, il 12, il 19 e il 26 marzo live sulle pagine Facebook, YouTube e Twitch di MTM Teatro e in contemporanea sulla pagina Facebook delle artiste. 



PRENOTA LA TUA LEZIONE DIMOSTRATIVA GRATUITA

CORSO DI DIZIONE E COMUNICAZIONE EFFICACE


Vuoi imparare ad usare la voce? Ti interessa capire come fare ad attirare l'attenzione e a suscitare l'interesse dei tuoi interlocutori (siano studenti, colleghi o nipotini) con una comunicazione efficace e chiara? Vuoi essere in grado di parlare un italiano corretto, privo di inflessioni regionali? In questo momento di vita on line vuoi capire come risultare il più espressivo possibile anche da una casellina virtuale?


Prenota subito la tua lezione di prova GRATUITA:
VENERDI 12 febbraio '21 dalle 21:00 alle 22:00


WhatsApp +393334060707
scuolagrock@mtmteatro.it



 

PRENOTA LA TUA LEZIONE DIMOSTRATIVA GRATUITA

CORSO PROPEDEUTICO ALLA RECITAZIONE

 

Il corso si rivolge a tutti coloro che, pur desiderando avvicinarsi alla recitazione e alle tecniche dell'attore non possano, per varie ragioni, impegnarsi per l'intero Anno Accademico. Un'esperienza che attraverso l'approfondimento e la conoscenza di sé e la relazione con gli altri, abbia come fine l'emersione di una forma espressiva personale.

 

Prenota subito la tua lezione di prova GRATUITA:
SABATO 13 febbraio '21 dalle 11:00 alle 12:00


WhatsApp +393334060707
Mail scuolagrock@mtmteatro.it

 


Quanti strani amori sbocciati a teatro!

 

Fai un regalo con il cuore e lo farai anche a noi. San Valentino sta arrivando! 

Il teatro, si sa, fa bene alla mente, ma quelli che lo frequentano sanno bene che soprattutto, fa bene al cuore. E allora, quale regalo più bello da fare alla persona amata (magari incontrata a teatro) se non un abbonamento scontatissimo?

Noi di MTM, lavoriamo incessantemente dall'inizio della pandemia per non farci dimenticare, ma abbiamo bisogno di te.

 


L'addition s'il vous plait!?

Boccascena Café, il luogo ideale per colazioni e pranzi squisiti nella magnifica cornice di Teatro Litta.

Milano è tornata gialla? Riapre il Boccascena Café! Vieni a trovarci nel nostro bistrot di Corso Magenta 24, all'interno del #TeatroLitta. Siamo a tua disposizione dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 16, con piatti gustosi, caffè, bevande e tanto altro. E a pranzo, per gli iscritti alla newsletter di MTM Teatro, c'è una super promozione del 10%.

Presenta questa mail alla cassa per ricevere lo sconto!

Sostienici pranzando al Boccascena Café: hai il 10% di sconto!


Per maggiori informazioni chiama il 392 924 3823



Uno sguardo sul mondo dalla finestra di Antonio Syxty

La finestra di Antonio Syxty si espande diventando EXTRA e SPECIALE in diretta facebook il mercoledì e il venerdì dalle ore 21:00 mentre il giovedì dalle ore 19:00

Il responsabile artistico di MTM Antonio Syxty (artista e online streamer) vi aspetta con le sue dirette de La finestra di Antonio Syxty sulla pagina facebook di MTM Teatro con ospiti italiani e internazionali, racconti, idee e novità dal mondo del teatro e non solo. Da questo mese inoltre potrete seguire le dirette anche sulla pagina di Invito a Teatro. Infine, potrai rivedere lo storico delle puntate anche su MTM TV!

Ecco il calendario di gennaio 2021


  • Questa sera dalle ore 19:00 Renzo Martinelli, direttore artistico di Teatro i (in contemporanea su facebook di Invito a Teatro


  • Venerdì 8 gennaio dalle ore 21:00 Pasquale Marrazzo, regista e produttore di cinema e teatro

  • Mercoledì 13 gennaio dalle ore 21:00 Alessandro de Francesco e Giulio Marzaioli (traduttore ed editore)
  • Giovedì 14 gennaio dalle ore 19:00 i poeti di PROSA IN PROSA (Andrea Inglese, Gherardo Bortolotti, Alessandro Broggi, Marco Giovenale, Michele Zaffarano, Andrea Raos)
  • Venerdì 15 gennaio dalle ore 21:00 Pietro Pignatelli attore di teatro
  • Giovedì 21 gennaio dalle ore 19:00 in collaborazione e a cura di LiquidSky incontro con il prof. Natale Stucchi, professore ordinario di psicologia
  • Venerdì 22  dalle ore 21:00 Alice Mado Proverbio, professoressa ordinaria di psicologia
  • Mercoledì 27 gennaio dalle ore 21:00 Serena Sinigaglia, direttore artistico di ATIR (in contemporanea su facebook di Invito a Teatro)
  • Giovedì 28 gennaio dalle ore 19:00 Lorenzo Loris, direttore artistico di Teatro OutOff (in contemporanea su facebook di Invito a Teatro)
  • Venerdì 29 gennaio dalle ore 21:00 Giorgio Borghetti, attore, doppiatore e direttore del doppiaggio italiano



Decameron, una storia vera

Produzione MTM Teatro / TrentoSpettacoli

di e con Woody Neri, Alice Redini, Filippo Renda, Daniele Turconi, Nicolò Valandro, Silvia Valsesia, drammaturgia Filippo Renda, progetto e regia Stefano Cordella


dal 22 giugno all'8 luglio 2021

Novità 2021
Teatro Litta (Corso Magenta 24, Milano)


Il 19 settembre 2020 a Union Square, New York City, un enorme timer ha cominciato il proprio conto alla rovescia partendo da 7 anni, 95 giorni, 2 ore e 36 minuti: il tempo che, secondo gli esperti, separa l'umanità dal disastro ambientale. Nel 1300, mentre una pandemia incurabile dimezzava la popolazione europea, Boccaccio scrive di dieci giovani che scelgono di sfuggire al contagio rinchiudendosi in una tenuta fuori città, e forse un po' per esorcizzare la sfortunata contingenza, decidono, per dieci giorni, di raccontarsi storie. Settecento anni dopo, nel pieno di una nuova pandemia globale, sei artisti decidono di mettere in scena l'ultima festa prima della fine del mondo, dopo aver vissuto un loro personalissimo Decameron. In un'epoca in cui sembra essersi perso il senso del tragico noi che cosa abbiamo paura di perdere? Quale segno vorremmo lasciare prima che tutto finisca? 



 

Getsemani (secondo cammino)

Gòlgota - Ma voi chi dite che io sia?

produzione MTM Teatro

 

dal 23 marzo al 02 aprile 2021

Debutto Nazionale
Cortile Palazzo Litta (Corso Magenta 24, Milano)

 


progetto di Antonio Syxty con la collaborazione di Susanna Baccari – con Bruna Serina de Almeida, Carola Deho, Nicole Zanin, Susanna Russo, Gabriele Scarpino, Massimo Sansottera

Nel 2019 abbiamo intrapreso il cammino di Getsemani, ci siamo guardati negli occhi, abbiamo sorriso, qualcuno ha pianto, ci siamo abbracciati e scambiati poche parole scritte su bigliettini di carta. E siamo stati in silenzio. A distanza di un anno 'vissuto pericolosamente' il nostro cammino riprende: staremo ancora in silenzio, ci sdraieremo in terra, guarderemo il cielo nel freddo della notte e cercheremo di interpretare i segni dei tempi. Chi è già venuto può dirlo a chi non è ancora venuto. Noi saremo lì ad aspettarvi anche questa volta, per un secondo cammino.

 


 

Revolutionary Road

Produzione Eccentrici Dadarò

di Renato Gabrielli – con Rossella Rapisarda, Stefano Annoni, Daniele Gaggianesi – regia e disegno luci Fabrizio Visconti

 

dal 16 al 21 marzo 2021

Teatro Litta (Corso Magenta 24, Milano)

 


LEI e LUI. Belli, intelligenti, piuttosto colti, innamorati. Una casa "carina" e accogliente. Un lavoro noioso ma sicuro per LUI. Blandi impegni domestici per LEI, che ha tempo per coltivare come hobby la sua antica passione d'attrice. Ma LEI e LUI vogliono, o almeno sognano, altro. Si ritengono entrambi superiori all'ambiente mediocre e piccolo borghese che li circonda e imprigiona; e questo senso di superiorità, chissà quanto fondato, li tiene uniti e segretamente complici. Finché...

 


 

Alcesti - una donna

Produzione MTM Teatro

da Euripide, drammaturgia e regia Filippo Renda, con Beppe Salmetti, Filippo Renda, Irene Serini, Luca Oldani

 

dal 04 al 14 marzo 2021

Debutto Nazionale
Teatro Litta (Corso Magenta 24, Milano)

 


La generazione dei figli di fronte a quella dei padri. Figli delusi e isolati da un lato, padri narcisi e distanti dall'altro. Admeto e Ferete, un figlio che vuole prolungare la propria esistenza e un anziano padre che non sacrifica la propria vita per salvare quella del figlio. Ferete, seppur anziano, ama profondamente la vita e ad essa è attaccato. Admeto è l'egocentrico, sempre al centro del proprio mondo e di quello degli altri; non rifiuta il sacrificio della propria sposa, Alcesti, madre di figli ancora in tenera età. Aggredisce chiunque decida di muovergli critiche, ma rifugge in maniera abilissima qualsiasi pericolo. Admeto è un finto eroe, che supera le proprie prove grazie all'inganno.

 


 

Anticipazioni MTM Teatro 2021

 

Oltre l'arcobaleno: "nessun posto è bello come casa mia"

"Come le primule simbolo della campagna vaccinale anche noi vogliamo tornare con la primavera pensando ad una programmazione che coinvolga l'ultima parte di questa stagione e la prima della successiva. Un po' alla volta MTM riprogramma l'intero 2021 a partire da marzo. Queste le prime anticipazioni: 3 produzioni ed 1 ospitalità a cui a breve si aggiungeranno compagnie, artisti, progetti cari a MTM. Il nostro modo per augurare e augurarci un 2021 di cura e salute."

Gaia Calimani
Presidente MTM Teatro

 




Post Visioni di Solaris (2007)

I Grandi classici del Teatro Litta

ideato da Antonio Syxty
scritto da Paolo Schierani
Visual e ambienti: Andrea Taddei e Andrea Serafino.
Con Stefano Annoni, Sara Bellodi, Gaetano Callegaro, Paolo Cosenza, Alessia Giangiuliani, Shi Yang, Isabella Macchi, Stefania Umana, Bruno Viola

Milano, Teatro Litta, dal 5 giugno al 2 luglio 2007

Il palinsesto online degli spettacoli che hanno inaugurato il millennio al Litta

Lo spettacolo sarà disponibile sull'App di MTM Teatro dalle ore 21:00 di domenica 20 dicembre alle 21:00 di lunedì 21 dicembre


«Visioni di Solaris», non-storie di violenza per otto attori
Il sogno interrotto di Syxty Frammenti di storie si susseguono in scene che hanno sempre il sapore della violenza. Una famiglia, una madre, un padre, un figlio malato, uno zio, una ragazza incatenata, forse la figlia, poco importa, vivono l' enigma doloroso della loro esistenza in bilico tra verità e finzione, tra sogno e realtà. E l' enigma diventa l' oscuro rompicapo dello spettatore che assiste, itinerando per i meandri del teatro dalla sala prove alla soffitta, a un comporsi di fatti interpretati da personaggi che sembrano essere fantasmi di sensazioni e di sentimenti. In Visioni di Solaris ideato da Antonio Syxty e scritto da Paolo Schierani, le scene che si susseguono hanno elementi in comune, una vaga storia interpretata da nove bravi attori, tra i quali Sara Bellodi, Alessia Giangiuliani, Gaetano Callegaro, Paolo Cosenza e Stefano Annoni, lungo tre percorsi articolati in sei «visioni» che si concludono nella platea vuota del teatro nell' intento di intrecciare i fili di una impossibile trama. Pur dichiarando che tutto è realtà e tutto è finzione e quindi nulla è certo, la scena finale è la parte più debole perché risulta essere un tentativo di razionalizzare l' inconscio. Interessanti e a tratti suggestive le immagini dai tocchi surreali create nei vari micro-atti che compongono la non-storia che lo spettatore può assemblare nel proprio immaginario. Dalla prima scena in cui una madre uccide il marito che sta per assassinare il figlio paralizzato - che riuscirà a suicidarsi urlando il suo no alla vita - si passa a un' evocazione sadomaso, per poi scoprire in un successivo «atto» una ragazza , guardata a vista da un carceriere in pantaloni mimetici che si trasformerà in un maggiordomo con la testa d' asino. La giovane legata a un ceppo rimpiange l' assenza del padre e asseconda la madre in un gioco infantile. La non-storia continua con altre tessere del mosaico di rapporti intricati e malati tra padri, madri e figli. Nello spettacolo prevale la suggestione dell' immagine, del dubbio, dell' incompleto, dell' arcano di una storia tenace come un incubo, ma tutto si sgretola nel finale per il tentativo di dare un possibile quanto improbabile senso a una vicenda che ha proprio nel non averne il suo valore. Bisognava avere il coraggio di lasciare tutto in sospeso come un sogno interrotto.



Magda Poli, Corriere della Sera, 17 giugno 2007

Per vedere lo spettacolo scarica l'App di MTM Teatro e registrati cliccando sul pulsante dedicato

Per informazioni relative al downoad dell'applicazione è a disposizione il Personal Theater del teatro al +393316404594




A Natale regala TeaTreRò

Per tornare a Teatro appena possibile...


Un regalo lungo un anno intero. A Natale regala #TeaTreRò, la carta regalo MTM valida per 3 ingressi ai nostri spettacoli da usare come e quando si vuole (per tornare a Teatro appena possibile). Acquistandola rendi felice un appassionato di teatro, invogli una persona che a teatro non c'è mai stata e inoltre sostieni MTM Teatro!

Cosa aspetti? Acquista TeaTreRò e aspettaci...


TeaTreRò è una carta libera a scalare del valore di 35 € valida per tre ingressi da usare come si vuole su tutte le sale di MTM fino al 31.12.2021

​​​​​​​


I Grandi classici del Teatro Litta

Il palinsesto online degli spettacoli che hanno inaugurato il millennio al Teatro Litta sull'App di MTM Teatro


VILLA ROSMER (2005)
di Henrik Ibsen, regia di Antonio Syxty

con Emanuele Fortunati, Greta Zamparini, Francesco Paolo Cosenza, Gaetano Callegaro, Bruno Viola, Silvia Giuliano.
 
Lo spettacolo sarà disponibile sull'App di MTM Teatro dalle ore 21:00 di domenica 13 dicembre fino alle ore 21:00 di lunedì 14 dicembre



"Una sfida, di quelle che Antonio Syxty è solito raccogliere con entusiasmo e con la passione di un regista che va oltre la parola, analizzando simboli e significati, studiando i personaggi senza leggerli solo attraverso la loro psicologia. «In effetti, sulla scena non devono parlare le psicologie dei protagonisti, bensì le loro anime e proprio per questo ho cercato, attraverso la scrittura di Ibsen una chiave ideale per la messinscena di questo lavoro difficile e complesso. Non ho puntato sullargomentazione politica, né su quella degli ideali: secondo me il filo conduttore di tutto il lavoro è la netta divisione tra il mondo femminile e quello maschile. Quando uno dei due si sacrifica, laltro non riesce a comprenderlo e solo nel drammatico momento della morte vi è un avvicinamento".

Viviana Persiani, Il Giornale, 2006


Per vedere lo spettacolo scarica l'App di MTM Teatro e registrati cliccando sul pulsante dedicato

Per informazioni relative al downoad dell'applicazione è a disposizione il Personal Theater del teatro al +393316404594




I Grandi classici del Teatro Litta

Il palinsesto online degli spettacoli che hanno inaugurato il millennio al Teatro Litta sull'App di MTM Teatro

IL CALAPRANZI (2005)
di Harold Pinter, regia Antonio Syxty
con Gerardo Maffei (Ben), Paolo Casiraghi (Gus)
 


Lo spettacolo sarà disponibile sull'App di MTM Teatro dalle ore 21:00 di domenica 06 dicembre fino alle ore 21:00 di lunedì 07 dicembre



"La stanza claustrofobica dove Ben e Gus aspettano è diventata, anche grazie allo scenografo Andrea Taddei, una sorta di "funny room" volutamente finta, dove le luci si accendono e si spengono secondo i movimenti dei due attori, strizzati in pacchiani costumi stile Las Vegas. «Nel Calapranzi c' è un' anticipazione della tremenda condizione del reality show: l' isolamento e la simulazione - continua Syxty - come si può distinguere ciò che è vero se ricostruisci un simulacro di esistenza all' interno di un ambiente separato dal mondo?»

Antonio Syxty da La Repubblica, 2005 - Sara Chiappori

Per vedere lo spettacolo scarica l'App di MTM Teatro e registrati cliccando sul pulsante dedicato

Per informazioni relative al downoad dell'applicazione è a disposizione il Personal Theater del teatro al +393316404594




I Grandi classici del Teatro Litta

Il palinsesto online degli spettacoli che hanno inaugurato il millennio al Teatro Litta sull'App di MTM Teatro


IL GIRO DI VITE (2004)
di Henry James, regia di Carmelo Rifici
con Sabrina Faroldi, Alessia Giangiuliani, Silvia Giuliano e Cristina Odasso
 


Lo spettacolo sarà disponibile sull'App di MTM Teatro dalle ore 21:00 di domenica 29 novembre fino alle ore 21:00 di lunedì 30 novembre

«La drammaturgia contemporanea soffre di eccessi di minimalismo quotidiano. Per quanto mi riguarda, in teatro si deve prima di tutto raccontare delle storie. E questa è una storia bellissima, dove convergono temi diversi. Prima di tutto l' idea di una società arrivata al suo culmine di bellezza, chiusa in una cupola di cristallo per difendersi da un male che avanza implacabile. Come se la sofferenza dell' umanità fosse arrivata al massimo di dolore sostenibile» 

Carmelo Rifici da La Repubblica, 2004 - Sara Chiappori




Un palinsesto online con gli spettacoli che hanno inaugurato il millennio al Teatro Litta

Per la 2° volta da inizio pandemia MTM apre al suo pubblico l'archivio storico dei suoi spettacoli

I video dei Grandi classici del Teatro Litta saranno disponibili solo all'interno dell'App di MTM Teatro a partire dalle ore 21:00 di domenica 22 novembre, come da programma. Una volta scaricata l'applicazione, in home page gli utenti troveranno tutte le istruzioni per la corretta visione. La trasmissione di ciascun spettacolo resterà attiva per 24 ore.


  • IL GIARDINO DEI CILIEGI (2000)

di Anton Cechov, regia Antonio Syxty
scene e costumi Andrea Taddei
con Raffaella Boscolo, Silvia Soncini, Alessandra Paloschi, Gaetano Callegaro, Armando Carrara, Alessandro Pala, Riccardo Magherini, Argia Laurini, Alvise Camozzi


  • IL GIRO DI VITE (2004)

di Henry James, regia di Carmelo Rifici
con Sabrina Faroldi, Alessia Giangiuliani, Silvia Giuliano e Cristina Odasso


  • IL CALAPRANZI (2005)

di Harold Pinter, regia Antonio Syxty
con Gerardo Maffei (Ben), Paolo Casiraghi (Gus), Scene e costumi Andrea Taddei


  • VILLA ROSMER (2006)

di Henrik Ibsen, regia di Antonio Syxty
scene e costumi di Andrea Taddei
con Emanuele Fortunati, Greta Zamparini, Francesco Paolo Cosenza, Gaetano Callegaro, Bruno Viola, Silvia Giuliano


  • VISIONI DI SOLARIS (2007)

ideato da Antonio Syxty e scritto da Paolo Schierani
Visual e ambienti: Andrea Taddei e Andrea Serafino
con Stefano Annoni, Sara Bellodi, Gaetano Callegaro, Paolo Cosenza, Alessia Giangiuliani, Shi Yang, Isabella Macchi, Stefania Umana, Bruno Viola

"Il teatro vive il suo tempo perché vive del suo tempo. Il teatro è sempre contemporaneo al suo tempo e non può sfuggire alla sua contemporaneità, perché in essa trova i comportamenti e le azioni da rappresentare al mondo. Coloro che lo amano lo sanno e per questo motivo lo frequentano. E allora, in questo nostro tempo, in cui un virus respiratorio non consente al teatro di vivere in compresenza, è naturale che il teatro venga "riportato" da documenti audio-visivi che fanno parte sia di un passato storico che di un presente virtuale. Non c'è nulla di male. E' umano pensarci e metterlo in opera in questo modo. Per questo anche MTM - Manifatture Teatrali Milanesi propone gli spettacoli che dal passato testimoniano la sua presenza ancora oggi, a distanza di tempo. Le produzioni MTM messe in streaming si riferiscono ai primi anni del millennio che stiamo vivendo, e per questo possono risultare anche tecnicamente "vintage" appartenenti a un mondo ancora analogico. Buona visione a chi porta il teatro nel proprio cuore e nei propri pensieri." 
Antonio Syxty


Per vedere gli spettacoli scarica l'App di MTM Teatro


Per informazioni relative al downoad dell'applicazione è a disposizione il Personal Theater del teatro al +393316404594




Restiamo connessi!


MTM c'è e ci sarà sempre per il suo pubblico, anche nelle situazioni più complesse come quella che stiamo vivendo.

Per questo motivo, con enorme piacere, ti informiamo che da oggi torneremo ad allietare le tue serate con contributi video e dirette speciali a cura della redazione di MTM TV, sperando di soddisfare la tua curiosità. Penseremo anche ad altre occasioni di incontro online! Continua a seguirci per rimanere aggiornato sulla nostra programmazione, in attesa di ritrovarci a teatro, dove tutto ebbe inizio.

Ogni sera alle 21 sui social MTM un contributo video da non perdere!



ANTONIO SYXTY CLUB TEATRO

Powered by MTM


Il magazine radiofonico ideato e condotto da Antonio Syxty, in onda il lunedì dalle 19 alle 20 su @radioblabla. Ogni puntata è dedicata alle novità di MTM Manifatture Teatrali Milanesi e di tutto il mondo teatrale/culturale milanese.

Ascolta la diretta cliccando il link dedicato


 

La finestra di Antonio Syxty 

Uno spazio all'interno del calendario editoriale dei social di MTM teatro dedicato alle interviste

Il teatro è sempre stato lo specchio del suo tempo. E il tempo del teatro – in questo nostro tempo – è anche la rete telematica che ci lega socialmente e culturalmente, nel bene e nel male. Partendo da questo presupposto, Antonio Syxty stimolato dal social media manager di MTM ha ideato questo format in cui ogni settimana intervista un ospite diverso. I temi affrontati sono molteplici: si passa dall'arte alla medicina, dall'editoria alla poesia, dalla politica all'insegnamento. Alcune volte la finestra si apre occasionalmente anche il venerdì dalle 19 alle 20 per occasioni straordinarie.

Tutti i giovedì dalle 19 alle 20 rigorosamente in diretta. (Solo qualche volta registrata)


 

Non stare a guardare...

Anche tu MI LASCI IL TUO BIGLIETTO?

Un'altra prova da superare in questo annus horribilis. Tuttavia abbiamo deciso di andare, e guardare, OLTRE. Seppur allo stremo delle possibilità a MTM continuiamo a lavorare per essere pronti alla ripartenza, non appena sarà possibile. Anche per questo voglio lanciare un accorato appello a te che hai a cuore la nostra attività: DONACI IL BIGLIETTO che hai acquistato se ne hai la possibilità. Lo hanno già fatto in molti. Un gesto preziosissimo in questo 2020 così amaro, per poter tornare presto a casa! Grazie di cuore ❤️

Il presidente di MTM Gaia Calimani

Ci vediamo al più presto nei nostri teatri ?


 

Un luogo virtuale dove incontrarci

Completa il giro del mondo MTM scaricando la nuova App

Con l'App di MTM Teatro sei sempre aggiornato, in tempo reale, su tutte le nostre attività online ma anche sui corsi delle scuole di teatro Grock e Litta.

Per scoprire l'offerta SCARICA l'App di MTM Teatro cliccando il link dedicato!


MTM è sempre con te

Resta connesso con noi e sostienici anche da casa!

"Il teatro è poesia che esce da un libro, per farsi umana"
Federico Garcia Lorca

Chiudiamo il sipario fino al 24 novembre come da DPCM con la speranza che questo terribile Virus plachi la sua furia. Cercheremo di restarti vicino con contenuti digitali che potrai vedere sui nostri canali social: instagram, facebook, App e TikTok. Perché senza di te la magia del teatro non si può compiere.

 

In attesa di ritrovarci a teatro ci vediamo online!


FUORI MISURA


Il Leopardi come non ve l'ha mai raccontato nessuno

Che dire, dopo oltre 300 repliche tutte sold-out, lo spettro di Leopardi riecheggia ancora a MTM.
Fuori Misura racconta le avventure del Professor Roversi che, al suo primo incarico come supplente, deve affrontare l'arduo compito di spiegare agli "studenti" l'opera di Leopardi. Dopo un'iniziale difficoltà riuscirà nel suo intento di entrare nel cuore dei "ragazzi" toccando temi delicati e importanti quali l'inadeguatezza, il desiderio e l'amore. A fare da cornice alla lezione sarà questa volta il teatro Litta, con il pubblico presente a ricoprire il ruolo dello studente.

 
Lo spettacolo scritto e diretto da Valeria Cavalli con Claudio Intropido andrà in scena al teatro Litta dal 6 all'8 novembre.


Prenota o acquista ora il tuo biglietto!
​Chiama lo 0286454545 o scrivi a biglietteria@mtmteatro.it


L'orario di inizio, contestualmente alla durata dello spettacolo, consente il rientro nelle proprie abitazioni entro i tempi stabiliti dal coprifuoco regionale. 


 

SCATENIAMO L'INFERNO!

 

Un non convenzionale e appassionante incontro con il più grande poeta mai esistito

Dopo gli innumerevoli sold-out inanellati dai loro spettacoli, la coppia Cavalli/Intropido torna ad emozionarci.
Scateniamo l'inferno, in programma al Teatro Litta dal 3 al 5 novembre, racconta le nuove avventure del Professor Roversi che dopo Leopardi ora deve confrontarsi con il Sommo Dante e il suo Inferno, sperando di accendere ancora una volta l'interesse dei suoi alunni verso la poesia.
In scena due attori che non hanno bisogno di presentazioni: Andrea Robbiano nei panni del celebre Professor Roversi 6 anni dopo Fuori Misura, e Antonio Rosti, prediletto di Maestri del calibro di Dario Fo, Carlo Cecchi e Franco Parenti, ad interpretare la parte di un misterioso bidello...

 

Prenota o acquista ora il tuo biglietto
Chiama lo 0286454545 o scrivi a biglietteria@mtmteatro.it


L'orario di inizio, contestualmente alla durata dello spettacolo, consente il rientro nelle proprie abitazioni entro i tempi stabiliti dal coprifuoco regionale. 


ORARIO MODIFICATO ORE 19.30


Lo spettacolo che celebra uno dei più grandi compositori di sempre

Siete pronti? Sta per debuttare IO, LUDWIG VAN BEETHOVEN di e con Corrado d'Elia dal 13 al 25 ottobre 2020 al teatro Litta. 

"Uno straordinario Corrado d'Elia, con una presenza scenica imponente, rende omaggio al genio di uno dei più grandi compositori di tutti i tempi."
Sebastiano Di Mauro, 2duerighe.com

?
Quest'anno si celebra il 250° anniversario della nascita di uno dei più grandi geni musicali che il mondo abbia mai conosciuto: Ludwig van Beethoven.

Caro Ludwig, BUON COMPLEANNO!!! 

E' ricordato per la sua Nona Sinfonia, ma non solo!

In questo spettacolo Corrado d'Elia ripercorrerà i tanti misteri, la sordità, i rapporti col padre e con il suo tempo, il suo talento, gli amori profondi e contrastati, le sue durezze e soprattutto la sua musica, la sua musica immortale.

Per divertirci un pò prima del debutto vogliamo segnalarvi alcune curiosità, di cui probabilmente non eravate a conoscenza:

Divenne sordo all'età di 30 anni

Scrisse solo 9 sinfonie, molto poche rispetto ai suoi colleghi (Haydn ne compose più di 100 e Mozart 49).

Beethoven non scriveva mai su commissione, ma principalmente per sé stesso, e questa era una novità per l'epoca perché fino ad allora i compositori lavoravano solo su incarico.

La nona sinfonia fu composta quando il compositore era già completamente sordo, ed è famosa perché per la prima volta in un'opera orchestrale venne inserito un coro, il celeberrimo "Inno alla gioia".

I suoi manoscritti sono pieni di rifacimenti, appunti e correzioni, perchè correggeva in continuazione le sue composizioni, a differenza di Mozart che componeva di getto.

Forse non sapete che lo spettacolo Io, Ludwig van Beethoven è arrivato a più di 100 repliche e ha riscontrato grande successo ed entusiasmo da parte della critica e degli spettatori.

 


Tutto il resto vieni a scoprirlo a teatro!

IO, LUDWIG VAN BEETHOVEN
di e con Corrado d'Elia 
dal 13 al 25 ottobre 2020
MTM Teatro Litta
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30


Info e prenotazioni biglietteria@mtmteatro.it/02-86454545 o acquista online cliccando sul pulsante dedicato



ABRACADABRA
Incantesimi di Mario Mieli (Studio#4)

di Irene Serini
con Irene Serini e Caterina Simonelli 
animazioni video di Anna Resmini
luci e suono Caterina Simonelli
Produzione IF Prana
in collaborazione con Olinda Residenza Artistica


Abracadabra - incantesimi di Mario Mieli è un percorso teatrale diviso in tappe, chiamate studi, che indaga il pensiero e la vita di un intellettuale italiano conosciuto principalmente all'estero. Mario Mieli fu infatti una figura unica nel panorama culturale del nostro Paese, ma ben presto rimossa. La personalità eclettica e gli interessi personali, lo portarono a farsi molte domande dal punto di vista filosofico, poetico, teatrale, relativamente a identità di genere e sessualità. La peculiarità dell'indagine di Mieli che ha come perno un'identità di genere in movimento, ci ha costretti ad una trasformazione continua anche in scena. Da qui l'idea di un percorso a tappe. Non si tratta quindi di momenti di esibizione di una prova che sfocerà in uno spettacolo finale, ma di studi che sono parte integrante dello spettacolo.
 
Ogni studio infatti, tocca luoghi di pensiero e intimità diversi, in maniera diversa. Il percorso sarà compiuto nel momento in cui saremo riusciti a dare vita a cinque studi teatrali e un docufilm. I primi tre studi sono stati già realizzati e indagano ad ampio raggio quello che fu il pensiero di Mieli. Vanno alla radice di tre domande poste negli ultimi anni nell'ambito della filosofia morale e degli studi di genere: Cos'è l'identità? Chi la determina? A cosa serve?
 
Dal momento che il progetto Abracadabra - incantesimi di Mario Mieli si propone di indagare in termini metaforici la geometria dello spazio, con l'intento di scoprire nuove geometrie possibili nel nostro cervello, con il quarto studio passeremo alla dimensione triangolare. Due saranno i personaggi in scena e andranno ad affrontare più specificatamente i legami tra identità di genere ed economia. Le domande da cui partire in questo caso sembrano scontate rispetto alle precedenti, ma hanno buone radici in campo filosofico: quanto costa essere se stessi? Come facciamo a ritrovarci nel supermarket dei sessualismi? Che legame c'è tra i soldi e una certa forma di godimento nell'utilizzarli?
 
In scena troveremo due attrici con un naso da clown che cercando di togliersi quella specie di addobbo posticcio, entreranno nei difficili meandri di ciò che è reale e ciò che invece solo sembra esserlo. Nel quarto studio dialogheremo anche con un'altra forma d'arte presente in scena: l'illustrazione e l'animazione. Il moto perpetuo delle immagini animate firmate da Anna Resmini, porterà il pubblico in una dimensione da una parte illusoria e dall'altra illuminante rispetto al pensiero espresso da Mario Mieli.

"Abracadabra è uno spettacolo che emoziona, commuove, entusiasma. Irene Serini è di una bravura sorprendente, con una presenza scenica fuori dal comune. La complessità e straordinarietà di Mario Mieli è raccontata e celebrata come meglio non si potrebbe".
Marco Pautasso, Salone Internazionale del Libro di Torino


ABRACADABRA Incantesimi di Mario Mieli (Studio #4)
MTM Teatro Litta
Corso Magenta, 24
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 60 minuti

Ph. Luca Del Pia



PROMO SPECIALE 666
Biglietti a 10€ + prevendita su tutti gli spettacoli


Per ricevere la promozione chiama lo 02 86454545 o clicca sul pulsante acquista, scegli la data e inserisci il codice 666



Oltre l'arcobaleno 
La prima parte della programmazione 2020/21 di MTM

"NESSUN POSTO È BELLO COME CASA MIA"
Dorothy, dal film il Mago di Oz, 1939


Quando a Milano è nato il progetto MTM – Manifatture Teatrali Milanesi  è nato anche il logo che lo identificava (creato dal grafico Gabriele Cometto), che poi si è progressivamente modificato nella tonalità del colore iniziale che era il rosso, introducendo i colori dell'arcobaleno, per simboleggiare la pluralità di linguaggi artistici, di idee, di artisti, di fasce generazionali di pubblico, e non ultimo per dare testimonianza della libertà di espressione religiosa, politica e sessuale.
 
In questa prima parte di stagione che va da ottobre a dicembre 2020 – di un anno così drammatico per il mondo intero – l'arcobaleno rappresenta per noi anche il desiderio di un mondo possibile OLTRE L'ARCOBALENO, dove poterci sentire in qualche modo liberati da una realtà che è stata per molti aspetti opprimente, come lo era il Kansas per la giovanissima e ribelle Dorothy nell'interpretazione indimenticabile della giovanissima Judy Garland.
 
Trasportati dal vento del tornado abbandoniamo anche noi il nostro Kansas per percorrere la strada – quella yellow brick road – che potrebbe portarci alla città di smeraldo e che immancabilmente ci farà desiderare – alla fine di tutto – di tornare a casa, perché "nessun posto è bello come casa mia".
 
Il nostro "ritorno a casa" sarà idealmente nel 2021 quando potremo finalmente ricominciare a incontrare il pubblico in quella naturalezza che fa ormai parte del nostro lavoro e della nostra vita.

Ecco la lista degli spettacoli compresi nella prima parte della programmazione di MTM che avranno tutti luogo al teatro Litta (ad eccezione di Getsemani al Giardino San Faustino).


04/05 ottobre 2020
Il bacio two-zero-two-zero-kiss (un lungo bacio dall'alba al tramonto)
performance ambientale di Antonio Syxty – con la collaborazione di Susanna Baccari – produzione Manifatture Teatrali Milanesi



06/11 ottobre 2020
Abracadabraincantesimi di Mario Mieli [studio #4]
ideato, prodotto e messo in scena da Irene Serini, Caterina Simonelli, Anna Resmini, Christian Tubito, Maurizio Guagnetti, Compagnia IF Prana


Il progetto ABRACADABRA – incantesimi di Mario Mieli, ideato da Irene Serini e Maurizio Guagnetti , è un percorso a tappe intorno al pensiero di una figura unica nel panorama culturale italiano, ma ben presto rimossa. Mario Mieli fu poeta e filosofo, attore e militante, maschio e femmina...suicidatosi all'età di trent'anni, nel 1983. Il suo pensiero oltre ad essere il primo mattone su cui si fondano i gender studies,  è ancora oggi rivoluzionario rispetto l'ordine sociale esistente che continua a imporre una divisione netta tra uomo e donna.  Quali sono le conseguenze politiche di questa divisione? Come e quanto il capitalismo ha da guadagnare dalla divisione di genere e dalla divisione di  orientamento sessuale?  Quali sono i legami profondi tra sessualità, politica, ed economia?  Come è andato capovolgendosi il concetto di privato e di pubblico?  Quanto costa essere se stessi? Queste sono alcune delle domande da cui partirà l'indagine. Non ricostruzione storica quindi, non studio di quello che fu uno sguardo del passato con l'unico fine di portar memoria. Ma occasione per indagare su di sé partendo dal pensiero di Mario Mieli, che ha saputo essere visionario e lucidissimo, guardando al suo e al nostro tempo nel medesimo istante.

"Abracadabra è uno spettacolo che emoziona, commuove, entusiasma. Irene Serini è di una bravura sorprendente, con una presenza scenica fuori dal comune. La complessità e straordinarietà di Mario Mieli è raccontata e celebrata come meglio non si potrebbe".
Marco Pautasso, "Salone Internazionale del Libro di Torino".


13/25 ottobre 2020
Io, Ludwig van Beethoven
progetto e regia di Corrado d'Elia – con Corrado d'Elia



27 ottobre / 1 novembre
Il venditore di sigari
di Amos Kamil – traduzione di Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva – regia Alberto Oliva – con Gaetano Callegaro, Francesco Paolo Cosenza – scene e costumi Francesca Pedrotti – realizzazione scenografia Ahmad Shalabi – disegno luci Fulvio Melli – direttore di produzione Elisa Mondandori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


10 anni di successi!


Berlino 1947, ore sei e trenta. Nella Germania appena uscita dalla guerra, tutte le mattine alla stessa ora, due uomini si incontrano: un professore ebreo che vuole partire per fondare lo Stato di Israele e il proprietario di una tabaccheria, dall'aspetto tipicamente tedesco. Sono sopravvissuti alla tragedia che ha appena sconvolto e quasi annientato un popolo intero. Si attaccano, si rinfacciano colpe reciproche e recriminano sui torti subiti, fino a scoprire dolorosamente quanto gli obblighi della Storia possano condizionare il modo di agire dei singoli individui, quando, completamente soli, devono affrontare il proprio destino. Si gioca una partita in cui è impossibile giudicare vincitori e vinti, perché vittime e carnefici camminano su un piano sempre in bilico. Nascere tedesco nel 1920 significava essere condannato a diventare un carnefice. Nascere ebreo nello stesso anno era la condanna ad essere una vittima. In entrambi i casi, la ribellione a questo destino poteva costare molto cara. A quali compromessi un essere umano, da solo, è disposto a scendere quando si trova sull'orlo dell'abisso? Lo spettacolo, partendo dalla questione ebraica in un momento cruciale della sua evoluzione, parla a tutti, perché tutti prima o poi siamo chiamati a fare i conti con la nostra identità e a scegliere i tempi e i modi della nostra partecipazione sociale.

"(...) il sentimento che si staglia netto in questa messa in scena, curata con attenzione dal giovane Alberto Oliva, è quello dell'impossibilità di riuscire a vivere per chi è sopravvissuto qualunque sia stata la sua storia. Con bravura e intelligenza Francesco Paolo Cosenza affronta il suo Gruber dandogli toni di segreta sofferenza per un indicibile che deve essere detto. Di fronte a lui il Doktor di Gaetano Callegaro che sceglie nella politica il futuro. (...)"
Magda Poli, Corriere della Sera, 19/05/2010

"Il fumo del sigaro produce spesse e compatte volute nebbiose dove perdersi, dove nascondersi. Nel fumo si possono celare le reali intenzioni, il passato non così esplicito e lampante, le convinzioni vacillanti. È una partita a scacchi quella che si gioca, furiosamente e dialetticamente, all'interno di questo negozio (ricorda quelli descritti da Philip Roth per rimanere in tema ebraico) tra 'Il venditore di sigari' e un compratore, il cliente abituale e abitudinario. Potrebbero essere le due figure losche tratteggiate da Koltès in "Nella solitudine dei campi di cotone" anche se qui manca la pericolosità e l'erotismo ma vive e pulsa la macchinazione e l'artificio come la menzogna. (...) I due, divisi dalla fiammella che ricorda le vittime, e separati dalla coltre di fumo che ingloba le loro coscienze, sono due facce della stessa medaglia, racchiusi in questo sogno-incubo, in questa gabbia mentale che non li lascia sereni e non li abbandona nemmeno adesso che la Guerra è finita. Ma la guerra, dentro di loro, infuria più forte di prima, perché i sensi di colpa galoppano, perché, a differenza dei loro conoscenti e familiari, si sono salvati."
Tommaso Chimenti, recensito.net, 28/01/2019


03/05 novembre 2020
Scateniamo l'inferno!
di Valeria Cavalli e Claudio Intropido – con Andrea Robbiano e Antonio Rosti – produzione Manifatture Teatrali Milanesi



06/08 novembre 2020
Fuori Misura - Il Leopardi come non ve l'ha mai raccontato nessuno
di Valeria Cavalli – collaborazione al testo Claudio Intropido – regia Valeria Cavalli, Claudio Intropido – collaborazione didattica Prof.ssa Simonetta Muzio – assistente alla regia Pietro De Pascalis – con Andrea Robbiano – voce fuori campo Pietro De Pascalis – collaborazione alle musiche Gipo Gurrado – direttore di produzione Elisa Mondadori – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


Andrea ha un sogno: insegnare. Nonostante il 110 e lode in Lettere e Filosofia per vivere è costretto a lavorare in un call-center finché un giorno finalmente riceve l'incarico di una supplenza proprio nella scuola media da lui frequentata in passato. La professoressa che deve sostituire gli lascia l'arduo compito di spiegare agli studenti "vita e opere di Giacomo Leopardi". Così Andrea, anzi il Professor Roversi, dovrà misurarsi con una classe che, naturalmente, sarà rappresentata dagli spettatori presenti in Teatro. Nasce così una bizzarra ma coinvolgente lezione nella quale si mescoleranno poesie, riflessioni personali, interazioni con la platea e, attraverso l'opera di Giacomo Leopardi, il professor Roversi toccherà temi e problemi legati all'inadeguatezza, al desidero e alla paura d'amare, alla sensazione di essere sbagliati, di essere "fuori misura". Un monologo originalissimo, divertente, appassionato che, a tre anni dal debutto ha già raggiunto le trecento repliche in tutta Italia. In scena un bravissimo Andrea Robbiano che grazie a una qualità comunicativa fresca, spontanea ed emozionante ci trasporta nel mondo della poesia, dell'arte accompagnandoci con stralunata dolcezza da quella siepe all'infinito.



10/15 novembre 2020

   Modern family 1.0
drammaturgia di Giovanna Donini, Annagaia Marchioro, Virginia Zini – con Annagaia Marchioro, Virginia Zini – produzione Le Brugole


Modern family 1.0 è uno spettacolo comico che racconta la storia di una donna che ama le donne, ma che ama anche l'idea di avere una famiglia con la propria compagna. Che non significa solo avere un figlio ma anche nonni, zii, cani, gatti, piante, mutui, viaggi, liti, tradimenti, colloqui con i prof, vaccinazioni, biciclette, notti insonni e vita quotidiana. Modern Family 1.0 inizia come una serata in famiglia, a guardare le diapositive di famiglia. Quasi senza accorgersene si entra nel vivo, in casa delle due protagoniste. Una casa in pieno trasloco, che dopo la separazione e la morte è una delle cause di maggior stress, e che porta probabilmente alla separazione o alla morte.
Ma come dice Allan Bennet "ogni famiglia ha un segreto, ed il segreto è che non è come le altre famiglie"
Uno spettacolo che vuole raccontare la fatica, la bellezza e l'universalità dell'amore di ognuno di noi.



19/29 novembre 2020 Giardino San Faustino

Getsemani - Ma voi chi dite che io sia? (Secondo cammino)
progetto di Antonio Syxty – con la collaborazione di Susanna Baccari – con Bruna Serina de Almeida, Gabriele Scarpino – produzione Manifatture Teatrali Milanesi


Ma voi chi dite che io sia?
(dagli appunti di A. Syxty sul progetto)

(...) GETSEMANI non si sviluppa su una linea cronologica o temporale rispetto agli avvenimenti narrati dal Nuovo Testamento, ma utilizza il Nuovo Testamento dei Vangeli come 'un sentiero da percorrere', come 'un cammino da fare', come 'una relazione da intraprendere'.
Il tutto si compone su una 'mappa aperta' che ha il compito di servire da ispirazione per le azioni, le installazioni visive e ambientali, e le 'proposte relazionali' che si andranno definendo fra i performer e il pubblico che vorrà intervenire e quindi far parte o essere inglobato nel progetto stesso."

Matteo 6,25-26 "Perciò vi dico: non siate in ansia per la vostra vita, di che cosa mangerete o di che cosa berrete; né per il vostro corpo, di che vi vestirete. Non è la vita più del nutrimento, e il corpo più del vestito? Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai".


29 dicembre 2020 / 6 gennaio 2021

              Cyrano Sulla Luna
di Luca Chieregato – regia Luca Chieregato, Pietro De Pascalis – con Pietro De Pascalis.

"Eccomi. Amare davvero è dire: eccomi. Lo senti? Che è un cadere."

Abbiamo preso Cyrano, quello del naso, quello dell'apostrofo rosa tra le parole ti e amo, quello di Rossana, il poeta spadaccino, e l'abbiamo mandato sulla Luna. Lui ha sempre sognato di andarci, lassù. Ora che è morto da poco, le sue parole ancora sfiorano l'eco dell'aria... e finalmente è arrivato lì. Lei, la Luna, non lo riconosce e fa domande bambine: che cos'è il teatro? E la verità? Cos'è il vento? Hai amato davvero? A riascoltarla così, questa storia, non sembra nemmeno la stessa. A riannodare il filo tessuto dalle parole, una per una... Le parole, appunto. Quante parole, in amore. Cyrano ripercorre tutta la sua storia, naviga lieve nella memoria e ricorda, dimentica, rivive. Si trova costretto a dire tutta la verità, alla Luna, se no lei non risponde. E la verità, cosa dice? Che noi tutti abbiamo paura. Abbiamo così paura dell'amore che ce ne teniamo lontani: lo diciamo, lo scriviamo e lo cantiamo per tenerci al riparo, lasciando che le parole dicano per noi. Ma noi, dove siamo? In scena c'è solo lui, Cyrano; gli altri sono fantasmi, ombre, guizzi di luce. A fargli compagnia c'è una luce di Luna, una Terra azzurra immersa nel buio da spiare da lontano, e le sue parole: amate, gridate, tenute tra le labbra. Prima di diventare stelle lucenti bisogna tornare indietro, rivivere ancora l'ultima scena, dire la verità. Bisogna cantare le lacrime perché piova su Parigi, per diventare stelle.




Siamo tornati !!! 

Iscrizioni aperte per l'anno 2020/2021
PRENOTA LA TUA LEZIONE DI PROVA GRATUITA

Siamo stati lontani per tanto tempo, ma con più energia di prima ECCOCI!
Siamo di nuovo qui.

Prenota la tua lezione dimostrativa gratuita per il corso più giusto per te o per i tuoi figli.

Corsi di teatro per bambini, preadolescenti, adolescenti, senior e over, teatro bilingue, primo anno corso attori, teatro danza


Approfitta delle ULTIME PROMOZIONI valide nel mese di settembre.
 
CALENDARIO PER DATA:
 
22 SETTEMBRE 2020
CORSO DI TEATRO PREADOLESCENTI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 16:00 alle 17:00
.
PRIMO ANNO CORSO ATTORI
LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 18:00 alle 19:00
Dalle 20:00 alle 21:00
 
23 SETTEMBRE 2020
CORSO DI TEATRO PER ADOLESCENTI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 17:00 alle 18:00
 
CORSO DI TEATRO SENIOR
Consigliato a partire dai 45 anni
LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 19:00 alle 20:00


MARTEDI 29 SETTEMBRE 2020
CORSO DI TEATRO DANZA

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 11:00 alle 12:00
 
MERCOLEDI 30 SETTEMBRE 2020
PRIMO ANNO CORSO ATTORI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 19:00 alle 20:00
Dalle 20:00 alle 21:00
 
VENERDI 2 OTTOBRE 2020
PRIMO ANNO CORSO ATTORI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 19:00 alle 20:00
Dalle 21:00 alle 22:00 


Martedì 13 ottobre 2020
PRIMO ANNO CORSO ATTORI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 19:00 alle 20:00
Dalle 21:00 alle 22:00
 
Giovedì 15 ottobre 2020
PRIMO ANNO CORSO ATTORI

LEZIONE DI 1 ORA
Dalle 18:00 alle 19:00
Dalle 20:00 alle 21:00


Prenota la tua lezione scrivendo a scuolagrock@mtmteatro.it
oppure chiamando lo 0266988993 oppure mandando un WhatsApp al 3334060707


"Suzanna Andler" di Marguerite Duras e la regia di Antonio Syxty


I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Giovedì 11 giugno dalle ore 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di "Suzanna Andler, la donna più ntradita di St. Tropez" di Marguerite Duras e la regia di Antonio Syxty con Caterina Bajetta, Guglielmo Menconi, Elisabetta Scarano, Pietro De Pascalis, Maurizio Salvalalio e Gaetano Callegaro.

"Suzanna Andler è una quarantenne affascinante, moglie e madre di due figlie adolescenti, bella e inquieta. È stata tradita innumerevoli volte dal marito e la loro crisi coniugale è ad un passo dal capolinea quando lei decide di provare il brivido dell'infedeltà. Spinta da un marito impegnato negli affari di denaro e di cuore, un coniuge che le regala l'assenza dal tetto coniugale e dai doveri del suo ruolo, Suzanna sceglie un amante più giovane, sposato, aggressivo ed ambiguo. Il tradimento però non dà la felicità sperata, lascia solo un grande senso di colpa e di angoscia e costringe la donna ad interrogarsi su se stessa e sul proprio rapporto con l'amore.

Chi è Suzanna Andler? Una ragazza vecchia, una giovane che non è diventata donna perché non ha avuto esperienza dell'amore al di fuori del matrimonio, una fidanzata che ha ricevuto poche avances ma tante proposte di matrimonio, perché la sua aria rassicurante, accondiscendente e bonaria induce "sentimenti giudiziosi". Niente peccati, trasgressioni, bugie. Almeno fino al primo tradimento che intuiamo sarà anche l'ultimo. Una relazione clandestina fatta di incontri pomeridiani in un motel, di telefonate menzognere, di litigi, di recriminazioni. Una relazione in cui il non detto vale più di cento parole.

Antonio Syxty realizza una splendida cornice per la storia di Suzanna Andler con la presenza di hit estive degli anni '60, di simboli dell'epoca (dalla casa di villeggiatura resa perfettamente dalla scenografia agli oggetti di scena che danno colore), di un tempo che scorre incredibilmente placido e lento. Manca la vivacità della vicenda, l'inquietudine della storia che rimane opaca sullo sfondo.

Un'opacità che si riflette anche nell'interpretazione dei protagonisti, tra i quali spiccano Caterina Bajetta, la bionda e dolce Suzanna; Elisabetta Scarano, nei panni di Monique l'amica a cui Suzanne confida la sua crisi coniugale, senza trovare alcuna sincerità, ma solo un comportamento ambiguo che fa da specchio alle sue menzogne; Guglielmo Menconi, nei panni del giovane ed impetuoso amante."
Saltinaria.it

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di giovedì 11 giugno 2020 sul canale Vimeo di MTM Teatro


 

VACANZE (online) DA GROCK

Campus estivi tra divertimento e teatro per under 18

 

PROGRAMMA
 
SETTIMANA dal 15 al 19 giugno


LA FABBRICA DELLE PAROLE - Laboratorio di scrittura creativa e lettura espressiva.
Insegnante Giulia Marchesi
Alunni scuola elementare (8-10 anni)
orario 14.30 – 16.30

Parole che rotolano dentro e fuori di noi. Proviamo a farle rotolare su un foglio.
Scrivere a partire da un tema, da un'improvvisazione parlata, da una suggestione musicale o da tante altre cose. 
Ognuno di noi potrebbe dar vita a tantissimi pensieri, dialoghi, monologhi lettere e così via. 
Che cosa aspettiamo? 
Mettiamoci comodi con un foglio e una biro e diamo voce a racconti, storie personaggi... ma soprattutto a noi stessi.

 


VIDEO – TEATRIAMOCI
Insegnante Benedetta Marigliano
Alunni scuola media (11-13 anni)
orario 14.30 – 16.30

Dopo questo lungo periodo stretti stretti ognuno in casa propria cosa potranno raccontare i miei occhi? E i miei piedi, i miei polsi, le mie orecchie? Come potrà essere il monologo della mia mano? E ancora, come potranno dialogare la mia lingua, il mio ginocchio, il mio naso? E le mie parti, quelle parti tutte interiori, dove avranno voglia di andare? Tra i ricordi, forse, o nell'improvvisazione di racconti fantastici, tra le risonanze della mia esperienza o nei miei sogni... E allora scopriamo insieme come è possibile raccontare e raccontarsi tra i quadratini di Zoom costruendo insieme un folle, vivo, teatrale condominio di corpi che raccontano!

 


LOTTA TRA CARNEVALE E QUARESIMA
Insegnante: Dario De Falco
orario 11.30 – 13.30
Alunni scuola superiore (14-17 anni)

Partendo dal famoso dipinto di Bruegel, procederemo con un lavoro di costruzione del personaggio, improvvisazioni a tema e in situazione e, infine, alla costruzione di un testo teatrale originale. Gli attori/autori daranno vita ai personaggi che abitano la brulicante piazza dell'opera. E per farlo useremo esercizi di creatività, esercizi di fonazione e scansione del testo e improvvisazioni in gruppo a partire dallo schema situazione/evento.

 

PREZZO: una settimana di campus (10 ore) € 80,00


PER INFO E ISCRIZIONI: scuolagrock@mtmteatro.it

 

 

 

PROGRAMMA
 
SETTIMANA dall'8 al 12 giugno

 
TU SEI MAGO O STREGA?
Insegnante Chiara Pellegatta
Alunni scuola elementare (8-10 anni)
orario 14.30 – 16.30
 
Partendo dal famosissimo libro Le streghe di Roal Dahl, si scoprirà come adattarlo allo schermo e lavorarlo in tutte le sue componenti per creare un progetto finale di lettura animata. Ci sposteremo perciò tra testo, colori, suoni, musica, immagini, voci, silenzi, ritmo, per dare nuova vita alle storie più belle della letteratura per l'infanzia.
 
VIDEO CLIP
Insegnante Isabella Perego
Alunni scuola media (11-13 anni)
orario 14.30 – 16.30
 
I video- clip musicali, sono uno strumento creativo potente, che stimola la libertà, la trasformazione, il coraggio del provare a vestire i panni, l'energia, i movimenti di qualcun altro. Un potente strumento per provare a dirsi, esplodere, arrabbiarsi, ridere o disperarsi in un gioco creativo e divertente, attraverso lo studio di video musicali di artisti. Il lavoro sul playback sarà il punto di partenza per stimolare la creatività dei ragazzi dare sfogo alla bellezza irriverente della loro età, alla voglia di vivere, più forte di qualsiasi costrizione
 
IL PROCESSO CREATIVO TRA CINEMA E TEATRO
Insegnante Salvatore Aronica
Alunni scuola superiore (14-17 anni)
orario 14.30 – 16.30
Perché all'inizio di Jurassic Park uno dei protagonisti non riesce ad allacciarsi la cintura del sedile dell'elicottero? Una scena banale, che forse neanche si nota. Cosa vuole comunicare Spielberg e in che modo? Come si può fare propria questa idea e la sua realizzazione?
Ci si farà delle domande, per allenare lo spirito critico, riformulare e rifarsi delle domande. Si utilizzerà il cinema come strumento per individuare tecniche efficaci nel teatro, nella recitazione e, in generale, nella creazione, cercando i punti di contatto tra questi due mondi.



QUANDO:
settimana dall'8 al 12 giugno e/o
settimana dal 15 al 19 giugno e/o
settimana dal 22 al 26 giugno: 2 ore di lezione di teatro online al giorno dal lunedì al venerdì

PREZZO: una settimana di campus (10 ore) € 80,00


PER INFO E ISCRIZIONI: scuolagrock@mtmteatro.it


Torna CLUB TEATRO

Il programma radiofonico ideato e condotto da Antonio Syxty su Radio BlaBla

Lunedì 1 giugno riprendono i programmi su Radio Bla Bla e soprattutto torna Club Teatro il programma radiofonico ideato e condotto da Antonio Syxty dedicato all'arte e alla cultura in onda il lunedì dalle 19:00 alle 20:00.

Ecco gli ospiti della puntata di questa sera:
Gianmario Longoni, Direttore artistico/imprenditore a capo di ShowBees
Mino Bertoldo, Direttore artistico Teatro OUT OFF
Alberto Raimondo Social media manager MTM
Francesca Francesca Petraglia, Social media manager ATIR Teatro Ringhiera

Sintonizzati, la radio fa bene al cuore, come il teatro


Club Teatro ti aspetta questa sera dalle 19 su Radio BlaBla.


Una piazza virtuale per dichiarare la propria posizione in tempo di fase 2 dell'emergenza COVID-19.

Un gesto simbolico di testimonianza che vuole coinvolgere tutti i teatri della nostra città in un incontro pubblico, aperto e democratico dove si potrà anticipare una possibile "stagione che verrà", ma non solo.

Il 15 giugno 2020 è la data annunciata nell'ultimo DPCM della Presidenza del Consiglio dei Ministri che sancisce la possibilità di aprire i nostri teatri. MTM c'è, il nostro pubblico ci aspetta, come aspetta tanti altri teatri come noi, anche se non possiamo ancora aprire, per questo abbiamo deciso di scrivere una "lettera al Teatro".

NON MANCATE DI ESSERCI PERCHÉ SARÀ UNA LUNGA LETTERA CHE VOGLIAMO SCRIVERE INSIEME

Caro Teatro ti scrivo perché
la nostra passione, il nostro lavoro, la nostra paura e la nostra inquietudine, sono anche la nostra forza e la nostra speranza e voglia di riprendere a lavorare per la nostra comunità. Quella stessa comunità che insieme a noi si è chiusa in casa per difendersi da qualcosa che ci ha fatto male e continuerà a farci male, ma non ci farà mai dimenticare te, il Teatro.
 
Caro Teatro ti scrivo che
da ottobre a dicembre 2020 torneremo a proporti di "farti vivo" con gli spettacoli che non abbiamo potuto fare quando eravamo chiusi, quegli spettacoli che non hanno potuto mostrarsi e che tanti aspettavano.
 
Caro Teatro ti scrivo anche che
nei mesi più bui, quando l'unico suono nell'aria era quello delle sirene delle ambulanze che attraversavano le città, abbiamo continuato a pensarti, abbiamo continuato a lavorare, abbiamo continuato a offrirti a quanti ci amano a quelle persone che ci seguono e a quanti non sapevano che esistevi e hanno visto gli spettacoli che abbiamo sui nostri canali digitali. Forse continueremo a farlo, Forse continueremo a parlare di teatro attraverso i nostri piccoli e grandi schermi digitali. Crediamo che non sia giusto smettere ora che nell'emergenza abbiamo fatto quello, anche se sappiamo che tu esisti solo dal vivo, come tutti noi.
 
Caro Teatro ti scrivo poi anche che
da gennaio 2021 forse cambia tutto, forse si torna a fare un vero programma di stagione, quello che costruivamo con tanto impegno, quella nuova stagione tanto desiderata e fatta di un progetto durato oltre un anno, che abbiamo chiamato Decameron, che del Boccaccio e della Firenze del 1300 ha ben poco, ma che invece ha molto della Milano e dell'Italia del 2020.
 
Caro Teatro ti scrivo forse anche perché
abbiamo  tante tante altre cose da dirti, ma vogliamo dirtele piano, giorno per giorno, senza fretta, un passo dopo l'altro, facendo attenzione a non farti male e a non farci male, perché così, tutti insieme, anche con tutto il pubblico che ti ama tanto e al quale sei mancato molto, possiamo ricostruire poco alla volta la Nuova Prossima Utopia nell'anno che verrà, di un teatro che forse sarà diverso, che forse dovrà tenere conto che siamo diventati tutti più fragili e che dobbiamo continuare a fare attenzione a come ci comportiamo, perché non siamo invincibili e non possiamo pensare di programmare sempre tutto.
 
I responsabili artistici di MTM

Lunedì 15 giugno in diretta sulla pagina Facebook di MTM Teatro Litta


"Sinceramente bugiardi" di Alan Ayckbourn, regia di Antonio Syxty

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Giovedì 4 giugno dalle ore 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di "Sinceramente bugiardi" di Alan Ayckbourn, regia Antonio Syxty e con Marco Balbi, Vanessa Korn, Carlo Roncaglia, Giovanna Rossi.

"La relazione matrimoniale, disincantata e vissuta, tra due dei protagonisti, Sheila e Philip, costituisce lo specchio e il contraltare di quella che unisce gli altri due personaggi, Greg e Ginny, giovani fidanzati alle prese con le scaramucce di un rapporto ancora acerbo. In questo quadro si sviluppano piccole storie di scappatelle extraconiugali, con classici sotterfugi costruiti per far scattare la molla della comicita'. Dietro la leggerezza della commedia, fa pero' capolino un fondo d'inquietudine che tinge la psicologia dei personaggi. Il teatro di Ayckbourn si caratterizza per lo humour graffiante, agile, intelligente...in una parola: moderno. Ma in Ayckbourn non manca anche una lucida e acuta analisi dei personaggi, non tanto presi a sé stanti, quanto nello sviluppo dei loro rapporti interpersonali; i protagonisti sono quasi sempre marito e moglie, ed è proprio attraverso quei coniugi intrappolati nell'istituzione matrimoniale, che sentono come prigione ma al tempo stesso fonte indispensabile di sicurezza, che Ayckbourn mette in scena il malessere sociale della media borghesia inglese. Accade così anche in Sinceramente Bugiardi, uno dei suoi più noti e acclamati successi, dove una trama di facile presa, incastri perfetti e ritmo frenetico regalano un paio d'ore di umorismo coinvolgente."

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di giovedì 4 giugno 2020 sul canale Vimeo di MTM Teatro


Incontri per la ricostruzione

Continuano le dirette facebook ideate e condotte da Pierfrancesco Majorino per riflettere sulle prospettive economiche, politiche e sociali di questa nuova #Fase2.

Questa sera dalle 18:30 cin diretta sulla pagina facebook MTM TEATRO LITTA interverrà Peppe Provenzano. Vi aspettiamo!


Siamo lieti di annunciare che il 3 giugno riapre il Boccascenacafé

Concediti una pausa pranzo rilassante o un buon caffè tra le mura del più antico teatro di Milano, nel cuore della città. 

 

IMPORTANTE 
Per garantire la consueta qualità e attenzione tutelando al contempo la salute dei nostri clienti e dello staff del Boccascenacafé, abbiamo riorganizzato la struttura secondo le norme del distanziamento sociale. L'accesso sarà consentito ad un massimo di 40 persone (garantiamo pertanto un numero considerevole di posti a sedere) previa rilevazione della temperatura corporea. In vari punti del locale saranno a vostra completa disposizione dispenser con soluzione idroalcoliche. Lo staff indosserà i dispositivi di sicurezza idonei quali guanti e mascherine certificati. Il menù, digitalizzato, sarà consultabile direttamente dallo smartphone mediante scansione del qr code. Infine, per evitare code e inutili attese, abbiamo reso la prenotazione obbligatoria. 

Cosa aspetti? Chiamaci al 392 92 43 823 o scrivi a boccascena@mtmteatro.it


Il Boccascenacafé ti aspetta dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 16 in Corso Magenta 24 a Milano all'interno del Teatro Litta. 

 


 

Torna CAOS-REMIX (in streaming) uno spettacolo #MadeInGrock

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Questa sera dalle ore 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di CAOS-REMIX, progetto e regia: Valeria Cavalli e Claudio Intropido. Coreografia: Susanna Baccari e Valeria Cavalli con Francesco Alberici, Andrea Battistella, Ludovico D'Agostino, Jacopo Fracasso, Andrea Lietti, Isabella Perego, Maria Cristina Stucchi, Clara Terranova e Melissa Valtulini.

"Il Teatro-danza rimane il riferimento principe dello spettacolo, ma i sette danz-attori ne modificano i riferimenti e la struttura. L'atmosfera è irreale, i danzatori-attori si muovono come automi in una città in movimento continuo, un movimento che la porta sempre più in alto, sempre più su, insieme ai suoi abitanti, senza però permetterle di respirare. L'ambiente, disegnato da giochi di luce, trasforma quelli che lo abitano in ingranaggi di una macchina quasi perfetta: quasi, perché un solo errore può minare alle fondamenta il funzionamento di tutto lo "show". Lo spettacolo, claustrofobico e tagliente, mette in scena il ritmo delle nostre città, sempre più serrato, incredibilmente preciso, ma anche terribilmente precario: ogni gesto, anche il più personale, si trasforma qui in una partitura universale, mostrando come la società globalizzata odierna si ripeta in loop, sempre uguale a se stessa, in qualunque luogo ci si trovi. Il Caos è in agguato: la forza dell'energia universale, e in un certo senso primordiale, può spezzare il circolo vizioso in cui siamo immersi, coinvolgendoci in qualcosa di nuovo, permettendoci di cambiare il corso della nostra Storia, della nostra società."

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di questa sera sul canale Vimeo di MTM Teatro



E non dimenticarti del cinema...


MTM loves Festival MIX Milano

Il Festival MIX Milano è ormai alla sua 34^ edizione che si svolgerà dal 17 al 20 settembre 2020. Una grande novità è che sarà in forma ibrida tra digitale e tradizionale, quindi sarà possibile partecipare anche dal divano di casa.
 
Ti invitiamo a sostenere la raccolta fondi su Produzioni dal Basso. Per ogni donazione, il Festival MIX metterà a disposizione un abbonamento sospeso come gesto di solidarietà, per permettere a chi è in difficoltà di usufruirne, e donerà un euro a OutRight Action International, che aiuta le comunità LGBTQ+ colpite nel mondo dal virus. 

A presto con la nuova edizione del Festival MIX Milano




Incontri per la ricostruzione

Continuano le dirette facebook ideate e condotte da Pierfrancesco Majorino per riflettere sulle prospettive economiche, politiche e sociali di questa nuova #Fase2.


Mercoledì 20 maggio dalle 18 in diretta sulla pagina facebook MTM TEATRO LITTA interverranno: Giulia Blasi, Giuseppe Civati, e Aboubakar Soumahoro

Mercoledì 20 maggio dalle 18 sulla pagina facebook MTM TEATRO LITTA. 


 

Restiamo a casa, ma vicino a te

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Giovedì 21 maggio dalle ore 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di L'UOMO DAL FIORE IN BOCCA di Luigi Pirandello, regia Antonio Syxty e con Francesco Paolo Cosenza, Niccolò Piramidal. Scene e costumi Guido Buganza.

Pubblicato nel 1923, L'uomo dal fiore in bocca è una commedia in un solo atto presentata inizialmente da Pirandello con il titolo La morte addosso. Il protagonista, seduto al tavolino di un caffè notturno di un piccolo paesino, racconta ad un anonimo avventore di avere appena scoperto di esser vittima di un "epitelioma": il suo nome è più dolce di una caramella, e ben si adatterebbe ad un fiore, ma si tratta di un fiore maligno, un tumore che gli è spuntato su un labbro e che lo costringe a pochi mesi di vita. Invece di abbandonarsi allo sconforto, da questo momento egli ha deciso di cambiare il suo comportamento, il suo modo di vedere il mondo, di osservare la propria vita e quella degli altri. Questi momenti saranno gli ultimi che egli potrà godere, e per questo sono divenuti tutti incomparabilmente preziosi ed importanti.

"Il teatro ha ancora la possibilità di custodire un mistero. Nella nostra epoca dove tutti chiediamo una spiegazione a tutto cercando disperatamente una conferma al mondo mediatico, tecnologico e multitasking, il teatro ha ancora il pregio di fermare il tempo. Ciò accade anche nella nostra vita quando un evento drammatico crea una sorta di black-out nello scorrere degli avvenimenti costringendoci a riconsiderare con occhi e sentimenti diversi gli accadimenti della vita stessa. Il compito dell'artista dovrebbe essere quello di creare apparizioni che possano rivelare il mistero assoluto. Per dirla con le parole di Arturo Schwarz – Senza mistero la realtà non esiste. Il mistero è ciò che deve esistere affinché la realtà sia possibile -. E per poter ricreare un mondo sospeso fra mistero e realtà ho chiesto a Guido Buganza – che oltre a essere uno scenografo di grande talento e fama è anche un bravissimo pittore – di immaginare per lo spettacolo qualcosa che fosse più simile a un'installazione d'arte che una scenografia. E allo stesso tempo ho chiesto anche a Fulvio Melli – autore delle luci e delle immagini proiettate – di poter immaginare un ambiente luminoso 'non teatrale', quindi anche questo autonomo e auto-significante. L'idea per me era quella di poter situare questo 'pezzo unico' di Pirandello in una zona limitrofa alla vita, sospesa fra realtà delle parole e dei fatti e condizione mutante e mutevole della visione attraverso l'arte. In questo rapporto sospeso e 'straniante' anche Francesco Paolo Cosenza che è interprete del 'pezzo unico' Pirandelliano diventa un visitatore/viaggiatore della propria vita anch'egli sospeso fra ciò che sembrava essere e ciò che è. Una condizione che ci accomuna tutti. Considero questo un tentativo di messa in opera più che una 'messa in scena".
Antonio Syxty

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di giovedì 21 maggio 2020 sul canale Vimeo di MTM Teatro



Anche il tuo più piccolo gesto, per noi di MTM è grande!

Dona il tuo 5X1000 a MTM

c.f. 06679580966 


Restiamo a casa, ma vicino a te

 

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Stasera alle 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di LUCIFERO – La battaglia degli angeli ribelli di Joost van den Vondel. Adattamento, regia, colonna sonora e disegno luci di Antonio Syxty. Scene e costumi di Annelisa Zaccheria. Con Giovanni Battaglia, Gaetano Callegaro, Milutin Dapcevic, Marianna De Micheli, Riccardo Magherini, Alessandro Pala, Ken Ponzio.

"L'incontro di Syxty con Vondel e Lucifer avviene in modo piuttosto fortuito. Avendo ricevuto il volume di Ariele in regalo da un attore, era stato incuriosito dal titolo e da quell'indicazione così suggestiva, che tanto scalpore aveva suscitato nel Seicento: «La scena è nel cielo»; una sfida scenica che offriva grandi possibilità di sperimentazione. «Un elemento che colpisce immediatamente – scrive Syxty nelle note di regia – è la forza visionaria della vicenda narrata, unita alla struggente partecipazione umana che l'Autore ha saputo infondere alla sua opera». Per poter portare sul palcoscenico la storia dell'angelo più bello e luminoso che, disobbedendo a Dio, viene condannato ad essere una bestia e a vivere nelle tenebre, il regista decide di non lasciarsi influenzare particolarmente dalla nazionalità dell'autore o dal contesto storico in cui nasce la tragedia. Infatti, con un atteggiamento critico, transculturale e postmoderno, preferisce individuare il senso profondo dell'opera, ma procedere, poi, in modo analogico, attualizzando e facendo interagire la vicenda trattata con la memoria culturale del pubblico italiano. A tal fine la chiave di lettura prescelta per lo spettacolo affonda le radici nel noir, nel mondo astratto e borghese della gangster story in cui due bande rivali si combattono tra loro, un genere in grado di esprimere ad un tempo concretezza e un respiro epico-apocalittico. Il contesto della vicenda viene quindi spostato all'interno di un'organizzazione malavitosa guidata da un capo assoluto, potente e invisibile, con diritto di vita e di morte su tutti coloro che sono a lui soggetti. Una figura per certi versi assimilabile aquella di Vito Corleone nel film The Godfather (1972) di Francis Ford Coppola, ma che in questo caso parla solo attraverso l'arcangelo Gabriele (l'Interprete dei Segreti di Dio). Dal momento, poi, che le due fazioni in lotta fanno parte di un'unica etnia (le schiere angeliche per Vondel, i membri di una stessa banda malavitosa per Syxty), nel contesto storico della fine degli anni Novanta del Novecento, la lotta tra fratelli e l'espulsione dal regno dei cieli della fazione ribelle diviene anche l'occasione per riflettere sui crimini interreligiosi e interetnici commessi nelle Guerre Jugoslave tra il 1991 e il 1995. La scelta di questa prospettiva interpretativa ha comportato, conseguentemente, un discreto adattamento del testo. In primo luogo, pur mantenendo sostanzialmente l'impianto complessivo, il copione di Syxty abbrevia la tragedia di Vondel, espungendo tutti i cori e passando da una divisione in cinque atti a una in due tempi. In secondo luogo, la peculiarità dello stile rimane, ma viene semplificata, eliminando singoli vocaboli, aggiungendone talvolta altri di più significativi, ma soprattutto modernizzandone il lessico senza stravolgerne il senso. Poi, per ovviare alla presenza di lunghi soliloqui affidati ai singoli angeli luciferisti, i monologhi sono stati divisi in varie parti, recitate da personaggi diversi. Infine le definizioni teologiche più impegnative sono state ridotte al minimo.  Se da un lato questa chiave registica presenta in scena un curioso gruppo di gangsters che, con incredibile naturalezza e passione, discute di teologia, dall'altro permette allo spettatore contemporaneo di percepire con maggior efficacia il messaggio dell'opera e la grande coesione interna al gruppo dei sostenitori di Lucifero. In questo contesto malavitoso, in cui il paradiso si tramuta, per atteggiamenti e abbigliamento, in un ghetto italoamericano anni Trenta, con tanto di pupa muta e appariscente, l'allestimento scenico svolge inevitabilmente un ruolo fondamentale. Il tema della caduta, della perdita della Luce Divina, è offerto visivamente sin dall'inizio. Infatti, per meglio raffigurare i bassifondi in cui vivono questi angeli-criminali e la loro condizione di reietti, Syxty sceglie di avvalersi di uno spazio scenico praticamente vuoto, privo di scenografie, totalmente dipinto di nero, illuminato da luci fioche e quasi sempre di taglio. Per poco meno di due ore l'azione si svolge in un "cielo" cupo, semibuio, usato nell'interezza dei tre livelli spaziali offerti dal teatro Litta: botole, piano del palcoscenico, scale di servizio che salgono in graticcia. Ugualmente gli elementi di arredo si riducono al minimo: alcuni tavolini di plexiglas, qualche poltrona, dei cubi neri e lo schermo di un televisore che trasmette ininterrottamente un segnale monocromatico o immagini casuali. Persino gli inserti musicali, che contaminano musica classica, jingles car-toon scores (tra i più noti Popeye the sailor man) e musica tecno, contribuiscono a rafforzare la sensazione di spaesamento che avvolge sin dall'inizio lo spettatore. A volte il sottofondo musicale è completamente dissonante rispetto a quanto i personaggi dicono o agiscono in scena; per esempio, quando si utilizza l'Adagio sentimentale di Tomaso Albinoni per accompagnare lo scontro tra Lucifero e Gabriele, che si baciano e si abbracciano, ma i cui visi tradiscono l'ipocrisia degli intenti politici. Altre volte, invece, la musica intensifica l'avvicendarsi delle battute, segnandone il tempo ritmico, oppure sottolinea un passaggio temporale, per esempio tra il primo e il secondo atto, che si susseguono senza soluzione di continuità. Ma l'elemento di questo allestimento che più colpisce lo spettatore è senz'altro l'interpretazione fortemente passionale offerta dagli attori. Le figure dei gangsters generalmente richiamano un universo di comportamenti volgari e gretti. Invece, nel corso della rappresentazione si viene sopraffatti soprattutto dal loro immenso struggimento per l'amore divino che hanno perduto e per l'invidia che provano nei confronti degli esseri umani. Particolarmente toccante, a questo riguardo, risulta il monologo in cui Ken Ponzio, l'attore italogiapponese che interpreta Lucifero, chiede a Gabriele, con accenti allo stesso tempo irosi e dolenti nella voce, come possa la Grazia divina umiliare gli angeli a tal punto da preferire loro gli uomini. Un ultimo rilievo va necessariamente riservato anche alla stravagante presenza femminile introdotta nello spettacolo. Partendo dall'idea che, nell'immaginario collettivo convenzionale, accanto a un gruppo di gangsters non possano mancare donne sapientemente provocanti e discinte, Syxty ha voluto inserire tra i suoi angeli malavitosi anche la figura di una femme fatale; una donna che, pur non parlando mai, costituisce un catalizzatore di emozioni in specifici momenti dell'azione. A volte l'attrice Marianna De Micheli si presenta come un doppio di Marilyn Monroe, vestita di giallo con una parrucca bionda e ricciuta; altre, invece, in guepière, con una parrucca nera e vestaglia rossa. In realtà ciò che le viene chiesto è di prestare la fisicità del suo corpo come contrappunto alle penetranti suggestioni liriche evocate dai versi di Vondel. Per esempio, nel primo atto, nel corso del racconto di Apollion sulle bellezze del giardino dell'Eden, quando Belzebub chiede di descrivere l'aspetto dell'uomo, ella prima scoppia in una fragorosa e argentina risata; poi si acquieta e si accende una sigaretta; quindi sottolinea con movimenti significativi le successive parole dell'angelo; infine, per consolarne l'invidioso scoramento nato alla vista delle bellezze del creato, lo avvolge in un languido abbraccio. La successiva domanda di Belzebub sulla coppia umana trova pertanto un Apollion-gangster voluttuosamente avvinghiato a una sexy bambola-bionda e la sua risposta assume agli occhi dello spettatore un senso decisamente sconsolato. Dunque, benché nello spettacolo il confronto tra angeli lealisti e angeli ribelli avvenga con le armi in pugno – un elemento che rende oggettiva la violenza latente nei confronti verbali da entrambe le parti – in realtà ci si trova davanti ad esseri fragili, intimamente lacerati, scissi tra l'assoluta fedeltà a Dio e l'asserzione di un diritto che sentono calpestato, senza motivazione alcuna."

Estratto da "Tra Venezia e Saturno Storia, drammaturgia e poesia per Paolo Puppa" a cura di Roberto Cuppone
 
Paragrafo:DAL CIELO AI BASSIFONDI: IL PRIMO ALLESTIMENTO ITALIANO DEL LUCIFER DI VONDEL PER LA REGIA DI ANTONIO SYXTY 1999 di Simona Brunetti

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di questa sera sul canale Vimeo di MTM Teatro



Casa comune e MTM presentano: Incontri per la ricostruzione

Una serie di incontri per far luce sulla ricostruzione sociale post Covid-19 trasmessi in diretta facebook dalla pagina di MTM Teatro Litta. 

Si parte con Selvaggia Lucarelli poi Giuliano Pisapia, Gianni Cuperlo, Giorgio Gori, Massimo Recalcati, Elio De Capitani, Gaia Calimani, Fabrizio Gifuni e tanti altri.

"La ricostruzione è una responsabilità di tutti. E credo debba nascere dal confronto tra istituzioni, associazioni e cittadini. Il nostro è un contributo in questa direzione." 
Pierfrancesco Majorino

Tutto il programma degli incontri:

LUNEDI 11 MAGGIO ORE 16:30
Covid 19: il caso Lombardia esiste?
Elena Comelli, Giulio Gambino, Selvaggia Lucarelli, Pierfrancesco Majorino, Paola Pedrini, Carmela Rozza
modera: Lorenzo Zacchetti

ORE 18:30
Per ripartire: la lotta alle diseguaglianze.
Fabrizio Barca, Elena Buscemi, Cristiano Gori, Elena Granata, Rossella Muroni
modera: Pierfrancesco Majorino
______________________________________
MARTEDI 12 MAGGIO ORE 16
Carcere e giustizia al tempo del Covid-19
Simone Luerti, Vinicio Nardo, Luigi Pagano, Massimo Picotti, Silvia Polleri
modera: Alessandro Giungi

ORE 18

Ripartire e sostenere. Le risposte più giuste. Dalle nostre comunità all'Europa.
Ore 18:00 Stefano Bonaccini
Ore 18:30
Giuliano Pisapia, Irene Tinagli
modera: Pierfrancesco Majorino
_______________________________________
MERCOLEDI 13 MAGGIO ORE 17
Scuola e formazione
Albalisa Azzariti, Cristina De Michele, Emiliana Murgia,
Elisabetta Nigris, Roberto Previtera
modera: Diana De Marchi

ORE 18
Informare durante l'emergenza, raccontare nel tempo della paura.
Riccardo Bonacina, Annalisa Camilli, Gianni Cuperlo, Marco Damilano, Pierfrancesco Majorino
modera: Marina Petrillo
___________________________________________
MERCOLEDI 13 MAGGIO ORE 19
incontro con Fabrizio Gifuni
modera: Barbara Sorrentini

ORE 19:30
Durante l'emergenza: il Mediterraneo esiste ancora?
Luca Casarini, Giuseppe Genna, Giorgia Linardi, Pierfrancesco Majorino, Gabriella Nobile
__________________________________________
GIOVEDI 14 MAGGIO ORE 16
Come far ripartire lo sport
Najla Aqdeir, Max Canzi, Daniele De Luca, Roberta Guaineri, Giorgio Terruzzi, Stefano Tirelli, Lorenzo Zacchetti

ORE 17.30
Voi state a casa e le consegne le facciamo noi, ma i diritti?
Sara Bossa intervista Donato Navire

ORE 18
Come intervenire per difendere la cultura, l'arte, la creatività
Paola Bocci, Gaia Calimani, Lionello Cerri, Cristina Crippa, Elio De Capitani, Filippo Del Corno, Domenico Dinoia, Federica Fracassi, Lillo Garlisi, Cristina Mainardi, Marco Muscogiuri, Anna Resmini, Carlo Arturo Sigon, Massimiliano Smeriglio
modera: Barbara Sorrentini
______________________________________
VENERDI 15 MAGGIO ORE 18
Diritto al lavoro, diritto alla salute. Lo sviluppo: intelligente e sostenibile.
Giorgio Gori, Fabio Massa
modera: Daniele Nahum

A seguire incontro con: Brando Benifei, Pietro Bussolati, Franco Mirabelli, Silvia Roggiani
modera: Daniele Nahum
ore 19
Peppe Provenzano, Cristina Tajani, Patrizia Toia

ORE 21
Per la ricostruzione: affrontare la paura
Incontro con Massimo Recalcati 
Introdotto e moderato da: Lamberto Bertolè
Intervengono Silvia Grossi, Mauro Grimoldi, Luca Paladini 

La regia tecnica degli incontri è affidata ad Alberto Raimondo, social media manager di MTM Manifatture Teatrali Milanesi

Incontri per la ricostruzione


Dall'11 al 15 maggio ogni giorno dalle 16 sulla pagina facebook MTM TEATRO LITTA. Per accedere clicca sul bottone dedicato.



Uno sguardo sul mondo dalla finestra di Antonio Syxty

La finestra di Antonio Syxty ogni martedì e giovedì dalle 21 in diretta sul canale Instagram MTMTeatroLitta

Inoltre, dal giorno successivo la diretta potrai riguardare il video sul canale YouTube di MTM TV



 

Festeggiamo insieme la Festa della mamma

La responsabile artistica di MTM Valeria Cavalli veste i panni dell'italica madre in 12 divertentissimi video.

Che cosa vuol dire essere un'italica madre?
Scoprilo domenica 10 maggio 2020 dalle 9 alle 23 su tutti i canali social di MTM  (Instagram, Facebook e YouTube). 

 


 

Restiamo a casa, ma vicino a te

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Stasera alle 21 sul canale Vimeo di MTM Teatro non perderti la proiezione di Confidenze troppo intime di Jérome Tonnerre e la regia di Antonio Syxty, con Caterina Bajetta, Ettore Distasio, Gaetano Callegaro e Giovanna Rossi. Lo spettacolo è andato in scena al teatro Litta di Milano nel luglio 2014.

Confidenze troppo intime è una commedia che nasce da un equivoco di partenza: Anna sta andando dal suo psicoanalista, ma per distrazione o per un errore freudiano, sbaglia porta. Ad aprirle non sarà un dottore, bensì William: consulente finanziario. Anna è convinta di trovarsi di fronte al suo analista ed inizia a raccontargli i suoi segreti più intimi, mentre l'uomo, non avendo il coraggio di rivelarle la sua identità, ascolta incredulo quelle confessioni.

Dopo questo primo incontro, il qui pro quo viene chiarito, ma le sedute continuano: Anna non riesce più a fare a meno di quel tempo tutto suo, di quello spazio protetto, della libertà di dire ciò che altrove risulterebbe indicibile.

La vicenda, nel suo dipanarsi di confessioni, diventa un intreccio geometrico in cui tutti i protagonisti nascondono qualcosa e riescono a fare emergere i sentimenti più veri solo attraverso errori ed equivoci: l'amore viene così ridotto a mero rifugio dal mondo.

Queste oscure, intricate ed intriganti confessioni, condurranno progressivamente William ed Anna verso un epilogo; riusciranno a trovare il coraggio di uscire dal loro passato di fallimenti personali per dare inizio a un nuovo futuro?

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Lo spettacolo è disponibile dalle ore 21 di questa sera sul canale Vimeo di MTM Teatro



Ci vediamo presto!

Restiamo a casa, ma vicino a te

L'energia e la coesione del gruppo di lavoro di Manifatture Teatrali Milanesi sta cercando di buttare il cuore oltre l'ostacolo e pensare alla ripresa e a quando finalmente potremmo ridare il benvenuto al nostro pubblico. Stiamo lavorando per tornare alla normalità dei nostri luoghi e contenere i danni comunque creati in questo momento così delicato che ci rende tutti molto fragili.


Gaia Calimani
Presidente MTM Manifatture Teatrali Milanesi


 

Tornano in onda le più belle interviste di MTM TV

Rivediamo insieme le migliori interviste ai protagonisti delle ultime stagioni di MTM

In attesa di rivederli dal vivo, riproponiamo alcune delle interviste più seguite agli artisti che hanno fatto parte delle ultime stagioni di MTM

Solo sul canale YouTube di MTM TV

 

CANALE YOU TUBE


 

L'emozione del teatro in un videomessaggio 

Inviaci una poesia, un aforisma, un pensiero e i nostri attori lo reciteranno per te.

Gli attori e le attrici della compagnia MTM Teatro a tua disposizione per fare un regalo speciale a chi vuoi tu.

Invia la tua richiesta a promozione@mtmteatro.it


In alternativa scrivi un messaggio WhatsApp al +39 331 6404594


 

Il nuovo appuntamento con Antonio Syxty

 

Il responsabile artistico di MTM Antonio Syxty vi aspetta ogni martedì e giovedì dalle 19 con ospiti italiani e internazionali, racconti, idee e novità dal mondo del teatro e non solo. Resta connesso con noi!

 

ACCEDI AD INSTAGRAM

 


 

Restiamo a casa, ma vicino a voi

I video integrali delle produzioni (storiche) di MTM in onda su Vimeo continuano. Fai la tua recensione!

Dal 23 aprile si ricomincia con la proiezione di Sogno (ma forse no) / I'm dreaming, but am I? da Luigi Pirandello

Cari amici, stiamo trascorrendo tutti insieme una vita sospesa in cui il concetto di tempo si allarga e quello di spazio si restringe, in cui le relazioni interpersonali sono messe a dura prova dalla vicinanza o dalla lontananza, in cui dobbiamo fare i conti con la parola "divieto" e dare maggior valore alla collettività invece che alla individualità. E' un momento in cui è necessario sentirsi una comunità ed è per questo che noi di MTM, pensando di fare cosa a voi gradita, abbiamo pensato di mettere in rete alcuni dei nostri spettacoli più amati dedicandoli soprattutto ai genitori e ai figli che ora si trovano a dover prendere le misure con un nuovo modo di intendere  il loro rapporto. Ed essendo noi di Manifatture Teatrali Milanesi una grande famiglia, ci piace dare un segno di affetto e di vicinanza  a tutte le famiglie attraverso il Teatro che, proprio nei periodi più bui della storia, ha saputo sempre dare conforto e speranza. Torneremo a farlo dal vivo, noi sul palcoscenico e voi in platea. E sarà una grande festa per tutti.
 
Valeria Cavalli, Gaia Calimani e tutto lo staff di MTM
 
ECCO IL NUOVO PALINSESTO BISETTIMANALE DI MTM CON ALCUNI TITOLI CHE HANNO FATTO LA NOSTRA STORIA, IL NOSTRO PICCOLO GRANDE PATRIMONIO.
 
23.04 SOGNO (MA FORSE NO) / I'M DREAMING, BUT AM I?
di Luigi Pirandello
regia Antonio Syxty
con Caterina Bajetta, Gaetano Callegaro
 
30.04 IL GABBIANO
di Anton Čechov
adattamento e regia Antonio Syxty
con Caterina Bajetta, Letizia Bravi, Gaetano Callegaro, Valentina Capone, Guglielmo Menconi, Livio Remuzzi (Premio Hystrio alla Vocazione 2014), Antonio Rosti
 
07.05 CONFIDENZE TROPPO INTIME
di Jérome Tonnerre
traduzione David Conati
regia Antonio Syxty
con Caterina Bajetta, Gaetano Callegaro, Ettore Distasio, Giovanna Rossi
 
14.05 LUCIFERO
di Joost van den Vondel
Adattamento, regia, colonna sonora e disegno luci di Antonio Syxty
con Giovanni Battaglia, Gaetano Callegaro, Milutin Dapcevic, Marianna De Micheli, Riccardo Magherini, Alessandro Pala, Ken Ponzio
 
21.05 L'UOMO DAL FIORE IN BOCCA
di Luigi Pirandello
regia Antonio Syxty
con Francesco Paolo Cosenza, Niccolò Piramidal
 
28.05 CAOS (REMIX)
Autori e regia: Valeria Cavalli e Claudio Intropido
con Francesco Alberici, Andrea Battistella, Ludovico D'Agostino, Jacopo Fracasso, Andrea Lietti, Isabella Perego, Maria Cristina Stucchi, Clara Terranova e Melissa Valtulini.
 
04.06 SINCERAMENTE BUGIARDI – PRIMA EDIZIONE
di Alan Ayckbourn
regia Antonio Syxty
con Marco Balbi, Vanessa Korn, Carlo Roncaglia, Giovanna Rossi

FAI LA TUA RECENSIONE
Da oggi puoi fare la tua recensione! Guarda lo spettacolo e poi scrivici a visionari@mtmteatro.it

Pubblicheremo la recensione sul nostro sito e sui canali social MTM

 

 

 


Per guardare gli spettacoli clicca sull'apposito pulsante  CANALE VIMEO DI MTM

 


Sospensione degli eventi e del servizio di biglietteria

In ottemperanza al decreto del governo sono annullati gli spettacoli fino al 3 aprile compreso e IL SERVIZIO DI BIGLIETTERIA È SOSPESO.

Chi ha comprato i biglietti per uno degli spettacoli in programma dal 25 febbraio al 3 aprile può inviare una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando se desidera donare, spostare i biglietti su un altro titolo del cartellone o chiedere il rimborso.

 


 

La rinuncia al rimborso è un grande atto d'amore per il teatro.

Molti l'hanno già fatto, fallo anche tu. Grazie!

Questo gesto di solidarietà ci ha scaldato il cuore ed ispirato un'iniziativa che abbiamo voluto chiamare: Mi lasci il tuo biglietto? – il Teatro chiede allo spettatore di non stare a guardare – #nonstareaguardare

Questa iniziativa la proponiamo a tutti gli spettatori che hanno in mano un nostro biglietto per i tanti spettacoli che siamo stati costretti ad annullare e che sarebbero dovuti andare in scena sui palcoscenici del Teatro Litta, Teatro Leonardo e La Cavallerizza.

Come per qualunque donazione non c'è nessun obbligo ma è certo che non possiamo fare altro che ringraziare anche a nome di tutti i lavoratori di MTM quanti vorranno seguire quell'esempio.

Grazie di cuore allo "spettatore 1" dunque e ai tanti che stanno aderendo, insieme ad altri Teatri milanesi che mi stanno chiedendo di condividere l'iniziativa.

L'energia e la coesione del gruppo di lavoro di MTM sta cercando di buttare il cuore oltre l'ostacolo pensando alla ripresa e a quando finalmente potremmo ridare il benvenuto al nostro pubblico. Stiamo lavorando per poter tornare alla normalità dei nostri luoghi e contenere i danni creati in questo momento così delicato per tutti che ci rende molto fragili.

Gaia Calimani
Presidente MTM Manifatture Teatrali Milanesi

Grazie a chi l'ha già fatto e a chi lo farà.

 



 

Si avvisa che a seguito del Decreto emanato in data 1 marzo 2020, il Consiglio dei Ministri ha prorogato la sospensione di eventi e manifestazioni pubbliche fino a domenica 8 marzo 2020. Gli spettacoli programmati nella settimana dal 3 all'8 marzo sono stati annullati.

• La programmazione dello spettacolo IO, MOBY DICK in scena al Teatro Litta dal 3 al 15 marzo, è stato annullato e posticipato alla prossima stagione teatrale 2020/2021.

•Lo spettacolo Vecchia, sporca e cattiva, in programma dal 4 all'8 marzo presso La Cavallerizza è stato posticipato ad aprile 2020.

•Lo spettacolo ALCESTI – una donna, in scena dal 5 all'8 marzo al Teatro Leonardo, è stato posticipato dal 25 giugno fino al 2 luglio al Teatro Litta in Debutto Nazionale

La stagione riprenderà nella settimana dal 10 marzo con il debutto de L'AVARO da Molière, in scena dal 12 al 15 marzo al Teatro Leonardo.

MTM riprende il noto testo di Molière che celebra la tradizione teatrale della commedia dell'arte in un gioco sfrontato di "teatro nel teatro". La rilettura di Valeria Cavalli, infatti, prende spunto anche da un testo poco rappresentato dell'autore francese, "L'improvvisazione di Versailles", di cui il protagonista è lo stesso Molière.

Chi avesse acquistato i biglietti per i vari spettacoli annullati, potrà rivolgersi al personale della biglietteria entro il 16 marzo chiamando lo 02.86454545 o scrivendo a biglietteria@mtmteatro.it, per comunicare se desidera spostare i biglietti sulle nuove repliche, su un altro titolo in programma o se desidera il rimborso.

Gli orari di biglietteria subiranno le seguenti variazioni:
Il Teatro Litta sarà aperto fino a venerdì 6 marzo dalle 15,00 alle 19,00
Il Teatro Leonardo rimarrà chiuso tutta la settimana.



IO, MOBY DICK
progetto e regia Corrado d'Elia

Moby Dick non ti cerca.
Sei tu che da insensato cerchi lei!

 

Corrado d'Elia sarà in scena al Teatro Litta di Milano a partire dal 3 marzo con lo spettacolo IO, MOBY DICK, tratto dal meraviglioso testo di Herman Melville.
 
Una strepitosa storia di mare, forse tra le più avvincenti, una storia a ben dire epica. La storia la conosciamo: il Capitano Achab, al comando della baleniera Pequod è alla ricerca di Moby Dick, la terribile, mostruosa balena bianca che anni prima, durante una battuta di caccia, gli ha amputato una gamba, distrutto una nave, mandato a picco il carico e ucciso molti uomini. Achab, accecato dalla sete di vendetta e contro ogni ragione, conduce la nave per mari pericolosi, alla ricerca ossessiva della balena, la quale, nonostante venga più volte ramponata, riesce sempre misteriosamente, quasi diabolicamente, a salvarsi.
 
Moby Dick è ancor oggi il simbolo riconosciuto del desiderio dell'uomo di conoscere, o meglio, della piccolezza dell'uomo davanti al suo comune desiderio. A metà tra Ulisse e Caronte, Achab rappresenta la lotta impari dell'uomo contro la natura, la sfida della ragione contro gli orrori dell'abisso e la battaglia spirituale dell'uomo con se stesso, sempre alla ricerca- oggi più che mai- di un senso disperato per la propria vita. Quell'indagine, quel desiderio, quella ricerca di assoluto, quel miraggio di verità e di grandezza che l'uomo insegue da sempre e che non potrà mai afferrare a pieno.
 
Tutti noi, quotidianamente, cerchiamo Moby Dick. Alcuni non lo sanno, altri pensano di averla trovata, pochi sono riusciti a guardarla dritto negli occhi.
In tanti sono morti senza mai averla veduta.
Ma Moby Dick è innanzitutto una grande storia di teatro.

3-15 02 | Teatro Litta di Milano
IO, MOBY DICK

progetto e regia Corrado d'Elia
liberamente ispirato a Moby Dick di Herman Melville
con Corrado d'Elia
assistenti alla regia Federica D'Angelo, Sabrina De Vita
scene e grafica Chiara Salvucci 
tecnico luci Christian Laface
tecnico audio Lele Copes 
produzione Compagnia Corrado d'Elia 



DRAGPENNYOPERA
NINA'S DRAG QUEENS


Dragpennyopera è un'opera buffa e, insieme, un'opera seria. Un cabaret agrodolce dai tratti mostruosi e scintillanti. Un ritratto a colori della nostra umanità così nera.


La composizione di questo spettacolo si ispira a "The Beggar's Opera" di John Gay, commedia musicale scritta nel 1728, in cui l'autore miscelava la musica colta e la canzone da osteria, la presa in giro del "gran teatro", la satira più nera, e adattava canzoni già note al pubblico, fossero ballate o arie d'opera. Allo stesso modo, il linguaggio teatrale delle Nina's Drag Queens è un pastiche di citazioni, affettuose parodie, brani cantati in playback, che attinge al repertorio della musica contemporanea e reinventa all'interno di un gioco scenico. Con la stessa allegra ferocia messa in campo da Gay, sotto il segno di un umorismo amaro e politicamente scorretto.

DRAGPENNYOPERA
NINA'S DRAG QUEENS

drammaturgia Lorenzo Piccolo
Regia Sax Nicosia
con Alessio Calciolari, Gianluca Di Lauro, Stefano Orlandi, Lorenzo Piccolo, Ulisse Romanò 

Teatro Leonardo
dal 20 al 23 febbraio '20
da giovedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 90 minuti


PROMO DRAGPENNYOPERA
biglietti a 15€ + prevendita
promo valida online con codice rosa 9418


Per acquistare con la promozione clicca sul pulsante dedicato e, inserendo il codice rosa 9418, potrai acquistare biglietti a 15 € + prevendita oltre alla prima anche per tutte le altre repliche.


ACQUISTA



IO NON SONO UN GABBIANO
ideazione e regia Stefano Cordella

"Uno spettacolo con molti spunti stimolanti e una compagnia affiatata, energica, dinamica. Stefano Cordella, che guida il gruppo e firma la regia, ha idee da vendere e le sa coordinare con un ottimo ritmo."


IO NON SONO UN GABBIANO
ideazione e regia Stefano Cordella 
drammaturgia collettiva
con Daniele Crasti, Claudia Gambino, Francesco Meola, Dario Merlini, Dario Sansalone, Umberto Terruso, Camilla Violante Scheller, Fabio Zulli 
produzione Compagnia Oyes



21 - 23 febbraio '20 | MTM TEATRO LITTA di Milano

venerdì e sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata:  80 minuti

"Una commedia con poca azione e un quintale d'amore": così Cechov presenta il Gabbiano all'editore Suvorin. Nella riscrittura della compagnia Oyes a dominare le relazioni tra i personaggi è un amore inquinato dal bisogno di essere considerati, un amore performativo che reclama attenzione.

RECENSIONI
"Con l'autore russo non basta mai, riscrivere s'intende. Perché sembra non servire. E lo sa bene la Compagnia Oyes che evita rocamboleschi miracoli creativi, ma procede dritto, senza interruzioni e trovate astruse. 'Io non sono un gabbiano' è Čechov allo stato puro, non è pretesto per parlare di storie proprie, è pretesto per parlare di un autore."
Doriana Legge, Teatro e Critica

"Tutti insieme, concorrono come meglio non si sarebbe potuto alla riuscita dell'operazione: che è quella, e scusate se è poco, d'immaginare quanto Cechov non ha scritto e, invece, ha pensato mentre s'accingeva a mettere sulla carta il plot e i personaggi del capolavoro in questione."
Enrico Fiore, Controscena

"Oyes tradisce l'originale senza il bisogno di provocare, attualizzare forzosamente o 'andare contro'. Piuttosto, mantiene temi e tensioni in un'inclinazione verso l'oggi e li porta vicini a biografie e sentimenti in cui sia possibile identificarsi."
Francesca Serrazanetti, Stratagemmi


PROMO GABBIANO
biglietti illimitati a 16,80€ cad.


ACQUISTA



MAI GENERATION


I ragazzi di oggi tra aspettative e responsabilità.

"Mai generation" è uno spettacolo che vuole parlare al mondo degli adolescenti e al loro naturale desiderio di cambiamento. 

Una scuola occupata, dove i ragazzi possono sentirsi improvvisamente adulti, cittadini del proprio mondo e responsabili delle proprie scelte. E poi votazioni, slogan e proteste, da cui emerge il mondo quotidiano dell'adolescenza, fatto di paure, slanci, imbarazzi e nuove scoperte. Lo spettacolo vuole parlare al mondo degli adolescenti e al loro naturale desiderio di cambiamento. Immerso nel presente con tutte le sue contraddizioni, il racconto prende a tratti la strada del confronto generazionale con la stagione del 68: mentre i ragazzi di quegli anni reclamavano il bisogno di uscire da rigidi schemi sociali, gli adolescenti di oggi si sentono in bilico tra aspettative (proprie, collettive e genitoriali) e mancanza di prospettiva. 


18 - 20 febbraio '20 |
MTM TEATRO LITTA di Milano
corso Magenta 24

MAI GENERATION
Ideazione e regia Stefano Cordella
drammaturgia collettiva
con Daniele Crasti, Francesca Gemma, Francesco Meola, Dario Sansalone
produzione Compagnia Oyes


orario spettacoli: mar-gio 20.30

PROMO MAI GENERATION
biglietti illimitati a 16,80€


ACQUISTA QUI




LA MERDA
con Silvia Gallerano
regia Cristian Ceresol
i


"Il testo straordinario (THE TIMES) di Cristian Ceresoli nell'interpretazione straordinaria, sublime e da strapparti la pelle di dosso (THE GUARDIAN) di Silvia Gallerano."


Dopo i sold out delle due passate stagioni, "La Merda" torna al Teatro Leonardo per il terzo anno consecutivo. Un fenomeno che ha da tempo rotto i confini del teatro ed è seguito come un concerto rock, con un'accoglienza clamorosa in tutto il mondo (da Londra a Vancouver, da Adelaide a Berlino) registrando da nove anni consecutivi il tutto esaurito ovunque.

Il testo di Cristian Ceresoli è valso all'autore il Fringe First Award for Writing Excellence per la scrittura. Silvia Gallerano è la prima attrice italiana a vincere il The Stage Award for Acting Excellence.


LA MERDA
con Silvia Gallerano
regia Cristian Ceresoli
production manager Marco Pavanelli
tecnico Giorgio Gagliano
in collaborazione con Summerhall (Edinburgh) e
Teatro Valle Occupato (Roma)
produzione Frida Kahlo Productions/London e
Richard Jordan Productions/London


RECENSIONI

"Un'opera sublime quanto brutale"
El País (Spagna)

"Straordinaria, dura, senza compromessi e assolutamente memorabile. Potenti e coinvolgenti parole che ti trascinano dentro e scuotono, lasciandoti disorientato, disturbato e euforico"
★★★★ The Times

"Un atto di rivolta e libertà. Nella sua rabbia discorsiva, con verità e delirio, ciò che emerge è l'essere umano interrogato e ritratto in alta letteratura"
Estadão (Brasile)

"Straordinaria, terrificante e difficile da guardare, impossibile da ignorare. Una pièce così letteralmente e metaforicamente nuda, rabbiosa e cruenta che quando abbandoni il teatro ti senti come scuoiato di tutta la tua pelle"
★★★★ The Guardian

"La viscerale performance di Silvia Gallerano rimarrà con te per anni"
★★★★★ The Stage (UK)

"Devastante flusso di coscienza. Una delle più incredibili e assolutamente meravigliose performance mai viste"
★★★★ The Scotsman (UK)

"Stiamo parlando della vera rivoluzione auspicata dal cineasta Pier Paolo Pasolini"
equivalent of ★★★★ Folha de São Paulo (Brasile)

"Anti-fascista e anti abuso; contro chi esercita potere su gli altri. Parti di quest'opera lavoro sono così politicamente scorrette che ti arrivano addosso da angolazioni inaspettate. Certamente il tutto sta spingendo i confini del teatro in un modo nuovo."
The Advertiser (Australia)

"Come la cultura della celebrità alimenta il ritorno di un'ondata di Neo-Nazismo Europeo"
ABC (Australia)

"Carica emozionale e cruenta immediatezza, un teatro in grado di fare davvero qualcosa."
★★★★★ Politiken (Danimarca)

"Brutale, bestiale, irreverente e ancora bellissima, La Merda è una ricostruzione pressoché perfetta del genere umano, della società nella sua manifestazione più potente, disperata, vulnerabile e dolorosa."
★★★★ The List (UK)

"Una sinfonia verbale assolutamente travolgente. In qualche modo perverso, la coinvolgente onestà di tutto ciò che scorre è semplicemente irresistibile."
★★★★ The Herald (UK)

"Questo è carne nella tradizione di Artaud, potente, politica e poetica."
★★★★★ Examiner (USA)

"La Merda è un testo, violento e senza pietà. La Merda, una parola che si dice spesso e che non si scrive mai, e che proprio in questa ragione trova un boicottaggio assurdo da parte dei media italiani. Eppure tutti dovrebbero vedere La Merda, sentirne l'odore acre cui ci si abitua facilmente, percepirne la disperazione e l'oltraggio al quale ci sottopone."
Il Manifesto

"È come entrare in un circo. La belva pronta, sul trampolo. Guarda, annuisce, ruggisce. Di fronte a lei, senza alcun riparo, tutti i domatori. La Merda, di Cristian Ceresoli, fra le decine e decine di premi, vinti in tutto il mondo, non è uno spettacolo. È un'esperienza. Assoluta. Quindici minuti di applausi finali. Imperdibile."
La Repubblica (Italia)

"È diventato un fenomeno di per sé, non appena ne viene annunciata la presenza, registra immediatamente il tutto esaurito. Ecco il testo che ha stupito l'Europa denunciando la società-spettacolo."
La Stampa

"Il monologo rivoluzionario."
Il Sole 24 Ore

"Una voce s'è desta. Un grido di dolore. Uno stimolo a liberare il nostro paese."
L'Unità


RIDOTTO ARCOBALENO
Se porti in biglietteria un oggetto arcobaleno, il biglietto per La Merda ti costa 20€* anziché 30€

prenotazioni: biglietteria@mtmteatro.it


LA MERDA
14 e 15 febbraio 2020 – MTM TEATRO Leonardo (via Ampère 1, Milano)
orario spettacoli: ven-sab 20.30

*più eventuale costo di prevendita in caso di prenotazione




UTOYA 

di Edoardo Erba
regia Serena Sinigaglia

con Arianna Scommegna e Mattia Fabris
ATIR Teatro Ringhiera e Teatro Metastasio di Prato 


"Ma come ho fatto a dimenticarmela? Una delle più grandi stragi in Europa, la più grande strage per la Norvegia. Mi considero una persona che si interessa per quello che succede, come mi è passato di mente?"
Serena Sinigaglia

22 luglio 2011, Norvegia: Anders Behring Breivik, norvegese trentaduenne simpatizzante dell'estrema destra, scatena l'Inferno. Otto morti con un'autobomba a Oslo, un diversivo, e poi il vero obiettivo: pianificando una meticolosa e spietata caccia all'uomo, "il mostro" uccide uno a uno 69 ragazzi laburisti nell'isola di Utøya, il "paradiso nordico" sede storica dei campeggi estivi dei giovani socialisti di tutto il mondo. Sono passati poco più di cinque anni e ce ne ricordiamo appena: se si domanda della strage al Bataclan, a Nizza o a Manchester, tutti se ne ricordano. I fatti di Oslo e Utoya, invece, svaniscono tra le pieghe di una memoria confusa. Lo spettacolo però non è un memoriale, non è un atto di accusa. Il testo di Edoardo Erba fa emergere da fatti realmente accaduti una verità che non può più rimanere nascosta: la strage norvegese ci riguarda da vicino. Siamo responsabili dell'isolamento in cui si trovano sempre più individui, ridotti alla violenza; e, ancora più terribilmente, quella strage noi la mettiamo in scena ogni giorno in scala ridotta, quando rifiutiamo e annulliamo "l'altro" dalla nostra vita perché diverso da noi. Arianna Scommegna e Mattia Fabris impersonano tre coppie che alternandosi raccontano la terribile vicenda dai rispettivi punti di vista: due genitori in crisi che hanno mandato la figlia quindicenne al campus organizzato del Partito Laburista; due fratelli campagnoli (lui un po' ritardato, ma non tanto da non accorgersi di cose che agli altri sono invece, purtroppo, sfuggite); due appartenenti alle forze di polizia, quella polizia che in Norvegia gira disarmata e ha bisogno di un'apposita autorizzazione per prendere le armi, quella polizia di cui l'attentatore ha indossato la divisa per agire indisturbato e conquistare la fiducia di quelli che stava per massacrare.

11|16 febbraio 2020
MTM TEATRO Litta (Corso Magenta, 24, Milano)
orario spettacoli: mar-sab 20.30; dom 16.30


UTOYA
testo di Edoardo Erba
con la consulenza di Luca Mariani, autore de "Il silenzio sugli innocenti" 
regia Serena Sinigaglia
con Arianna Scommegna, Mattia Fabris
co-produzione ATIR Teatro Ringhiera e Teatro Metastasio di Prato 
con il patrocinio della Reale Ambasciata di Norvegia in Italia

Al termine della replica di giovedì 13 febbraio si terrà l'incontro con gli attori e Luca Mariani, giornalista e scrittore, autore del libro "Il silenzio sugli innocenti" cui fa seguito il testo teatrale.

Al termine della replica di sabato 15 febbraio si terrà l'incontro con gli attori e Isabella Merzagora, professore di Criminologia all'Università di Milano e presidente della Società Italiana di Criminologia.

RECENSIONI
La banalità del sistema che impone obbedienza e risponde con colpevole ritardo all'emergenza si intreccia a quella dell'organizzazione paramilitare ramificata a livello globale. Un cuore di tenebra pulsa nel petto della nostra società. Lo sentite battere?
Saul Stucchi - alibionline.it

L'autore Edoardo Erba lo ammette: 'La riflessione su un avvenimento del genere sconcerta: non è un gesto di follia, ma lo è. Non è un caso di occultamento dell'informazione, però lo è.
Ivan Filannino, Milanoteatri

C'è come odore di foschia in sala. La scena è piena di pezzi di tronchi d'albero, ceppi mozzati senza più rami né foglie, lapidi naturali per morti innaturali. A terra, pezzi di specchi, frammenti lucenti e taglienti, rimandano parti di immagini. Tutto si perde nella nebbia che si alza dal palco e che confonde le certezze, i significati delle regole, i fantasmi delle ipocrisie delle tre coppie che compaiono in scena e che pur trovandosi in luoghi diversi, sono in relazione con la strage. In scena Arianna Scommegna e Mattia Fabris entrano ed escono dai diversi personaggi con un semplice movimento, una modulazione di voce, un gesto sapiente.
Raffaella Roversi, duerighe.com



PROMO UTOYA
biglietti illimitati a 16,80€ cad.
PROMO VALIDA SOLO PER LE REPLICHE DALL'11 AL 13 FEBBRAIO


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO UTOYA o chiama lo 02 86454545


UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA

di Bohumil Hrabal 
con Matilde Facheris, Massimo Betti alla chitarra
lettura a cura di ATIR


 A Praga, un uomo chiamato Hanta lavora, da trentacinque anni, a una pressa nella quale trovano la loro fine tutti i libri della città, che lui trasforma in pacchi sigillati e armoniosi, in "opere d'arte". E' una persona semplice che, a furia di salvare dal macero libri di grandi autori e di portarli a casa per leggerli, s'istruisce contro la propria volontà. Colui che dovrebbe distruggere i libri li salva; colui che ne dovrebbe cancellare ogni traccia, li fa risorgere sotto altre forme. Il libro di Hrabal è un atto d'amore nei confronti dei libri, ma anche di chi li legge e li fa entrare, non tanto nella propria libreria, quanto nella propria vita, nel proprio cuore, nel proprio spirito. Hanta e la sua pressa sono una cosa sola, così come la pressa è una cosa sola con i libri che inghiotte. Così come il lettore con i libri che legge.

UNA SOLITUDINE TROPPO RUMOROSA
domenica 2 febbraio 2020 - ore 19:30
MTM La Cavallerizza / Teatro Litta (Corso Magenta, 24 Milano)
durata: 60 minuti


PROMO SOLITUDINE 
biglietti illimitati a 11,80€ cad.


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO SOLITUDINE o chiama lo 02 86454545


ULISSE, IL RITORNO di Corrado d'Elia

"Narrami, o Musa, dell'uomo dall'agile mente, 
che tanto vagò, dopo che distrusse sacra città di Troia..."

30 gennaio - 9 febbraio '20 | MTM TEATRO LEONARDO di Milano

ULISSE, IL RITORNO
progetto, drammaturgia e regia Corrado d'Elia
assistente alla regia Sabrina De Vita
con Corrado d'Elia, Raffaella Boscolo, Angelo Zampieri
scene Fabrizio Palla
grafica Chiara Salvucci 
produzione Compagnia Corrado d'Elia

 


Dal 30 gennaio Corrado d'Elia, insieme agli attori Raffaella Boscolo e Angelo Zampieri, vi accompagnerà attraverso un nuovo viaggio, questa volta "di ritorno".

Il racconto di Omero è solo il punto di partenza. Lo spettacolo è infatti un viaggio poetico nell'uomo e nell'oggi, una riflessione necessaria sul contemporaneo, sul nostro tempo, sulle nostre utopie e sugli ideali su cui una generazione ha costruito la propria vita e il proprio modo di essere.

Vi aspettiamo per condividere con noi questo viaggio ideale, un ritorno a noi stessi, a quello che più ci appartiene, a quello che davvero siamo e che forse col tempo ci siamo dimenticati di essere. Tornare all'inizio, dunque, al nostro primo sguardo, ai nostri primi ricordi, per comprendere come eravamo e come avremmo forse in altro modo dovuto essere.

Tre i personaggi con cui condividere questo viaggio, tre naufraghi della vita che, in uno spazio che è insieme teatro, imbarcazione e sala da ballo, raccontano la propria storia, mentre presente e passato si confondono in un'atmosfera onirica e malinconica.

Sullo sfondo il continuo rimando ai personaggi di Omero, ma soprattutto alle atmosfere profonde e poetiche dei film di Theo Angelopoulos, regista greco scomparso, cui è dedicato lo spettacolo.

Ancora un grande omaggio di Corrado d'Elia al teatro e alla sua forza vitale, impulsiva e purificatrice. 

COSA DICE LA STAMPA DELLO SPETTACOLO:

"Un viaggio fatto di emozioni e idee universali.... Uno spettacolo che punta dritto al cuore degli uomini per denunciare l'oggi e rappresentare l'eterno gioco della vita, lasciandoci con un finale magico che, ancora una volta, ci immerge in un'atmosfera di sogno."
Serena Lietti, SaltinAria.it

"d'Elia inscena un percorso nella memoria... E lo spettacolo risulta toccante, sincero, ben condotto e ben concluso."
Paolo Bignamini,«Il Sole 24 Ore»

"Ottima l'interpretazione dei personaggi.... Corrado d'Elia si afferma ancora una volta un attore e regista altamente valido e innovatore."
Lucia Arezzo, 2duerighe.com

"Ulisse-Odisseo assurge prepotentemente a simbolo di quest'epoca incerta e poco chiara...La pièce è molto viva, poetica, sentita, un omaggio al grande Theo Angelopoulos..."
Michele Weiss,«La Stampa»

 

ACQUISTA ADESSO IL TUO BIGLIETTO 
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


ULISSE, IL RITORNO
30 gennaio|9 febbraio 2020 – MTM TEATRO Leonardo (via Ampère 1, Milano)
orario spettacoli: mar-sab 20.30; dom 16.30 


LA PIANISTA PERFETTA
con Guenda Goria
regia Maurizio Scaparro

Spettacolo-concerto dal vivo su Clara Wieck Schumann

"La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l'arte."
Così Clara Schumann descrive la sua vocazione per la musica.


Forgiata nella tecnica dal padre Friedrich Wieck, Clara diventa sin da giovanissima concertista di fama mondiale: la più grande pianista dell'ottocento ma anche una donna coraggiosa, intellettuale, madre affettuosa di otto figli, innamorata. Ed è proprio l'amore che permea nella sua musica, l'amore per la vita e l'amore per un uomo, Robert Schumann, compositore e figura di spicco del romanticismo tedesco. Un amore tormentato ma profondissimo quello tra Clara e Robert che trova il suo triste epilogo quando una malattia sopraggiunge a consumare le capacità intellettive di lui, fino a portarlo lentamente a spegnersi. E saranno le cinque linee del pentagramma il rifugio di Clara, le note saneranno le ferite del suo cuore e quell'armonica successione di tasti bianchi e neri darà conforto a questa grande donna che donerà alla musica tutta se stessa, che continuerà a lavorare dopo la morte del marito per diffondere la sua musica – troppo avanti per il gusto dell'epoca ma che troverà postuma fortuna.
Il Pianoforte, al centro della scena, sarà il protagonista assoluto suonato dal vivo da Guenda Goria che, in una progressiva rarefazione di tempo e spazio, racconterà sin nel profondo la forza vitale di Clara, donna che ha tradotto in arte la sua intera esistenza in un momento preciso, il pomeriggio prima di un importante concerto che potrebbe cambiare le sorti della sua carriera; un pomeriggio sbagliato in tutto sembra far presagire il primo insuccesso della vita di Clara. L' accordatore che non arriva, il baule smarrito, le lettere che sopraggiungono ad annunciare l' internamento del marito Robert Schumann in ospedale psichiatrico offrono l' affresco di una donna che a trent'anni è già madre di otto figli e leggenda della musica mondiale.

MTM Teatro Litta
dal 29 gennaio al 2 febbraio '20



di Giuseppe Manfridi
regia Maurizio Scaparro
con Guenda Goria e Lorenzo Manfridi
regista assistente Felice Panico
foto di scena Elio Carchidi
Premio Franco Cuomo insignito al Senato della Repubblica italiana come miglior interpretazione femminile
produzione Todi Festival – Compagnia Mauri Sturno

MUSICHE
Le musiche eseguite dal vivo sono quelle che Clara interpretava nei suoi concerti: Robert Schumann, Ludwig van Beethoven, Felix Mendelssohn, Johannes Brahms Franz Listz, Clara Wieck Schumann.


RECENSIONI:

"Guenda Goria dimostra talento di attrice e di pianista con una prova che la consacra protagonista versatile della scena. Regista, ballerina, coreografa, studiosa di filosofia estetica recita il suo curriculum, ha vinto il Premio Cuomo 2018 per la migliore interpretazione femminile fornita in questo allestimento, nel quale esprime molteplici talenti, sapientemente diretta da Maurizio Scaparro."
teatri online

"Il senso della serata verte sulla brillante prova di Guenda Goria che fin dalle prime battute mi fa pensare alla Emmanuelle Seigner di "Venere in pelliccia". Non solo per una certa rassomiglianza, pur col distinguo dell'etá anagrafica, ma per la convincente forza drammatica, la capacitá di conquistare l'attenzione, di attirare su di sé il pubblico - tanto che per tutta la serata non vola piú una mosca in sala - doti cui si aggiunge una straordinaria versatilitá artistica. Non é infatti da tutti i giorni incontrare un'abile pianista-concertista oltre che attrice di elevato spessore, e tralascio le altre skills pazientemente elencate nella presentazione: regista, ballerina, coreografa, studiosa di filosofia estetica. Mettiamoci pure che é figlia d'arte di una altrettanto brava attrice, Maria Teresa Ruta, e si avrá l'idea di un personaggio al di fuori del comune. E diciamola tutta: Clara Schumann Wieck, moglie e musa ispiratrice nonché paladina del genio musicale, non compreso dai suoi contemporanei, di Robert Schumann aveva bisogno necessariamente di tale interprete per poter rivivere un frammento della sua esistenza sul palcoscenico."
ENRICO BERNARD per Saltinaria.it

 

PROMO CLARA
biglietti a 16,80€ cad. per tutte le repliche
promo valida dal 30 gennaio al 2 febbraio
(max 2 biglietti a persona)


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO CLARA o chiama lo 02 86454545

Teatro Litta
da mercoledì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 75 minuti


Etude pour un vaudeville en travesti plein de paillettes

Il primo spettacolo Nina's ispirato a un grande classico teatrale. Un coro di figure femminili, perse in un mondo sospeso tra varietà e melodramma. Sono viaggiatrici senza passaporto, dive senza palcoscenico, eroine tragiche senza tragedia. E ridono, ridono spesso. Ma sempre con le lacrime agli occhi.

"In ogni albero di questo giardino, da ogni fogliolina, da ogni tronco,
ci sono degli esseri umani che ci osservano.
Non sentite le loro voci?"

Il giardino torna a fiorire... 

"Il giardino dei ciliegi" di Anton Checov è una piccola saga familiare, stagliata sullo sfondo di un'epoca di grande cambiamento. Aspettando un unico avvenimento – la vendita del giardino – i personaggi si dibattono in situazioni apparentemente futili: amori inseguiti e non corrisposti, feste senza invitati, passeggiate tra i viali. Il giardino di ciliegi è la terra dell'infanzia, del sogno ad occhi aperti, l'orizzonte dell'ancora possibile. Ad abitarlo, sei donne, in attesa della fine. Donne, creature piuttosto. Forse sono gli stessi alberi di quel giardino, tacchi a spillo per radici, braccia maschili come rami tesi? Intorno a loro, si avvicina una schiera di uomini, un coro di voci incalzante che segna l'inevitabile conto alla rovescia.

"Grottesco, leggero, melodrammatico è il Checov delle Nina's Drag Queens".
Sara Chiappori, Repubblica

"Le Drag in gioco di squadra costruiscono un universo a parte dove anche le utopie di Cechov trovano spazio grazie alla "smisurata misura" della regia di Francesco Micheli."
Maurizio Porro, Corriere della Sera

"Cinte di petali, fragili e solidi testimoni di una bellezza tramontata, le Nina's Drag Queens sono un corpo unico, puntuale, espressivo, ingranaggi di un meccanismo scenico impeccabile."
Paolo Schiavi, La Libertà

 

PROMO CILIEGIE
biglietti a 16,80€ cad. (MAX 2 BIGLIETTI)
promo valida dal 24 al 26 gennaio '20


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO CILIEGIE o chiama lo 02 86454545

Teatro Leonardo
da giovedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 90 minuti


Berlino 1947, 6:30 a.m.

Nella Germania appena uscita dalla guerra, tutte le mattine alla stessa ora, due uomini si incontrano: un professore ebreo che vuole partire per fondare lo Stato di Israele e il proprietario di una tabaccheria, dall'aspetto tipicamente tedesco. Sono sopravvissuti alla tragedia che ha appena sconvolto e quasi annientato un popolo intero.

Si attaccano, si rinfacciano colpe reciproche e recriminano sui torti subiti, fino a scoprire dolorosamente quanto gli obblighi della Storia possano condizionare il modo di agire dei singoli individui, quando, completamente soli, devono affrontare il proprio destino.

Ne Il venditore di sigari si gioca una partita in cui è impossibile giudicare vincitori e vinti, perché vittime e carnefici camminano su un piano sempre in bilico.

MTM Teatro Litta
21e 22 gennaio 2020 ore 20.30

durata: 80 minuti

Il venditore di sigari
di Amos Kamil 
traduzione di Flavia Tolnay con la collaborazione di Alberto Oliva 
regia Alberto Oliva 
con Gaetano Callegaro, Francesco Paolo Cosenza 
scene e costumi Francesca Pedrotti
realizzazione scenografia Ahmad Shalabi 
disegno luci Fulvio Melli
direttore di produzione Elisa Mondandori  
produzione Manifatture Teatrali Milanesi

 

PROMOZIONE IL VENDITORE DI SIGARI
biglietti a 16,80€ cad. (MAX 2 BIGLIETTI)
promo valida solo per la replica del 22 gennaio


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO VENDITORE o chiama lo 02 86454545


LA FAVOLA DI "AMORE E PSICHE"

 

Un testo che tocca temi antichi e attuali: la competizione suocera/nuora, la bellezza che sfiorisce, la possessività materna, il conflitto secolare fra uomini e dei. 

Venere, la dea immortale, quindi tutt'ora esistente, vive lontano dall'Olimpo e dai suoi odiati parenti. Dopo aver girovagato per secoli, abita attualmente a Parigi fra i mortali. Non essendo gli Dei più creduti, la dea della bellezza e dell'amore finalmente può permettersi di vivere nell'imperfezione. 

 

VENERE NEMICA di e con Drusilla Foer
MTM TEATRO LEONARDO (Via Ampère 1, Milano)
dal 16 al 19 gennaio 2020
da giovedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30
durata: 90 minuti
***
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it

 


?LA PIAZZA DEL DIAMANTE?
con Maria Pilar Pérez Aspa
di Mercè Rodoreda i Gurguí

Lettura a cura di ATIR Teatro Ringhiera

 

Con la fine della guerra civile e la vittoria del franchismo in Spagna, Mercè Rodoreda lascia famiglia e figlio a Barcellona e parte per un lungo esilio: Bordeaux, Limoges, Ginevra. Da questo esilio scriverà uno dei romanzi più belli mai scritti sulla guerra civile spagnola: trent'anni della vita di una donna semplice, Natalia, che soffre miserie, fame, lutti, un matrimonio fallito e la guerra, la guerra... La guerra come sfondo di tutto. Una figura di donna che contempla il mondo che la circonda.

?LA PIAZZA DEL DIAMANTE?
domenica 12 gennaio 2020 - ore 19:30
MTM La Cavallerizza / Teatro Litta (Corso Magenta, 24 Milano)
durata: 60 minuti

?PROMO DIAMANTE?:
biglietti illimitati a 11,80€ cad.


Per ricevere la promozione scrivi una mail a biglietteria@mtmteatro.it indicando PROMO DIAMANTE o chiama lo 02 86454545


Quest'anno a Natale regala il Teatro

Show Bees ChristMTMas Pack è il regalo perfetto a un prezzo eccezionale: 3 spettacoli a soli 45 euro!

Include:
Venere Nemica 
Kobane Calling On Stage
Zero di Massimiliano Bruno



La ChristMTMas Pack è in vendita nelle biglietterie MTM fino al 31 dicembre. 

Le biglietterie MTM sono aperte dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19:30 al teatro Litta (corso Magenta 24) e al teatro Leonardo (via Ampère 1).
E' attivo inoltre il servizio di acquisto telefonico: chiama ora lo 02 86 45 45



CORSI IN PARTENZA A GENNAIO

PROPEDEUTICO E DIZIONE
con Claudio Marconi e Umberto Petranca

 

 

Vuoi fare o farti un regalo originale che cambierà per sempre il tuo modo di guardare il mondo. Passa dalla tranquilla poltrona dello spettatore alle aule Grock. La Scuola di Teatro che forma attori ed artisti dal 1974 ti aspetta per le feste con le sue lezioni dimostrative.

Prenota subito la tua lezione di prova GRATUITA:

per il CORSO PROPEDEUTICO

4 e 13 dicembre 2019
Dalle 21 alle 22

 

 

per il CORSO DI DIZIONE

Sabato 14/12/2018
Dalle 15 alle 16

 

Che aspetti?
Per info e iscrizioni
0266988993
scuolagrock@mtmteatro.it


PROMOZIONE GL'INNAMORATI

Prezzo biglietto: 15€ cad. + prevendita*
Valida solo per le repliche del 27/28/29/30 dicembre
(promozione estesa ad un accompagnatore)


 

Dal sodalizio tra il regista Antonio Syxty e la coreografa Susanna Baccari

Una produzione MTM Manifatture Teatrali Milanesi

 

‼️Getsemani part I‼️
dal 10 al 15 dicembre in prima nazionale a La Cavallerizza

 

"Getsèmani è uno dei capitoli di Jesus / a project a cui penso dagli anni '80. Si tratta di una narrazione de-strutturata rispetto a idee e forme teatrali più convenzionali"
(Antonio Syxty)

 

MTM LA CAVALLERIZZA (CORSO MAGENTA, 24 MILANO)

DAL 10 AL 15 DICEMBRE 2019

PROMOZIONE SPECIALE

BIGLIETTI A 10€ CAD. + PREVENDITA, PROMO ESTESA AD UN ACCOMPAGNATORE

INFO E PRENOTAZIONI: BIGLIETTERIA@MTMTEATRO.IT / 0286454545


"Il pazzo, l'amante e il poeta non sono composti che di fantasia."


Stivalaccio teatro - teatro stabile del Veneto
ROMEO E GIULIETTA

1574.


Venezia in subbuglio. Per calli e fondamenta circola la novella: Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, passerà una notte nella Serenissima. Un onore immenso per il Doge e per la città lagunare. Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no, la più grande storia d'amore che sia mai stata scritta: "Romeo e Giulietta".


MTM TEATRO LEONARDO (VIA AMPERE 1, MILANO)

DAL 10 AL 15 DICEMBRE 2019


PROMOZIONE SPECIALE: PER TE BIGLIETTI A 5€ CAD. PER TUTTE LE REPLICHE


PROMOZIONE SPECIALE

BIGLIETTI A 15€ CAD. + PREVENDITA, PROMO ESTESA AD UN ACCOMPAGNATORE

INFO E PRENOTAZIONI: BIGLIETTERIA@MTMTEATRO.IT / 0286454545



Promo black friday Romeo e Giulietta


Dalle h15 di oggi fino alle h15 di domani 30 novembre puoi acquistare biglietti a prezzo speciale per tutte le repliche!

Dalle h15 alle h22 biglietti a 10€ cad. e dalle h22 in poi biglietti a 15€ cad.


La promo è valida solo online con il codice sconto nero 9889


Fai un regalo di qualità

 

Dalle h15 di oggi fino alle h15 di domani 30 novembre puoi acquistare la Carta regalo X 2 a 40€ anziché 50€

La Carta Regalo è valida per due ingressi da usare liberamente per tutti gli spettacoli di MTM


La promo è valida solo online con il codice sconto nero 9889 


 

"Milano è bellissima."


ANIMANERA TEATRO
M8 – Prossima fermata Milano
autori Camilla Mattiuzzo, Carlo Guasconi, Pablo Solari, Magdalena Barile, Davide Carnevali ideazione e regia Aldo Cassano 

Quattro storie, quattro sguardi diversi, dove la città si trasforma in un'idea. M8 traccia una linea immaginaria della Metropolitana Milanese con quattro stazioni poetiche, quattro pièces di drammaturgia contemporanea. Ogni stazione una storia, una poetica, un linguaggio, un modo di interpretare Milano. 

 

MTM TEATRO LEONARDO (VIA AMPERE 1, MILANO)
DAL 5 ALL'8 DICEMBRE 2019


PROMOZIONE SPECIALE PER TUTTE LE DATE
BIGLIETTI A 15€ CAD. + PREV. (OFFERTA ESTESA AD UN ACCOMPAGNATORE)


INFO E PRENOTAZIONI: BIGLIETTERIA@MTMTEATRO.IT / 0286454545


 

Non serve nessun titolo, basta la passione per il teatro

 

I visionari sono semplici spettatori appassionati di teatro che selezionano spettacoli in totale autonomia

Ti piacerebbe scegliere alcuni spettacoli da programmare sul palcoscenico della nuova stagione di MTM teatro? Entra a far parte del gruppo "I VISIONARI" di MTM teatro.

Dopo il successo della scorsa stagione, riparte la seconda edizione del progetto Visionari di MTM teatro. Insieme ad altri appassionati come te potrai selezionare e scegliere, in autonomia, tre spettacoli da inserire nel cartellone della stagione 2020-2021 di MTM teatro. La partecipazione è gratuita.

 

Scopri come partecipare cliccando sull'apposito pulsante 

Diventa un visionario
 

 


 

The sense of life for a single man

 

"La vita di George si è raggruppata in una serie di oggetti e di gesti che gli permettono di ricordarsi che è ancora in vita, mentre il senso della banalità del vivere si fa sempre più nauseante."

George Falconer è un professore inglese di letteratura all'Università di Los Angeles. Siamo nei primi anni '60 del secolo scorso e George, seduto nella sua solita poltrona, in una delle tante serate passate in attesa dell'arrivo del suo amato, apprende una "novità" che si presenta al suo cospetto senza possibilità di replica: il suo compagno è morto in un incidente stradale.

 


The sense of life for a single man
liberamente ispirato a "A Single Man" di Christopher Isherwood
progetto e regia Pasquale Marrazzo
con Dario Manera, Michele Costabile, Rossana Gay e Giovanni Consoli 

 

MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24, Milano)
dal 3 all'8 dicembre 2019
da martedì a sabato ore 20:30 - domenica 16:30
durata: 90 minuti

 

Promo black friday Single man

Dalle h15 di oggi fino alle h15 di domani 30 novembre puoi acquistare biglietti a prezzo speciale per tutte le repliche!

Dalle h15 alle h22 biglietti a 10€ cad. e dalle h22 in poi biglietti a 15€ cad.

 

PROMOZIONE SPECIALE PER TUTTE LE DATE
BIGLIETTI A 15€ CAD. + PREV. (OFFERTA ESTESA AD UN ACCOMPAGNATORE)


prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


 

Rooms for secrets - Il laboratorio permanente sulla performance

 

"Non cʼè niente da insegnare. Cʼè da essere.
There is nothing to teach. There is to be."

Una zona libera e aperta ideata e diretta da Antonio Syxty – e coordinata con Susanna Baccari – dedicata alla pratica della performance (live/theatrical/artistic). Una zona (luogo) di pensiero e azione, scambio e formazione, lavoro e esperienza, che si prefigge lo scopo della libera creazione individuale o collettiva di narrazione e scrittura attraverso il corpo, il tempo, il pensiero.

 

Grock scuola di teatro
Via Emanuele Muzio 3, Milano


Informazioni e iscrizioni: 02 66 98 89 93 / scuolagrock@mtmteatro.it


 

Fake - questa è una storia vera

 

"Secondo Donald Trump la Statua della Libertà incoraggia l'immigrazione."

Cosa è vero e cosa è falso? Come distinguere ciò che è vero da ciò che è falso? E non è forse vero che c'è sempre un po' di falso anche nella verità? Perché la verità specchiata non esiste o meglio esiste dentro di noi?

Quello a cui assisterete è un esperimento socio-scientifico proposto dalla società al fine di analizzare il proprio operato riproducendo, grazie a due attori, un'intervista svolta a porte chiuse. I fatti narrati sono accaduti in Germania tra luglio 2017 e giugno 2018, quando una donna su un famoso social media, ha dichiarato di aver vinto una cifra vicina ai 40 milioni di euro e di aver deliberatamente scelto di non ritirare il premio scatenando l'ira e lo sdegno di migliaia di utenti che hanno reso la notizia virale.

 


Fake
di Valeria Cavalli, Filippo Renda
regia Filippo Renda
con Filippo Renda, Irene Serini 
produzione Manifatture Teatrali Milanesi
Spettacolo sostenuto nell'ambito di Next 2018-19

 

MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24, Milano)
dal 26 novembre all'1 dicembre 2019
da martedì a sabato ore 20:30 - domenica 16:30
venerdì 29 novembre non ci sarà replica

durata: 70 minuti
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


 

Beata Gioventù
una produzione MTM

 

Ricordando quel viaggio che ognuno di noi ha fatto per diventare adulto, due generazioni possono finalmente riabbracciarsi e ritrovarsi imparando a parlare senza filtri, senza prevenzioni. 

"Beata gioventù" tocca l'urgente tema della comunicazione fra genitori e figli, che può diventare un incontro anche quando è uno scontro, che apre una riflessione sull'importanza del tempo, che è necessario dedicare e dedicarci per arricchire i rapporti umani. Due "mestieri", quello del genitore e quello del figlio, che nessuno ci insegna, ma che si imparano sul campo sul quale, fra un'inevitabile battaglia e l'altra, ci sono infinite possibilità di confronto. 


Beata gioventù
di Valeria Cavalli
regia Valeria Cavalli, Claudio Intropido
con Andrea Robbiano e Claudia Veronesi
foto di scena Alessandro Saletta
direttore di produzione Elisa Mondadori

 

MTM TEATRO LEONARDO (corso Magenta 24, Milano)
23 e 24 novembre 2019
sabato ore 20:30 e domenica ore 16:30
durata: 75 minuti
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


La maschia 

di Claire Dowie


"Una mattina la signora H si sveglia e scopre che sta diventando... un uomo!"

La Metamorfosi di Kafka ritorna nella nostra epoca, e si infila tra i confini sempre più incerti dell'identità di genere, trasformandosi da incubo claustrofobico a irresistibile commedia, che mette in rotta di collisione il maschile e il femminile; o meglio, che racconta con occhi femminili la psiche e il corpo maschili trasformati in qualcosa che ha a che fare più con uno scarafaggio che non con un macho.



La maschia 
di Claire Dowie
versione italiana Stefano Casi
uno spettacolo di Andrea Adriatico
con Olga Durano, Patrizia Bernardi, Alexandra Florentina Florea
scene e costumi Giovanni Santecchia
produzione Teatri di Vita



MTM LA CAVALLERIZZA (corso Magenta 24, Milano)
dal 19 al 24 novembre 2019
da martedì a domenica ore 19:30
durata: 60 minuti
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it



 

Il fu Mattia Pascal
di Luigi Pirandello 
regia di Alberto Oliva 

 

"Dimentichiamo di essere atomi infinitesimali per rispettarci e ammirarci a vicenda, e siamo capaci di azzuffarci per un pò di terra o di dolerci di certe cose, che, ove fossimo veramente compenetrati di quello che siamo, dovrebbero parerci miserie incalcolabili."

Dopo il successo della scorsa stagione, torna in scena Il fu Mattia Pascal, il grande romanzo sulla crisi dell'io, in cui Pirandello mette in campo il desiderio di cambiare identità, di avere una seconda possibilità dalla vita, che ci consenta di cancellare tutto il passato e ricominciare da zero una nuova esistenza. È il sogno di azzerare la memoria e ripartire, più leggeri e liberi dal fardello di quello che è accaduto prima, ma forti di una coscienza di vita, che ci consenta di non commettere più gli stessi errori. Il mondo di cui Mattia Pascal è prigioniero è un mondo di ombre, marionette nere che si agitano contro un fondale bianco come le apparizioni spettrali del Mito della caverna di Platone. Il magico ed evocativo linguaggio del teatro delle ombre nel suo dialogo con gli attori in carne ed ossa ci aiuterà a dare vita a tutte le illusioni di Mattia – Adriano nella sua vana ricerca di una nuova vita.  



Il fu Mattia Pascal - l'uomo che visse due volte
di Luigi Pirandello 
drammaturgia di Alberto Oliva e Mino Manni
regia di Alberto Oliva
con Mino Manni, Marco Balbi, Margherita Lisciandrano, Gianna Coletti, Alessandro Castellucci
produzione I Demoni/Teatro De Gli Incamminati

 

MTM TEATRO LITTA (corso Magenta 24, Milano)
dal 12 al 22 novembre 2019
da martedì a sabato ore 20:30 - domenica 16:30
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.i


 

Piccola Patria di Luca Ricci

 

"Le masse non si ribellano mai in maniera spontanea, e non perché sono oppresse. In realtà, fino a quando non si consente loro di poter fare confronti, non acquisiscono neanche coscienza di essere oppresse."
George Orwell

 

Un testo per tre attori, ambientato nel nostro presente, diviso in tre parti, cioè il giorno prima, il giorno stesso e il giorno successivo a un referendum locale dove si chiede agli abitanti di un luogo non specificamente identificato se vogliono staccarsi dall'Italia e proclamare di nuovo l'indipendenza della loro antica Repubblica. Ne emergono conflitti familiari e vari livelli di disgregamento, perché quando si rompe qualcosa, altri cocci si vengono a creare incidentalmente, e ogni lacerazione ne porta altre, anche nei rapporti tra le persone o interni alle persone stesse. 

 

Piccola patria
MTM LA CAVALLERIZZA (corso Magenta 24, Milano)
dal 5 al 10 novembre 2019
martedì / domenica ore 19:30

durata: 60 minuti
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


 

Senza filtro
uno spettacolo per Alda Merini

 

"Se mai io scomparissi non lasciatemi sola. Blanditemi come folle." "Si nasce non soltanto per morire ma per camminare a lungo con piedi che non conoscono dimora e vanno oltre ogni montagna."

1 novembre. È "la notte dopo". L'ultimo appuntamento per chiudere una storia, per mettere un finale a un libro di appunti scritti giorno per giorno, attimo per attimo, battito per battito. Pagine che in un istante volano via. Il luogo dell'appuntamento: il Bar Charlie, sui Navigli di Milano, dove l'Alda passa giornate a scrivere, parlare, ridere, incontrare, fumare, consumare la sua voglia di stringere in mano una vita troppo spesso lontana dal mondo. I protagonisti: un angelo custode e "l'Alda". Ma oggi è "dopo". È tutto vuoto al bar. Nemmeno un caffè. Dove sono finiti il Pier, la Ginetta, il Renato, il Giancarlo, dov'è l'Alda? 

Canto alla luna
La luna geme sui fondali del mare,
o Dio quanta morta paura
di queste siepi terrene,
o quanti sguardi attoniti
che salgono dal buioa ghermirti nell'anima ferita.

La luna grava su tutto il nostro io
e anche quando sei prossima alla fine
senti odore di luna
sempre sui cespugli martoriati
dai mantici
dalle parodie del destino.

Io sono nata zingara, non ho posto fisso nel mondo,
ma forse al chiaro di luna
mi fermerò il tuo momento,
quanto basti per darti
un unico bacio d'amore.

(da "Vuoto d'amore" Einaudi 1991)

Senza filtro – uno spettacolo per Alda Merini
con Rossella Rapisarda 
di Fabrizio Visconti, Rossella Rapisarda
regia Fabrizio Visconti
musiche originali dal vivo Marco Pagani
scene Marco Muzzolon
costumi Mirella Salvischiani
disegno luci Fabrizio Visconti

Vincitore Premio della Critica Città di Vigevano 2014
Premio SaltinAria Migliore Attrice 2015
produzione Eccentrici Dadarò

 

 

Senza filtro – uno spettacolo per Alda Merini
MTM LA CAVALLERIZZA (corso Magenta 24, Milano)

1, 2, 3 novembre 2019
da venerdì a domenica ore 19:30
durata: 60 minuti
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


 

Promo speciale Potted Potter: - 40% per le repliche di giovedì e venerdì. Acquista online su ticketone.it


A tutti i maghi e a tutti i babbani⚡


70 minuti di pura comicità condensano i sette libri della saga di Harry Potter. Frizzante, divertente, ma fedele, Potted Potter torna a MTM Teatro Leonardo

Dopo il successo dello scorso anno, la parodia potteriana non autorizzata più esilarante di sempre sta tornando!

Tutti e 7 i libri di Harry Potter in soli 70 minuti? Fidatevi, è possibile!

Sul palco sempre loro, Davide Nebbia e Mario Finulli, giovani e talentuose promesse del panorama italiano con alle spalle successi internazionali.

Davide darà voce a Harry per tutta la durata dello spettacolo mentre Mario dovrà interpretare tutti i 360 personaggi della saga (e senza Pozione Polisucco...!)

Divertimento assicurato per grandi e piccini, che siate fan della saga del maghetto o no poco importa: basterà farsi trascinare dal ritmo incalzante e spassoso di questo esperimento potteriano!

Potted Potter - Tutti e 7 i libri di Harry Potter in soli 70 minuti

Scritto da Daniel Clarkson e Jefferson Turner
Regia di Richard Hurst
Scenografie di Simon Scullion
Disegno Luci di Tim Mascall
Musica di Phil Innes

★★★★
La roba più divertente che abbia visto da un bel pò. Vi innamorerete di questo show!
TORONTO STAR

★★★★ 
Una parodia elettrizzante, solleciterà il pubblico di tutte le età.
THE DAILY TELEGRAPH


POTTED POTTER
MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1, Milano)
dal 31 ottobre al 3 novembre
dal 7 al 10 e dal 14 al 17 novembre.
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it

da giovedì a sabato 20.30; domenica 16.30


 

Non sai che spettacolo vedere o quale abbonamento sottoscrivere?

Chiedi al nostro Personal Theatre!

 

Il Personal Theatre è un consulente che Manifatture Teatrali Milanesi mette a disposizione per aiutarti a scoprire, secondo i tuoi gusti e preferenze, la nuova stagione 2019/2020. Il Personal Theatre è a tua disposizione telefonicamente o in alternativa presso gli uffici di MTM al teatro Litta di Milano in corso Magenta 24 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18.

 

Prenota il tuo appuntamento con il nostro Personal Theatre!

Info e contatti: +39 331 64 04 594 / promozione@mtmteatro.it


 

Iscrizioni aperte per la I edizione milanese de "La Calata"

Sabato 9 novembre 2019

Una serata a teatro, in cui spettatrici e spettatori "calano" nelle sale teatrali della città per osservarne e raccontarne la vita: pubblici, spazi, atmosfere e spettacoli. Per realizzare l'istantanea di una serata campione.

L'evento è ideato e condotto da Casa dello Spettatore, associazione culturale che si occupa a livello nazionale di formazione del pubblico ed educazione al teatro, collaborando con teatri, circuiti, festival e compagnie e unendo comunità di spettatori che nella fruizione condivisa dello spettacolo dal vivo sperimentano occasioni di convivialità cittadina.
 
"La Calata" è un momento prezioso di indagine inserito in una più ampia e costante ricerca sul ruolo dello spettatore. L'iniziativa prevede il coinvolgimento di spettatrici e spettatori – preferibilmente non coinvolti nel mondo del teatro in qualità di addetti ai lavori– che intendano "calare" il loro sguardo sul territorio teatrale della città e che vogliano poi raccontare e condividere la loro esperienza.
Un esperimento conoscitivo sul mondo del teatro in città, dalla parte dello spettatore. 
 
Cosa si fa? Si osserva la "vita" teatrale della città, andando a teatro, e si racconta l'esperienza con un breve testo e per immagini. Non si chiede di scrivere una recensione sullo spettacolo ma si invitano i partecipanti a vestire per un giorno i panni del reporter. Tutti i contributi raccolti andranno poi a comporre un reportage che offrirà un racconto a più voci e a più sguardi sulla realtà teatrale milanese, come già accaduto per le due edizioni romane del 2017 e del 2018 e, per quella napoletana del 2019.
 
La partecipazione è gratuita ed è previsto un numero massimo di posti.
Le candidature saranno vagliate per ordine di arrivo.

Info e iscrizioni: lacalata@casadellospettatore.it  | Miriam Larocca 347 1674302 | Flaminia Salvemini 349 5941419


 

Corrado Tedeschi è Virgilio. Renato Mannheimer, Dante.

"Un gioco meta-teatrale, che parte dalla cornice beckettiana di "Aspettando Godot" fino ad arrivare a quel mostro sacro di Dante."

Uno spettacolo divertente e ironico, basato sulle straordinarie capacità istrioniche dei due attori, ma che non rinuncia alla poesia e alla denuncia dantesca, anzi diventa un pretesto per riflettere sulla nostra epoca, piena di mode, assurdità e peccati capitali!

VIAGGIO ALL'INFERNO


MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1, Milano)
dal 25 al 27 ottobre 

prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


da venerdì a sabato 20.30; domenica 16.30

 


 

Arianna Porcelli Safonov

 

Uno spettacolo semplice di teatro comico missionario

Arianna Porcelli Safonov è una scrittrice e pubblica con Fazi Editore. Nel 2008 Arianna attiva il blog di Madame Pipì, un contenitore di racconti definiti Tristocomici: brevi invettive contro piccoli e grandi drammi della nostra epoca composti con gli abiti eleganti di un umorismo soft, anche se nero. Decide anche di trasformare i suoi pezzi in monologhi e comincia a diffonderli in rete sotto forma di brevi video, che registrano rapidamente decine di migliaia di visualizzazioni. Per il teatro nasce Rìding Tristocomico che lei stessa definisce: uno spettacolo semplice di teatro comico missionario. La missione è accendere piccoli focolai di sommossa intellettuale, in grado di svegliare le menti più assopite dalla mondezza mediatica e di farlo a colpi di risate e schiaffetti culturali.

 

sabato 19 ottobre ore 20:30
MTM TEATRO LEONARDO (via Ampère 1, Milano)
prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it



Manifatture Teatrali Milanesi
presenta
2
tratto da Le Serve di Jean Genet


elaborato finale dei neo diplomati Grock Scuola di Teatro 

regia Susanna Baccari, Claudio Orlandini
disegno luci Claudio Intropido
costumi ed elementi scenici Francesca Biffi
con Simone Bochicchio, Rossana Comparone, Martina Lovece, Susanna Russo, Paola Tognella, Marco Vitiello



Scritto nel 1946 "Le serve" di Jean Genet è stato definito un classico del Teatro moderno. Un atto unico ricco di mille intrighi e risvolti socio-psicologici. Straordinario esempio di continuo ribaltamento tra essere e apparire, fra immaginazione e realtà fra verità e finzione. In scena due sorelle, al servizio di una ricca Signora. Ogni giorno, nel loro rituale quotidiano, recitano a turno il ruolo della padrona e della serva. Un gioco malato per due. Una recita di coppie e di contrasti. Di doppi che si fondono e singoli che si sdoppiano. Il dramma dello specchio, della simbiosi , della falsa copia. È un dramma per 2 che finirà per  diventare un incubo di morte e di follia.



Teatro Leonardo - via Ampère 1 Milano
da martedì a sabato ore 20:30 – domenica ore 16:30

Info e prenotazioni: tel. 0286454545 | biglietteria@mtmteatro.it


 

Grock scuola di teatro
ultima chiamata! 
lezioni dimostrative gratuite

Da venerdì 27 settembre a sabato 5 ottobre 2019 ci sarà la nostra ultima settimana di lezioni dimostrative gratuite di TEATRO: apriamo le porte della nostra Scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare Teatro. Scoprirai che il Teatro fa bene alla Vita. Anche alla tua.

CALENDARIO LEZIONI DIMOSTRATIVE

LEZIONE DI TEATRO DANZA

Venerdì 27 settembre
20.00  21.00 
Condotta da Susanna Baccari
 
LEZIONE DI PRIMO ANNO CORSO ATTORI
(18/45 anni)
Sabato 28 settembre
11.00  13.00 
Condotta da Fabrizio Bianchi e Pietro De Pascalis
 
LEZIONE DI TEATRO PER ADOLESCENTI
(14/18 anni)
Lunedì 30 settembre           
16.00  17.00
Condotta da Giulia Marchesi
 
LEZIONE DI MIMO
Martedì 1 ottobre
19.00  20.00
Condotta da Andrea Riberti
 
LEZIONE DI TEATRO OVER
(Consigliato a partire dai 65 anni)
Mercoledì 2 ottobre
14.30  15.30
Condotta da Claudio Marconi
 
LEZIONE DI PRIMO ANNO CORSO ATTORI
(18/45 anni)
Mercoledì 2 ottobre
18.00  19.00
Condotta da Tiziana Colla
 
LEZIONE DI TEATRO CANTO
(18/45 anni)
Giovedì 3 ottobre
16.00  17.00 
Condotta da Fernanda Calati
 
LEZIONE DI DIZIONE
Sabato 5 ottobre
11.30  12.30
Condotta da Claudio Marconi

GROCK SCUOLA DI TEATRO
FORMAZIONE TEATRALE DAL 1974


Per prenotare la tua lezione dimostrativa gratuita
Chiama 0266988993
Scrivi scuolagrock@mtmteatro.it
(Prenotazione obbligatoria)


 

da "Innamorate dello spavento" – di Massimo Sgorbani

produzione Teatro I

 

La fine della guerra, la fine di Hitler. Si è consumata un'enorme tragedia e, nello stesso tempo, la tragedia stessa non riesce a compiersi. Eva, sola in scena, aspetta questa fine, un personaggio tragico a cui è preclusa la dimensione del tragico. Eva è una donna che sta per morire ed è una donna innamorata. Innamorata di Hitler, fedele al suo amore fino all'ultimo istante. In questa tragedia mancata e grottesca Eva è un'eroina per cui non si può non provare tenerezza, nonostante tutto, proprio come se l'oggetto del suo amore potesse essere dimenticato. Eva confonde la sua storia con quella di Rossella O'Hara: c'è desiderio, ammirazione, battaglie da vincere e da perdere, fedeltà, fino alla fine. Eppure, da questo infinito amore, al di là del bene e del male, affiora la paura. Paura dell'abbandono, paura dello strapotere dell'amato, paura della propria fragilità di amanti, paura che l'amore finisca, paura che l'amore si realizzi, paura dell'amore stesso e di quello che l'amore può chiedere. Innamorate dello spavento è un progetto di Teatro i in cui l'autore Massimo Sgorbani cattura le voci di alcune donne legate al Führer che precipitano inarrestabili verso la fine del Reich. Tra il 29 aprile e il 1° maggio del 1945, nel bunker sotterraneo del Palazzo della Cancelleria di Berlino, alcuni dei principali rappresentanti del partito nazionalsocialista si suicidano. Poche ore prima Hitler sposa Eva Braun. Poche ore dopo Hitler e signora si uccidono con le fiale testate sul pastore tedesco del Führer, Blondi, il primo a morire. Poche ore dopo Magda Goebbels somministra le fiale ai sei figli addormentati. Ancora poche ore, e anche Magda e il marito si avvelenano con le stesse fiale. "Innamorate dello spavento" si compone di tre testi distinti che Teatro i sta affrontando con la regia di Renzo Martinelli e l'interpretazione di Federica Fracassi. Il primo, "Blondi", è stato prodotto dal Piccolo Teatro di Milano nella stagione 2012‐2013 ed è stato nuovamente in scena sul medesimo palco a maggio 2014. La seconda parte, "Eva", un work in progress le cui tappe hanno portato a molteplici versioni dello spettacolo realizzate ad hoc per i luoghi ospitanti, dà voce all'omonima protagonista, Eva Braun che, precipitando ignara verso il suicidio, intreccia la sua storia con quella di Rossella O'Hara, protagonista di "Via col Vento", il suo film preferito. Infine, la terza parte, che vede in scena Magda Goebbels e lo stesso Führer, ha debuttato nell'autunno 2014.

 

 

La Cavallerizza
da martedì a domenica ore 19:30


MTM Manifatture Teatrali Milanesi
Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it


 

da "Walden-Vita nel bosco" di Henry David Thoreau

lettura a cura di ATIR

 

Concord, Massachusetts. E' la fine di marzo del 1845, Henry David Thoreau prende in prestito un'ascia e si dirige nei boschi presso il Lago di Walden, dove intende costruirsi una casa e «vivere in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, vivere in modo così risoluto e spartano da sbaragliare tutto quanto non fosse vita».  Ne nasce Walden, opera che racconta due anni di esplorazione, allo stesso tempo, delle profondità intime del proprio io – come individuo e come esponente della mentalità collettiva nazionale – e del mondo esterno naturale. Walden diverrà il testo a cui, oltre un secolo dopo, si ispireranno tanto i movimenti ecologisti che Gandhi e le controculture contemporanee, divenendo la bibbia dell'anticonformismo, del rifiuto delle leggi ingiuste e di una vita sobria e immersa nella Natura.

 

 

La Cavallerizza
domenica ore 19:30


MTM Manifatture Teatrali Milanesi
Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it


 

Che La Bella Stagione abbia inizio!

15-27 ottobre '19 | MTM Teatro Litta

Notti bianche

 

di Fedor Dostoevskij

progetto, adattamento e regia Corrado d'Elia

con Corrado d'Elia

scene Francesca Marsella

tecnico luci Christian Laface | tecnico audio Riccardo Pellegrini

assistente alla regia Sabrina De Vita

foto di scena Angelo Redaelli | grafica Chiara Salvucci

 

 "Era una notte meravigliosa, una di quelle notti che possono esistere solo quando si è giovani..."

 

Carissimi amici,
finalmente sta per cominciare una nuova stagione, un nuovo viaggio tra tante storie, emozioni, condivisione e grande teatro!

Il primo immancabile appuntamento è uno spettacolo intenso, poetico, sospeso e commovente.

Attraverso le pagine immortali del grande scrittore russo, Corrado d'Elia vi racconterà, con l'intensità di sempre, una storia d'amore tutta particolare, più vicina al sogno che alla vita reale. Un dialogo meraviglioso e serrato che dura quattro notti, durante le quali, gradualmente, comincerà a delinearsi per loro la prospettiva di una vita insieme.

Corrado d'Elia ci racconta questa storia incantata e appassionante in uno dei suoi album più delicati e sospesi.

 

ATTENZIONE: E' PREVISTO IL TUTTO ESAURITO!

 Acquista subito on-line QUI

 

oppure prenota:
- presso la biglietteria di MTM | Palazzo Litta (c.so Magenta 24) tel 02.86454545 biglietteria@mtmteatro.it
- presso gli uffici della Compagnia | via Savona 10 (scala A - 2° piano), lun./ven. ore 15/18 (pagamento solo in contanti) 

 

Vi aspettiamo in tanti!!!


Mercoledì 9 ottobre ore 18.30 | SALA CAVALLERIZZA,

PALAZZO LITTA corso Magenta 24 – Milano

 

Le notti bianche: dal testo alla scena incontro dialogato intorno al racconto di Fëdor Dostoevskji interverranno: Corrado d'Elia - regista e attore Fausto Malcovati - Docente di Letteratura russa, traduttore e autore

In occasione dello spettacolo Le notti bianche, diretto e interpretato da Corrado d'Elia, in scena dal 15 al 27 ottobre 2019 a MTM Teatro Litta di Milano, la Compagnia Corrado d'Elia presenta una serata di approfondimento, un dialogo a due voci tra Corrado d'Elia e il Professore Fausto Malcovati intorno al grande scrittore Fëdor Dostoevskji e a uno dei suoi racconti più belli e sentimentali.

Opera giovanile, Le notti bianche è un racconto di grande potenza narrativa, sospeso tra profonda disperazione e travolgente passione.
Cosa nasconde il racconto e cosa svela la messa in scena? Chi era l'uomo Dostoevskji al tempo in cui scrisse il racconto? Quale è stata la necessità artistica e umana di Corrado d'Elia di trasportare un racconto, creato per la carta, in azione scenica? Quanto questo testo riesce a raccontare del nostro tempo?
In una chiacchierata informale con uno dei più profondi conoscitori della letteratura russa - Fausto Malcovati - Corrado d'Elia vi guiderà attraverso uno dei più sospesi e delicati testi dell'autore russo.


ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria:
compagnia@corradodelia.it / 375.5176331


 

Quattro attori mettono in scena la storia di un'assenza

La sera prima del matrimonio del fratello Medio, Piccolo e Grande si ritrovano a casa della Madre, sospesi in una lunga notte si confrontano con un presente che non riconoscono più. Persi in quel caos di relazioni che solo la famiglia può creare, ognuno subisce le scelte degli altri, mettendo in discussione una vita coperta dall'ombra di un padre lontano, che forse così lontano non è mai stato.

testo di Gianpaolo Pasqualino – regia di Daniele Turconi – con Salvatore Aronica, Stefano Barra, Ludovico D'Agostino, Laura Valli – "HORS – Il mosaico"

 

Teatro Litta
da mercoledì a sabato ore 21:30


MTM Manifatture Teatrali Milanesi
Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it



HORS House Of the Rising Sun
casa del teatro indipendente


Dopo il grande successo della passata edizione torna Hors: dal 2 al 5 ottobre 2019 presso MTM – Teatro Litta e Cavallerizza. MTM diventerà la casa del teatro indipendente milanese e non solo. Questa edizione sarà dedicata ad indagare la relazione padri/figli, volendo porre il focus non solo sull'aspetto sociale del tema ma anche sulle possibilità di conflitto nel passaggio generazionale in ambito artistico e culturale. La direzione artistica del festival selezionerà sei progetti che metteranno in scena la propria lettura del tema attraverso una messa in scena di 20 minuti. Tra le grandi novità di quest'anno ci sarà anche il debutto della prima produzione Mosaico Mtm nata dalla collaborazione tra alcune delle compagnie selezionate nella scorsa edizione del festival. Altra novità sarà il Cantiere Hors, uno spazio dedicato alla ricerca artistica scevra dalle necessità di messa in scena.

direzione artistica a cura di Stefano Cordella e Filippo Renda


Teatro Litta / La Cavallerizza
da mercoledì a sabato ore 21:30


MTM Manifatture Teatrali Milanesi
Info e prenotazioni: 0286454545 / biglietteria@mtmteatro.it

 

chiedimi quello che vuoi

 

Con l'app MTM teatro entri velocemente nel mondo di Manifatture Teatrali Milanesi. Da oggi nell'app MTM teatro è attiva la chat room, una stanza dedicata in cui potrai comunicare direttamente con noi e orientarti più facilmente all'interno del variegato mondo di MTM.

community
La chat all'interno dell'app MTM teatro è diversa dalle solite chat presenti sui siti classici. Infatti, tutti coloro che hanno scaricato l'app MTM teatro potranno intervenire, scambiarsi opinioni, discutere e conoscersi perché per noi il teatro va oltre la pura visione dello spettacolo.

tutta MTM in un'icona
Scaricando l'app MTM teatro ricevi informazioni e promozioni dedicate in base ai tuoi gusti sugli spettacoli al teatro Litta, la Cavallerizza e al teatro Leonardo, sugli abbonamenti, sui corsi di teatro al Litta e a scuola Grock, sul Boccascenacafé, sui festival e su tutti gli eventi collaterali che organizziamo nel corso dell'anno.

 

Una volta scaricata l'app ricordati di registrarti e attivare la ricezione delle notifiche. Solo così possiamo inviarti promozioni dedicate.

 

L'app MTM teatro è disponibile su App store e Google Play

scrivici se hai bisogno di ulteriori informazioni: promozione@mtmteatro.it


acquista un abbonamento MTMrisparmi e vivi appieno il mondo di MTM



scegli il tuo abbonamento:

arcobaleno
5 spettacoli a scelta tra tutte le sale di MTM a 75€ 

arcobaleno over 65
5 spettacoli a scelta tra tutte le sale di MTM a 65€

arcobaleno tandem
5 spettacoli per due persone a scelta tra tutte le sale di MTM a 140€ 

carta regalo X 2 
2 ingressi liberi a scelta tra tutte le sale di MTM a 50€

carta regalo X 4
4 ingressi liberi a scelta tra tutte le sale di MTM a 80€

le ragazze raccontano
5 spettacoli scelti all'interno della linea le ragazze raccontano a 55€

la bella stagione
3 spettacoli a scelta di corrado d'elia a 50€

la vie en rose
tutti e 3 gli spettacoli delle nina's drag queens a 40€ 

stagione teatrale 2019/20
MTM teatro Litta, la cavallerizza e teatro leonardo

info e acquisti: biglietteria@mtmteatro.it / 02 86454545



CORSI DI TEATRO PER ADULTI

ANCORA POCHI POSTI
ULTIMA LEZIONE DIMOSTRATIVA GRATUITA

Mettiamo a disposizione i nostri insegnanti per l'ultima lezione dimostrativa prima delle vacanze. Non perdere l'occasione di fare l'esperienza del Teatro con la scuola Grock che dal 1974 forma attori ed artisti.

Scoprirai che il Teatro fa bene alla Vita. Alla tua e a quella dei tuoi ragazzi.


save the week
dal 9 al 14 settembre 2019, apriamo le porte della scuola che forma attori ed artisti dal 1974, mettiamo a tua disposizione gli insegnanti e le aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare teatro. approfitta della settimana promozionale. scoprirai che il teatro fa bene alla vita. anche alla tua.


SAVE THE DATE 
VENERDÌ 19 LUGLIO / 19:00 - 21:00 / PRIMO ANNO CORSO ATTORI

A seguire saremo felicissimi di offrirvi un rinfresco per salutarci prima della chiusura estiva.



PRENOTA LA TUA LEZIONE
0266988993
scuolagrock@mtmteatro.it



 

MTM è sempre più vicino a te!

 

Scarica la nuova App di MTM e regalati l'occasione di ricevere il teatro dove e quando vuoi TU!

Grazie al sostegno di Fondazione Cariplo e al lavoro di Mango Mobile Solutions, da quest'anno MTM è con te ovunque e in qualsiasi momento grazie alla sua nuova App con cui potrai consultare, in modo facile e veloce, le schede di tutti gli spettacoli in stagione, rimanere sempre aggiornato, in tempo reale, su tutte le nostre attività, ricevere promozioni e acquistare velocemente i tuoi biglietti. Inoltre potrai scoprire e ricevere informazioni sugli abbonamenti, sulle nostre scuole di teatro e sui progetti speciali. E quindi? Che fai non la scarichi?

 

SCARICA SUBITO L'APP DI MTM!
 

Ricevi promozioni, consulti tutti gli spettacoli, acquisti e rimani aggiornato su tutte le novità di MANIFATTURE TEATRALI MILANESI! 



 

THE NEW SEASON IS UNMISSABLE

 

Sei over 65? Vai a teatro da solo? Vai a teatro in coppia? O vuoi semplicemente fare un regalo originale? Acquista l'abbonamento MTM più adatto alle tue esigenze.

Abbiamo studiato il nostro pubblico, la nuova stagione e creato dei percorsi di abbonamento per ogni necessità. La grande novità è l'abbonamento "Le ragazze raccontano", un abbonamento dedicato agli spettacoli le cui protagoniste sono donne, quelle che abbiamo scelto, che ci hanno scelto, per abitare i nostri spazi, i nostri palcoscenici. Con le loro parole ma anche con la loro presenza, con quella capacità di esserci e di raccontare che da sempre appartiene alla donna. Inoltre riproniamo l'abbonamento ARCOBALENO* e da quest'anno anche l'ARCOBALENO TANDEM e l'ARCOBALENO OVER 65. E infine la CARTA REGALO, in due varianti, valida per due e quattro ingressi.

*PROMOZIONE SPECIALE "ARCOBALENO"


Dalle 00:00 alle 24:00 di sabato 6 luglio sia online che nelle nostre biglietterie, nei consueti orari, potrai acquistare l'ABBONAMENTO ARCOBALENOal prezzo speciale di 60 € anziché 75 €.
Non perdere l'occasione!

Info e acquisti: biglietteria@mtmteatro.it / 02 86454545 


 

THE NEW SEASON IS COMPLETED

 

I migliori spettacoli delle Nina's Drag Queens, Corrado d'Elia, ATIR, Made in Grock, Potted Potter, le performances di Antonio Syxty, HORS, Alda Merini, Animanera, La Merda, Utoya, Drusilla Foer, Gaetano Callegaro, Shakespeare, Zerocalcare, gli Incantesimi di Mario Mieli e altre perle che potrai vedere solo a MTM.

"Lavoriamo per un teatro che diventi anche relazione, incontro e condivisione fra esseri umani che si danno convegno per stare insieme dal vivo, fisicamente, non solo virtualmente, e lo fanno anche al di là dell'occasione legata allo spettacolo inserito nel programma del cartellone."

Gaia Calimani, presidente di MTM

MTM Teatro Litta - Corso Magenta 24 Milano
MTM La Cavallerizza - Corso Magenta 24 Milano
MTM Teatro Leonardo - Via Ampère 1 Milano
 

Info e prenotazioni: 02 86454545 / biglietteria@mtmteatro.it
dal lunedì al sabato dalle 15 alle 19:30


 

Ti invitiamo al PARTY di MTM

 

Per tutta la durata della festa ci sarà la possibilità di acquistare l'ABBONAMENTO ARCOBALENO al prezzo speciale di 60 € anziché 75 €

MTM chiude la stagione in bellezza: al termine dell'ultima replica di Sinceramente Bugiardi al Teatro Litta esplode la FESTA!

DJ SET imperdibile di Filippo Renda e udite udite... delle Nina's Drag Queens.

Tanto LOVE e tanta energia per salutare l'ultima straordinaria stagione.

UNA FESTA, MILLE ARCOBALENI!

VINO e BIRRA a partire da 2,50 €
COCKTAIL da 5€

 

MTM Teatro Litta
Corso Magenta 24 Milano
 


Sabato 6 luglio 2019
dalle 22:30 fino alle 02.00


OPEN WEEK / LEZIONI DIMOSTRATIVE GRATUITE


GROCK SCUOLA DI TEATRO
RAGAZZI 8/18 ANNI

Da martedì 11 a giovedì 13 giugno 2019 parte la nostra settimana di lezioni dimostrative gratuite di TEATRO:
Apriamo le porte della nostra Scuola e mettiamo a tua disposizione i nostri insegnanti, le nostre aule per farti provare, senza alcun impegno, il nostro modo di fare Teatro.

NON PERDERE LE NOSTRE SUPER PROMOZIONI
Scoprirai che il Teatro fa bene alla Vita. Alla tua e a quella dei tuoi ragazzi.

 

LEZIONI DIMOSTRATIVE GRATUITE

CORSI DI TEATRO PER ADULTI


DAL 29 GIUGNO AL 5 LUGLIO 2019

Parte la nostra settimana di lezioni dimostrative gratuite di TEATRO:

Sabato 29 giugno: 10:30 -12:30 / Primo anno 

Lunedì 1 luglio: 19:00 - 20:00 / Dizione

Lunedì 1 luglio: 20:00 - 21:00 / Primo Anno

Martedì 2 luglio: 19:00 - 20:00 / Teatro Danza

Mercoledì 3 luglio: 19:00 - 20:00 / Primo Anno

Giovedì 4 luglio: 20:00 - 21:00 / Mimo

Giovedì 4 luglio: 20:00 - 21:00 / Senior

Venerdì 5 luglio: 19:00 - 20:00 / Primo anno Canto

 

PER INFO E ISCRIZIONI

TEL: 02 66988993

MAIL: SCUOLAGROCK@MTMTEATRO.IT

 

SEMINARI GROCK


NINA'S DRAG QUEENS / CHRISTIAN LA ROSA
SYXTY-BACCARI/ DANIELE MILANI

Hai voglia di approfondire la tua esperienza nel Teatro. Quale occasione migliore dei Seminari Estivi #madeingrock

Non perdere l'occasione di lavorare con Christian La Rosa Il Pinocchio di Latella, le Nina's Drag Queens per assaporare senza freni il senso di libertà espressiva di cui tutti gli attori si dovrebbero nutrire, la coppia della Performance Milanese Syxty/Baccari per un nuovo modo di comunicare un senso artistico, ma soprattutto Daniele Milani e il suo preziosissimo lavoro sulla scrittura di un monologo partendo dalla drammaturgia dino all'interpretazione.

 


VACANZE DA GROCK

Campus estivi tra divertimento e teatro
per bambini dagli 8 ai 13 anni


La scuola sta per finire e hai già voglia di partire? Vorresti imbarcarti per viaggi straordinari che ti portino ogni giorno in luoghi diversi? Ti piacerebbe trasformarti, ora dopo ora in una regina, un brigante o qualsiasi altra cosa suggerisca la tua immaginazione? Sia che tu non abbia mai pensato che potesse essere divertente, sia che invece tu abbia appena finito un corso e già ti manchi poco importa, il Teatro è qui per te! Vieni a giocare con noi: insieme impareremo a raccontare storie meravigliose grazie allo spazio, ai piedi, alle mani e al respiro; proveremo il brivido di lasciarci emozionare da uno sguardo e, contemporaneamente far emozionare quello stesso sguardo che ci osserva; ci riabitueremo a sbagliare e a pensare che sia necessario e bellissimo non dover essere bravi; proveremo la meravigliosa sensazione di essere liberi, sbagliati e non giudicati. Allora? Parti con noi? Noi ti aspettiamo.



CAMPUS GROCK PER GIOVANI
Da lunedì 10 a venerdì 28 giugno
Dalle 9:30 alle 17:00

Per info e iscrizioni
02/66988993
scuolagrock@mtmteatro.it



MTM Teatro Leonardo 
Debutta in prima nazionale
IO, VINCENT VAN GOGH

Il nuovo emozionante album di Corrado d'Elia

Van Gogh è l'artista più amato e più incompreso di sempre. L'artista puro, il genio, quello che più di altri ha fatto della sua pittura una necessità. Quello che gronda anima ed emozione oltre che colore: lui non descrive ma interpreta, ricercando la sua verità. Proprio per questo è uno degli uomini cui l'arte e la sensibilità moderna devono di più. C'è qualcosa in lui che tocca una corda universale, che coinvolge tutti. I suoi quadri sono dentro di noi, li conosciamo perfettamente, fanno parte del nostro patrimonio genetico. Un artista che, proprio per la sua genialità, ci ha insegnato a guardare la realtà in modo diverso. A partire da queste suggestioni ecco un nuovo album a firma Corrado d'Elia. Un racconto che è un autentico flusso emotivo in soggettiva, che pare comporsi via via, piano piano, davanti a noi, proprio come fosse un quadro, a gradi pennellate.

Ecco dunque l'artista e la sua vita, le sue riflessioni, gli anni di Parigi, il rapporto epistolare col fratello Theo, la vita ad Arles, l'amicizia travagliata con l'artista Gaugin, il manicomio e in ultimo il grande mistero che ancora avvolge la sua morte.

Io Vincent Van Gogh
dal 9 al 19 maggio 2019

MTM Teatro Leonardo, via Ampère 1 – Milano


Info e prenotazioni:
02.86454545 – biglietteria@mtmteatro.it
(orari biglietteria lun./sab. Ore 15/20)